Connect with us
Pubblicità

Trento

Carenza personale nei Pronto soccorso, i sindacati: «Medici disponibili a straordinari, no a esternalizzazioni»

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

I medici dipendenti degli ospedali della provincia di Trento, specializzati o con almeno 5 anni di esperienza in Medicina d’Urgenza o 118, si rendono disponibili a rimanere in Pronto soccorso oltre il loro orario di lavoro per coprire alcuni turni nei presìdi in difficoltà a causa della carenza di personale.

Tali turni straordinari andrebbero retribuiti con un compenso orario pari a quello proposto nei bandi di libera professione pubblicati nelle ultime settimane dalle Aziende ospedaliere, finanziato con bilancio aziendale e non con fondi contrattuali.

La proposta è stata presentata al direttore generale dell’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari dalle sigle sindacali che rappresentano i dirigenti medici (AAROI-EMAC, ANAAO-Assomed, ANPO, Cisl Medici, Federazione CIMO-FESMED, FP CGIL Sanità, Federazione FASSID-FVM e UIL FP Sanità), richiedendo l’attivazione urgente di un tavolo di confronto per raggiungere un accordo.

Pubblicità
Pubblicità

«Questa propostascrivono i sindacati nel documento inviato all’APSSha l’obiettivo di evitare di ricorrere a medici gettonisti, cooperative esterne o analoghe soluzioni al ribasso».

Ipotesi che non garantirebbero la qualità della diagnosi, cura e riabilitazione dei pazienti. Similmente, le sigle sindacali si dicono contrarie alla possibilità di chiedere ai medici di discipline equipollenti di coprire i turni in Pronto soccorso, poiché tale eventualità – in mancanza di una formazione adeguata – esporrebbe i professionisti ad un elevato rischio professionale e, di conseguenza, i pazienti ad un rischio clinico non trascurabile.

La proposta dei sindacati, al contrario, darebbe un «segnale tangibile di volontà di trattenere i propri specialisti, professionisti che ogni giorno prestano servizio in azienda e, pertanto, già integrati nelle dinamiche interne e facilitati nei rapporti interprofessionali con il personale sanitario».

Pubblicità
Pubblicità

Una soluzione volta ad affrontare l’emergenza, ma non a risolvere stabilmente il problema: «Sul versante più a medio-lungo termine – proseguono i sindacati – si propone, relativamente al servizio di emergenza – urgenza, l’assunzione di medici di medicina interna, con la clausola del loro impiego nel primo periodo in reparti di medicina d’urgenza, finché non sarà possibile reclutare specialisti in medicina d’emergenza-urgenza».

«Gli ospedali della provincia di Trento stanno attraversando un momento di estrema difficoltà, che mette a rischio la tenuta stessa del sistema sanitario – dichiara Sonia Brugnara, Presidente CIMO-FESMED Trento, autrice della proposta poi condivisa dall’intersindacale -. Occorre agire subito per rendere la provincia nuovamente attrattiva per i professionisti e frenare la fuga dei dipendenti. Crediamo che questa soluzione temporanea rappresenti un primo passo nella direzione corretta».

«Il mancato interesse a tale proposta – concludono i sindacati nel documentosignificherebbe una evidente volontà di non addivenire ad una concreta soluzione, con le possibili e conseguenti iniziative che come organizzazioni sindacali riterremo necessario adottare a tutela dei nostri colleghi».

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Rovereto e Vallagarina5 giorni fa

Tragico incidente nella notte a Isera, perde la vita un 21 enne di Avio

Val di Non – Sole – Paganella7 giorni fa

Mamma orsa in giro con i cuccioli a Spormaggiore – IL VIDEO

Trento4 giorni fa

Rischia di travolgere i bambini, bloccato dai genitori: «Sono soggetto alla 104, non possono farmi nulla»

Rovereto e Vallagarina4 giorni fa

Noriglio in mano alle baby gang e al degrado. La denuncia di Andrea Bertotti

Trento6 giorni fa

Tutti animalisti con gli orsi degli altri

Fiemme, Fassa e Cembra4 settimane fa

Trentasette anni fa la tragedia di Stava: per non dimenticare!

Trento7 giorni fa

Mega rissa tra stranieri in centro storico nella notte – IL VIDEO

eventi7 giorni fa

Miss Italia: è Eleonora Lepore di San Candido «Miss Schenna»

Val di Non – Sole – Paganella1 settimana fa

Per ferragosto a Cles quattro giorni di eventi ‘fantastici’

Trento3 giorni fa

Vittoria De Felice contro il PD Trentino: «Partito borghese che non vede i veri problemi della gente»

Trento10 ore fa

Trovate dai cani antidroga centinaia di dosi nascoste nelle piazze di Trento: 30 denunce nello scorso week end

Trento6 giorni fa

Morì durante una pratica sadomaso a Trento: assicurazioni condannate a risarcire la famiglia

Fiemme, Fassa e Cembra3 giorni fa

Miss Italia torna a Moena: la reginetta è Giulia Barberini. Eletta anche la Soreghina 2023

Rovereto e Vallagarina6 giorni fa

Ritrovato dopo due giorni il corpo di Willy, il ragazzo annegato nel lago di Lavarone

fashion5 giorni fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza