Connect with us
Pubblicità

Trento

Buoni pasto, alta adesione allo sciopero

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

È stata un’adesione di massa quella di mercoledì 15 giugno.  Pubblici esercizi, bar e ristoranti, hanno partecipato allo “scioperodei buoni pasto per 24 ore, promosso dalle Federazioni nazionali FIPE e FIEPET. La situazione è al limite. Le categorie: “Molti esercizi stanno decidendo di non accettarli più o quantomeno finché la situazione non cambierà”. I ristoratori: “Così non solo non c’è guadagno, ma lavoriamo in perdita”. 

Il 15 giugno i pubblici esercizi non hanno accettato alcun pagamento tramite buoni pasto. Un blocco necessario per far arrivare alle Istituzioni l’appello, troppe volte ignorato, per una strutturale riforma di un sistema che, per via di commissioni al 20%, non è più economicamente sostenibile. A questa iniziativa hanno aderito anche le imprese della distribuzione commerciale, dai piccoli esercizi di vicinato fino a supermercati e ipermercati della distribuzione organizzata. I buoni pasto emessi dalla Provincia Autonoma di Trento, che non gravano con commissioni sugli esercenti, sono invece stati accettati.

Commenta Massimiliano Peterlana, presidente di Fiepet – Confesercenti del Trentino: “Volevamo ringraziare i tanti che hanno aderito in gran numero a questa manifestazione. C’è stata l’adesione della quasi totalità della categoria e questo a ribadire quanto è importante l’argomento. La gestione dei buoni pasto ha un sistema dalle spese ormai insostenibili per le imprese, cui viene imposta una ‘tassa occulta’ vicina al 20% del valore dei buoni stessi.  Quello che si chiede è una riforma del sistema di erogazione dei buoni che parta da due punti fondamentali: la salvaguardia del valore nominale dei titoli e la definizione di tempi certi di rimborso da parte delle società emettitrici. In Trentino solo la Provincia gestisce buoni pasto per le imprese a costo zero, ma per gli altri buoni la situazione non cambia e resta fortemente penalizzante. Il sistema va dunque cambiato per tutti”. 

Pubblicità
Pubblicità

Dice il presidente dell’Associazione ristoratori del Trentino Marco Fontanari (foto): “L’alta adesione a questo “sciopero” particolare dimostra quanto sia sentita dai colleghi la questione dei buoni pasto. Uno strumento potenzialmente molto utile, che con una gestione corretta può portare benefici a tutti i soggetti coinvolti, è diventato negli anni un costo insostenibile per gli esercenti, che vedono ridotti all’osso i propri guadagni quando, addirittura, non sono del tutto erosi, costringendoli a lavorare in perdita. Stiamo lavorando su più tavoli, anche nazionali, per cercare una soluzione che faccia ritornare i buoni pasto alla loro funzione originale, ovvero quella di permettere ai dipendenti di usufruire di una rete di pubblici esercizi e ristoranti per i loro pasti, senza scaricare i costi – e le speculazioni – sull’anello debole della catena, cioè gli esercenti”. 

I buoni pasto spiega Fabia Roman presidente dell’Associazione pubblici esercizi del Trentino – sono una risorsa per i pubblici esercizi che, negli anni, hanno investito molto per offrire ai propri clienti pasti di qualità con un’offerta molto ampia. Oggi però il sistema è troppo oneroso e costringe molti operatori a fare valutazioni sull’opportunità di mantenere o meno questo servizio: tra telelavoro, commissioni e costi il servizio di buoni pasto non è più redditizio per le imprese. Occorre uno sforzo comune per regolamentare il mercato in modo da renderlo sostenibile per tutta la filiera, senza penalizzare né i dipendenti né tanto meno gli esercenti. Il sistema utilizzato dalla Provincia Autonoma di Trento ha indubbi vantaggi e non capiamo perché non possa essere di esempio anche per altre realtà”. 

Sono circa 1500 gli esercizi che in provincia accettano i buoni pasto. Molti esercizi stanno decidendo di non accettarli più almeno fino a quando la situazione non cambierà, perché: “Così non solo non c’è guadagno, ma lavoriamo in perdita”. 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Piana Rotaliana5 ore fa

Sorpreso a rubare all’interno della bocciofila viene bloccato da un carabiniere in congedo. Arrestato 38 enne italiano

Val di Non – Sole – Paganella5 ore fa

A Terzolas la presentazione dell’archivio musicale del Coro Santa Lucia di Magras e del volume “Vesperale di Varollo”

Val di Non – Sole – Paganella6 ore fa

A Predaia si rifanno le pavimentazioni in porfido

Alto Garda e Ledro6 ore fa

Comune di Madruzzo: l’Assessore Bisesti insieme al sindaco Bortoli, ha visitato le tante realtà scolastiche del territorio

Bolzano7 ore fa

Elicottero dell’esercito in balia del vento: sfiorato l’impatto sulle montagne

Trento7 ore fa

Al Buonconsiglio il convegno sulla certificazione della «Pietra Trentina»

Trento8 ore fa

Primo incontro oggi tra l’assessore provinciale alla mobilità Mattia Gottardi e Trenitalia

Trento8 ore fa

Coronavirus: 760 nuovi positivi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento8 ore fa

Sul sito di Appa è consultabile il report mensile sulla qualità dell’aria di settembre

Trento9 ore fa

Analisi meteorologica del mese di settembre 2022, più asciutto della media

Rovereto e Vallagarina10 ore fa

Variante di Mori ovest: via alla gara per il sottopasso

Val di Non – Sole – Paganella11 ore fa

Sanzeno, camion sbaglia manovra e finisce contro un veicolo parcheggiato

Val di Non – Sole – Paganella11 ore fa

Anestesia di Cles: il nuovo direttore è Michela Zardin

Trento11 ore fa

Paccher alle Camere di Commercio: “Bene ferrovia ma Valdastico resta tassello fondamentale”

Trento12 ore fa

Il gestore del Rifugio Capanna Ghiacciaio sulla Marmolada fa partire una raccolta fondi su Gofoundme

Trento2 settimane fa

Caro bollette, supermercati Eurospin: «Abbiamo perso ogni speranza»

Trento3 settimane fa

Caro energia: dalla provincia arrivano 180 euro per ogni famiglia

Trento4 giorni fa

Relazione della D.I.A.: in Trentino presenti le Mafie Calabresi, nigeriane e albanesi

Trento3 settimane fa

Autovelox e semafori intelligenti in funzione dal 19 settembre. Ecco dove sono installati

Arte e Cultura3 settimane fa

A Riva del Garda Serena Dalla Torre si riconferma campionessa italiana di Body Painting

Trento3 settimane fa

Dopo 20 anni di amore Tony Menegatti sposa la sua Laura

Trento2 settimane fa

Il comune fa cassa: 104 multe in sole 3 ore grazie ai nuovi semafori «intelligenti»

Valsugana e Primiero4 settimane fa

Impiccato in garage, i Carabinieri di Borgo compiono il miracolo

Trento1 settimana fa

Ritrovata la 18 enne scomparsa sabato dopo la scuola

Politica1 settimana fa

Elezioni 2022, ecco i primi trombati eccellenti

Trento2 giorni fa

Sette tornanti: giovane agganciato dall’alettone di una macchina – IL VIDEO

Io la penso così…7 giorni fa

Giulia Torelli: Le turbe psichiche di questo soggetto sono particolarmente evidenti

Val di Non – Sole – Paganella6 giorni fa

Dramma in Val di Non: il corpo di una donna recuperato nella forra del torrente Pongaiola

Trento3 settimane fa

Morto a soli 61 anni Luca Mazzalai, partecipò ad oltre 20 edizioni della Trento Bondone

Le ultime dal Web1 settimana fa

«I vecchi devono stare a casa fermi, immobili, e non devono votare». è bufera su Giulia Torelli – IL VIDEO

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza