Connect with us
Pubblicità

Giudicarie e Rendena

Comano Terme, Cinzia Parisi lascia la Lega: «Non condivido più le scelte politiche»

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

«Mi dimetto dalla Lega nord, dalla Lega Salvini premier, dalla non più Lega» – Comincia così il comunicato di addio al suo partito Cinzia Parisi Capogruppo consiliare di Comano Terme

Nella sua lettera di dimissioni Parisi cita come primo passo verso la sfiducia nei confronti di Matteo Salvini l’alleanza di governo con il PD, che chiamo sarcasticamente «dei migliori». «Non provo più orgoglio nel tenere in tasca la tessera della lega» – scrive amaramente Cinzia Parisi.

Poi traccia i capitoli che hanno portato all’addio: il disperdere i manifestanti con gli idranti presso il porto di Trieste, le vaccinazioni obbligatorie, il sostegno alla rielazione di Mattarella. E verso la fine della sua lettera chiede: «Ma insomma che ne è stato dell’anti europeismo? L’uscita dall’euro? Dell’autodeterminazione dei popoli? Del federalismo? Del sovranismo? Dell’indipendenza? Perché non è più Lega?»

Pubblicità
Pubblicità

LA LETTERA DI ADDIO DI CINZIA PARISI – «Chi mi conosce sa che dico le cose come stanno, in certi momenti è un pregio e in altri un difetto, dipende sempre dalla prospettiva.

Dei miei anni di appartenenza politica alla Lega Nord prima, e alla Lega Salvini Premier, poi,  resta quanto di buono sono riuscita a portare in consiglio comunale del mio comune. Non faccio fatica a riconoscere i miei limiti e scagli pure la prima pietra chi è nella presunzione di ritenersi “senza peccato”. 

Da tempo meditavo di “chiamarmi fuori”, essendo sfumata in me ogni traccia di quell’ orgoglio che provavo nell’avere in tasca la tessera del partito, di partecipare a manifestazioni, di organizzare gazzebate, di lavorare per la mitica festa di Pinzolo e di candidare alle elezioni.

Pubblicità
Pubblicità

Velatamente la mia sfiducia è iniziata con il susseguirsi delle alleanze di governo, a mio parere fin da subito impraticabili, per poi sfociare nel cosiddetto “governo dei migliori”.

Ho provato profonda amarezza e delusione,  il 18 ottobre 2021 al Porto di Trieste. Quel giorno, indelebile nella mia mente, per disperdere la folla che protestava contro il Green Pass, hanno mosso la polizia mediante idranti, cariche e anche lacrimogeni. 

Lì in quel momento ho pensato che se la Lega Salvini Premier fosse stata al 3%, come quando avevo aderito, ci sarebbe stata la Lega, con il segretario, davanti a quegli idranti a difendere le persone e a proteggere la libertà come sempre aveva fatto prima di diventare boriosa. 

Nessuna opposizione quando per lavorare, nel migliore dei casi, abbiamo dovuto pagare “un pizzo” per non voler essere sottoposti ad una vaccinazione; quando prima il mio partito era sempre stato per la libertà di scelta.

Ho provato un senso di disagio, di estrema vergogna, nel vedere la rielezione del Capo dello Stato, pavidi e dimessi per mantenere i lauti scranni. Non da ultimo, dopo aver dedicato i fine settimana dell’estate scorsa, con il sole o con la pioggia alla raccolta delle firme  per presentare il referendum abrogativo sulla giustizia alla Corte costituzionale, vengo a scoprire che  quelle firme non sono mai state depositate.

Mi rammarico di questa mancanza di rispetto soprattutto per aver tolto alla mia famiglia e alle mie figlie quel tempo; tempo che è più prezioso di ogni vil denaro. Ma insomma che ne è stato dell’anti europeismo? L’uscita dall’euro? Dell’autodeterminazione dei popoli?  Del federalismo? Del sovranismo? Dell’indipendenza? Perché non è più Lega?

Francamente non mi riconosco più in quella che per più di un decennio è stata la mia fede politica. Lascio il partito del quale non condivido più le scelte politiche. 

Non tutto è negativo però, in quanto, nel tempo, ho avuto modo e occasione di frequentare e conoscere persone le quali avranno per sempre la mia stima. Questo gesto è rivolto a tutti coloro che hanno dato fiducia alla mia persona alle quali assicuro la mia permanenza in consiglio comunale. 

Ora, libera di esprimermi».

  • Pubblicità
    Pubblicità
Rovereto e Vallagarina5 giorni fa

Tragico incidente nella notte a Isera, perde la vita un 21 enne di Avio

Val di Non – Sole – Paganella7 giorni fa

Mamma orsa in giro con i cuccioli a Spormaggiore – IL VIDEO

Trento4 giorni fa

Rischia di travolgere i bambini, bloccato dai genitori: «Sono soggetto alla 104, non possono farmi nulla»

Rovereto e Vallagarina4 giorni fa

Noriglio in mano alle baby gang e al degrado. La denuncia di Andrea Bertotti

Trento6 giorni fa

Tutti animalisti con gli orsi degli altri

Fiemme, Fassa e Cembra4 settimane fa

Trentasette anni fa la tragedia di Stava: per non dimenticare!

Trento7 giorni fa

Mega rissa tra stranieri in centro storico nella notte – IL VIDEO

eventi7 giorni fa

Miss Italia: è Eleonora Lepore di San Candido «Miss Schenna»

Val di Non – Sole – Paganella1 settimana fa

Per ferragosto a Cles quattro giorni di eventi ‘fantastici’

Trento3 giorni fa

Vittoria De Felice contro il PD Trentino: «Partito borghese che non vede i veri problemi della gente»

Trento11 ore fa

Trovate dai cani antidroga centinaia di dosi nascoste nelle piazze di Trento: 30 denunce nello scorso week end

Trento6 giorni fa

Morì durante una pratica sadomaso a Trento: assicurazioni condannate a risarcire la famiglia

Fiemme, Fassa e Cembra4 giorni fa

Miss Italia torna a Moena: la reginetta è Giulia Barberini. Eletta anche la Soreghina 2023

Rovereto e Vallagarina6 giorni fa

Ritrovato dopo due giorni il corpo di Willy, il ragazzo annegato nel lago di Lavarone

fashion5 giorni fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza