Connect with us
Pubblicità

Telescopio Universitario

In 440 oggi alla cerimonia di laurea, il rettore: «Scommetto su di voi»

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità


Giovani di varie parti d’Italia, con storie e aspirazioni diverse, in una piazza della città per festeggiare con parenti e amici la conclusione del percorso universitario. Un momento ufficiale e collettivo che questa mattina ha coinvolto 440 neolaureati e neolaureate in un clima gioioso.

L’undicesima cerimonia di laurea, organizzata dall’Università di Trento in collaborazione con la Provincia autonoma di Trento e con il Comune di Trento, si è tenuta di venerdì e nella cornice di piazza Fiera.

A segnare l’avvio della cerimonia l’arrivo del Corteo accademico, che era partito da Palazzo Sardagna, sede del Rettorato, e l’Inno nazionale della Repubblica italiana. Dopo i saluti istituzionali ha preso la parola il rettore, Flavio Deflorian.

Pubblicità
Pubblicità

Il rettore ha affermato di preferire unatesta ben fattaa unatesta ben piena” e di considerare importanti spirito critico, curiosità, cura per la conoscenza, disponibilità ad ascoltare e osservare e coltivare il dubbio. «Università è conoscenza e conoscenza è libertà. Chi non sa non è libero» ha detto.

Poi si è soffermato sull’utilità di studiare, per la propria vita e per capire meglio il mondo. L’Ateneo ha solo 60 anni, ma il cammino viene da lontano: «L’università è una delle invenzioni umane più preziose che ci siano. Voi siete un pezzo di questa storia millenaria».

A chi ha terminato il proprio percorso di studi ha proposto di rimanere in contatto con l’Ateneo attraverso la comunità Alumni UniTrento e i percorsi di Mentoring e di orientamento alle professioni: «L’Università di Trento resterà per sempre casa vostra e noi saremo sempre a vostra disposizione per un consiglio, un’indicazione, una prospettiva sulla quale discutere assieme».

Pubblicità
Pubblicità

Nell’augurare buon cammino ha invitato a «prendere tutto quello che abbiamo cercato di insegnarvi e fatelo vostro». Inevitabile un pensiero alla guerra: «Questo è un brutto momento per il mondo, e per l’Europa in particolare. Però avete imparato che avete la forza e le capacità per superare queste difficoltà, e l’intelligenza per cambiare le cose in meglio. Importante è che conserviate dentro di voi quelle virtù (costanza, serietà, impegno) che vi hanno portato qui stamattina a festeggiare la vostra laurea. L’auspicio è che sappiate essere migliori di noi. Scommetto su ciascuno di voi, per gli anni a venire».

Alla cerimonia, come testimonial, è intervenuta Chiara Lucchini, laureata in Giurisprudenza nel 2017, avvocata e operatrice legale del Centro Astalli Trento.

Ha raccontato la sua esperienza: «Mi sono resa conto che la mia autonomia si basa non sull’essere indipendente, bensì inter-dipendente con le altre persone. L’inter-dipendenza che ho imparato e sperimentato grazie alla mia disabilità è diventata l’approccio che scelgo di adottare in ogni ambito della mia vita, nel quotidiano, semplicemente perché insieme è più bello. Ciascuno e ciascuna mette ciò che ha e ciò che può, e nell’insieme viene una meraviglia».

L’interdipendenza è il suo stile di vita: nell’alloggio domotico e durante l’Erasmus in Spagna, nello sci come nel lavoro attuale al servizio delle persone richiedenti e titolari di protezione internazionale. A neolaureati e neolaureate ha augurato: «Possiate far vostro il senso dell’autonomia come inter-dipendenza – nella vita personale, nello studio e nel lavoro. Sperimentate su voi stessi il valore di non essere soli, scegliete e imparate a chiedere di non esserlo».

In rappresentanza dei migliori neodiplomati e delle migliori neodiplomate è, invece, intervenuto Davide Guidolin, laureato in Informatica e attuale studente della magistrale in Artificial Intelligence Systems oltre che nuotatore agonista che ha scelto UniTrento anche per l’offerta sportiva.

Ha ricordato i mesi difficili della pandemia, in cui l’Università si è impegnata molto a mantenere i contatti con la comunità studentesca e lui stesso ha fornito supporto informatico a docenti e studenti. Ha parlato del tirocinio e della tesi che ha potuto svolgere in un’azienda che lavora nel campo dell’intelligenza artificiale, che ha sede a Boston e il centro di ricerca a Trento e di un secondo tirocinio in un’azienda tra le leader mondiali in Informatica. L’insegnamento che ha voluto condividere con la piazza: «Ponetevi un obiettivo e inseguitelo finché non lo raggiungete, e anche nei momenti più difficili continuate a pensare alla meta e a lavorare duro per raggiungerla e vedrete che prima o poi ce la farete».

Dopo l’Inno alla gioia, è iniziata la consegna delle pergamene prima a un gruppo di migliori dottori e dottoresse di ricerca e poi a neolaureati e neolaureate, da parte del rettore Flavio Deflorian e della prorettrice alle politiche di equità e diversità, Barbara Poggio.

A concludere il programma il canto del Gaudeamus Igitur, inno universitario, la proclamazione da parte del rettore e il lancio di feluche e tocchi sulle note dell’Halleluja di Händel. L’accompagnamento musicale dal vivo è stato eseguito dalla Corale Polifonica e Orchestra UniTrento. Alla cerimonia era attivo il servizio Lis (Lingua dei segni italiana) a cura di Ens (Ente nazionale sordi Onlus).

Partecipanti – La cerimonia riguardava un gruppo di migliori dottori e dottoresse di ricerca del 32° ciclo e del 33° ciclo (anni solari 2020-2021) dei corsi di dottorato dell’Ateneo e chi ha conseguito la laurea (triennale) tra settembre 2021 e la fine di marzo in: Amministrazione aziendale e diritto; Beni culturali; Comparative, European and International Legal Studies; Economia e Management; Filosofia; Fisica; Gestione aziendale; Informatica; Ingegneria civile; Ingegneria delle Telecomunicazioni; Ingegneria dell’Informazione e delle Comunicazioni; Ingegneria dell’Informazione e Organizzazione d’impresa; Ingegneria elettronica e delle Telecomunicazioni; Ingegneria industriale; Ingegneria per l’ambiente e il territorio; Interfacce e Tecnologie della Comunicazione; Lingue moderne; Matematica; Scienze dei Beni culturali; Scienze e Tecniche di Psicologia cognitiva; Scienze e Tecnologie biomolecolari; Servizio sociale; Sociologia; Studi internazionali; Studi storici e filologico-letterari; Viticoltura ed Enologia.

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento4 settimane fa

Coronavirus: 99 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Calano i ricoveri

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

eventi3 settimane fa

Dal 17 al 26 giugno tornano a Trento le Feste Vigiliane

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 267 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Alto Garda e Ledro3 settimane fa

Stop alla viabilità a Riva del Garda: si girano le scene di un film americano

Telescopio Universitario3 settimane fa

UniTrento: da vent’anni il mondo fa tappa qui

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 166 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Politica3 settimane fa

Referendum, vittoria dei sì ma niente quorum. Amministrative: nei grandi comuni avanti il centro destra

Trento3 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 49 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino con nessun positivo al molecolare

Italia ed estero3 settimane fa

Crolla un ponte sospeso durante l’naugurazione: 25 feriti – IL VIDEO

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Trovato morto in piscina Stefano Lorenzini di Levico Terme

Le Vignette di Fabuffa4 settimane fa

Il 51% degli adolescenti italiani non capisce un testo scritto. Una scuola che fa acqua da tutte le parti

Politica2 settimane fa

L’abbraccio mortale col PD affonda definitivamente il M5stelle

Società4 settimane fa

L’impresa di Melissa Mariotti tra lavoro in Germania e progetti turistici in Valbrenta

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza