Connect with us
Pubblicità

Home

Nuove unità cinofile in forza al Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico

Pubblicato

-

Soccorso Alpino Trentino

Si è svolto dal 28 maggio al 4 giugno, sull’Altopiano della Paganella in Trentino, il corso unità cinofile da ricerca di superficie e unità cinofile molecolari, organizzato dalla Scuola delle unità cinofile del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico.

Il corso si è concluso con la consegna dei brevetti a 15 nuove unità cinofile – di cui 3 unità cinofile molecolari – che da ora in avanti potranno prendere parte agli interventi di ricerca in superficie di persone disperse.

30 le unità cinofile di superficie e 4 le unità cinofile molecolari, invece, che hanno superato il primo step – l’idoneità di classe A – e che possono quindi accedere alla fase successiva della formazione per arrivare ad ottenere il brevetto di operatività nella specialità della ricerca in superficie.

Buone notizie anche per il Soccorso Alpino e Speleologico Trentino che ora può contare sull’operatività di 3 nuove unità cinofile, mentre un nuovo cucciolo ha ottenuto il brevetto di classe A.

Soccorso Alpino Trentino

Hanno partecipato al corso, le unità cinofile del Soccorso Alpino e Speleologico provenienti da tutta Italia: Abruzzo, Campania, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Trentino, Valle d’Aosta, Veneto e Lazio.

Dieci gli istruttori e le istruttrici della Scuola nazionale delle unità cinofile impegnati nell’organizzazione dei simulati di ricerca e delle prove tecniche, nonché nella valutazione dei binomi uomo-cane.

Sul gruppo montuoso della Paganella le unità cinofile hanno operato su terreni diversi, così come potrebbe succedere in un intervento reale: dal sentiero montano al bosco, dalla parete rocciosa al canyon, dalla dolina alla frana.

Oltre ai simulati di ricerca, un’attenzione particolare è stata rivolta agli aspetti più tecnici di progressione in ambiente montano e impervio, con la collaborazione della Scuola nazionale tecnici.

Cane e conduttore hanno effettuato calate dalle pareti rocciose in corda doppia e risalite con tecniche alpinistiche; inoltre, sono stati elitrasportati in quota dall’elicottero di Trentino Emergenze per simulare una ricerca di persone disperse in quota.

Soccorso Alpino Trentino

Approfonditi anche gli aspetti che riguardano l’utilizzo del Gps, della cartografia, delle comunicazioni radio, grazie al supporto della Scuola direttori operazioni di soccorso del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico.

Per quanto riguarda le unità cinofile molecolari, il loro addestramento si è svolto sia in ambiente boschivo impervio, sia in ambiente urbano, scenario dove spesso viene richiesto il loro intervento per scovare una traccia odorosa.

Ringrazio tutti coloro che hanno lavorato all’organizzazione e alla buona riuscita di questo corso – dichiara il presidente del Soccorso Alpino e Speleologico Trentino Walter CainelliI responsabili e gli istruttori delle Scuole nazionali, i soccorritori del servizio provinciale trentino che hanno fatto i figuranti, il Nucleo Elicotteri della Provincia Autonoma di Trento, i comuni di Andalo, Fai della Paganella e Molveno, Andalo Vacanze per la cura della logistica, i gestori degli impianti di risalita e il corpo forestale.

Un grande ringraziamento va anche a tutte le unità cinofile del corpo, per l’impegno e la professionalità che mettono in ciò che fanno. Le competenze richieste per essere una unità cinofila del Soccorso Alpino implicano un percorso formativo impegnativo sia da un punto di vista tecnico, sia per la passione e la dedizione necessari all’addestramento del cane.

Nonostante il progresso della tecnologia non dobbiamo dimenticare che il binomio uomo-cane spesso è ancora l’elemento chiave per risolvere positivamente determinati intervento di ricerca. Da qui si capisce l’importanza data alla formazione continua dei nostri tecnici“.

Soccorso Alpino Trentino

  • Pubblicità
    Pubblicità
Rovereto e Vallagarina6 giorni fa

Tragico incidente nella notte a Isera, perde la vita un 21 enne di Avio

Trento2 giorni fa

Trovate dai cani antidroga centinaia di dosi nascoste nelle piazze di Trento: 30 denunce nello scorso week end

Val di Non – Sole – Paganella1 settimana fa

Mamma orsa in giro con i cuccioli a Spormaggiore – IL VIDEO

Trento19 ore fa

«Via da Trento per la paura»: la storia di Patrizio e Ivana emigrati felici in Slovenia

Trento5 giorni fa

Rischia di travolgere i bambini, bloccato dai genitori: «Sono soggetto alla 104, non possono farmi nulla»

Rovereto e Vallagarina6 giorni fa

Noriglio in mano alle baby gang e al degrado. La denuncia di Andrea Bertotti

Trento1 settimana fa

Tutti animalisti con gli orsi degli altri

Trento1 settimana fa

Mega rissa tra stranieri in centro storico nella notte – IL VIDEO

eventi1 settimana fa

Miss Italia: è Eleonora Lepore di San Candido «Miss Schenna»

Val di Non – Sole – Paganella1 settimana fa

Per ferragosto a Cles quattro giorni di eventi ‘fantastici’

Trento4 giorni fa

Vittoria De Felice contro il PD Trentino: «Partito borghese che non vede i veri problemi della gente»

Fiemme, Fassa e Cembra5 giorni fa

Miss Italia torna a Moena: la reginetta è Giulia Barberini. Eletta anche la Soreghina 2023

Trento1 settimana fa

Morì durante una pratica sadomaso a Trento: assicurazioni condannate a risarcire la famiglia

Rovereto e Vallagarina1 settimana fa

Ritrovato dopo due giorni il corpo di Willy, il ragazzo annegato nel lago di Lavarone

fashion7 giorni fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza