Connect with us
Pubblicità

Trento

Sanità trentina, Cia (FdI): «Affidarsi alle cooperative è un campanello d’allarme»

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Potenziamento del Dipartimento di prevenzione, ripristino e potenziamento dei distretti sanitari anche a garanzia di una migliore integrazione sociosanitaria, istituzione di un’unica rete ospedaliera articolata su sette strutture aziendali secondo un modello di “ospedale policentrico”, fortemente integrato con il territorio, per garantire la continuità della cura e della presa in carico, e in raccordo con la Scuola di Medicina e Chirurgia di Trento.

Sono questi i punti cardine del nuovo modello organizzativo dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari definito lo scorso anno dalla Giunta e approvato lo scorso venerdì.

Durante la presentazione c’è stata anche l’apertura del Direttore generale dell’Apss alle cooperative per l’affidamento dei servizi dei Pronto soccorso e dei punti nascita che però per molti suona come un campanello d’allarme che non deve essere sottostimato.

Pubblicità
Pubblicità

Uno di questi è il consigliere di Fratelli d’Italia Claudio Cia che spiega che «La logica dell’Azienda sanitaria è certamente ragionevole: in un contesto di gravissima carenza di medici ed infermieri è necessario garantire in ogni modo la continuità nei reparti. Ma a quale costo?» 

Secondo il consigliere proviciale infatti affidarsi alle cooperative potrebbe ridurre la qualità del servizio a causa delle modalità di reclutamento del personale da parte delle stesse. «Talvolta, nella sostanziale impossibilità di fare selezione, le cooperative si affidano a medici e infermieri che hanno conseguito il proprio titolo in Paesi con un livello di formazione non paragonabile a quello italiano, e che magari non hanno avuto una significativa continuità lavorativa negli ultimi anni o un’adeguata formazione continua.

Inoltre, l’auspicata continuità del servizio verrebbe a mancare nei fatti, perché un conto è il lavoro di equipe con colleghi che si conoscono e hanno sviluppato modalità d’interazione efficienti, un altro conto è “passare le consegne” ad un medico o un infermiere che non si conosce, che può cambiare quotidianamente, e che può essere percepito e percepirsi come un corpo estraneo».

Pubblicità
Pubblicità

In definitiva un simile turnover limiterebbe pesantemente l’efficienza nel funzionamento dei reparti e secondo Claudio Cia «L’extrema ratio dell’affidamento alle cooperative potrebbe essere comprensibile per servizi non “essenziali”, ma è assolutamente preoccupante che possa potenzialmente riguardare anche i punti nascita ed addirittura il Pronto soccorso dell’Ospedale Santa Chiara, il più importante Presidio Ospedaliero sul territorio trentino.

Per risolvere una simile situazione, che si trascina da anni e riguarda anche molte altre zone in Italia e in Europa, è chiaro che non esista la bacchetta magica. Bisogna però fare uno sforzo per creare una prospettiva di lungo periodo che superi le soluzioni “tampone” che di fatto accumulano solo la polvere sotto al tappeto».

Claudio Cia lancia alcune idee: «È comprensibile, ad esempio, che nell’immediato vengano aumentate le paghe per ricorrere ai medici che in libera professione coprono i turni scoperti nei Pronto soccorso e nei punti nascita, ma ciò a lungo andare potrebbe disincentivare la loro propensione a lavorare principalmente nel pubblico, collezionando invece solo qualche sporadico e ben retribuito gettone di presenza.

È altrettanto evidente che questo sistema fa lievitare enormemente la spesa per determinati servizi. Risulta dunque fondamentale lavorare all’efficientamento e alla razionalizzazione del nostro sistema sanitario, rivedendo il funzionamento di alcuni servizi, e al contempo implementare misure per valorizzare le professionalità di medici, infermieri e oss all’interno del sistema pubblico». 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Val di Non – Sole – Paganella51 minuti fa

I Marlene Kuntz sbarcano in Val di Pejo

Trento1 ora fa

Ponte di san Lorenzo: dopo una fuga in contromano, bloccato nigeriano ubriaco

Politica2 ore fa

Da domani in aula a riforma delle Comunità in aula senza tempi contingentati

Trento2 ore fa

Servizio civile: candidature entro fine luglio, 102 nuove proposte e 95 posti a disposizione

Valsugana e Primiero2 ore fa

Tezze rivendica le barriere antirumore

Valsugana e Primiero3 ore fa

Incidente sulla strada verso Baselga di Pinè: rimangono feriti una 76enne e un 83enne – IL VIDEO

Italia ed estero3 ore fa

Napoli: 10 ore al giorno per 280 euro al mese, scoppia la polemica

Trento3 ore fa

È morto Leonardo Del Vecchio, il fondatore del colosso Luxottica. A 22 anni si era trasferito in Trentino

Trento4 ore fa

Investimenti in impianti fotovoltaici: domande per le imprese dal 4 luglio fino a fine dicembre 2023

Italia ed estero4 ore fa

Covid, contagi in aumento: oggi vertice Governo-Inail sulle mascherine. I piani potrebbero cambiare

Rovereto e Vallagarina4 ore fa

“Orto San Marco-Setàp”, a Rovereto un progetto di rigenerazione urbana e sociale

Arte e Cultura4 ore fa

A Mezzano apre i battenti la mostra “Schweizer e i luoghi dell’Anima”

Italia ed estero4 ore fa

The Great Resignation: un fenomeno che preoccupa ma che apre le porte al cambiamento

Fiemme, Fassa e Cembra4 ore fa

Canazei: da non perdere la mostra “70 anni di Soccorso Alpino e Speleologico Trentino”

Trento5 ore fa

Ristorante Zushi: la cucina giapponese a Trento diventa una vera moda

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 83 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 121 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 99 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Calano i ricoveri

eventi3 settimane fa

Dal 17 al 26 giugno tornano a Trento le Feste Vigiliane

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 166 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Alto Garda e Ledro3 settimane fa

Stop alla viabilità a Riva del Garda: si girano le scene di un film americano

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 49 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino con nessun positivo al molecolare

Trento3 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 267 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Società3 settimane fa

L’impresa di Melissa Mariotti tra lavoro in Germania e progetti turistici in Valbrenta

Politica2 settimane fa

Referendum, vittoria dei sì ma niente quorum. Amministrative: nei grandi comuni avanti il centro destra

Le Vignette di Fabuffa3 settimane fa

Il 51% degli adolescenti italiani non capisce un testo scritto. Una scuola che fa acqua da tutte le parti

Telescopio Universitario3 settimane fa

UniTrento: da vent’anni il mondo fa tappa qui

Io la penso così…4 settimane fa

Protesta pronto soccorso di Arco: dov’erano i manifestanti quando governava il centro sinistra?

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza