Connect with us
Pubblicità

Trento

Co.Di.Pr.A.: arrivano oltre 2,2 milioni di euro a sostegno della zootecnia trentina

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Il Consorzio di Difesa dei Produttori Agricoli della Provincia di Trento, Co.Di.Pr.A. in raccordo con la Provincia Autonoma di Trento (era presente anche il governatore Fugatti) e in stretta sinergia con le Organizzazioni Agricole e la filiera zootecnica, ha presentato ieri in conferenza stampa i concreti e straordinari interventi messi in campo per sostenere il comparto zootecnico in questo delicato momento. Oltre 2,2 milioni di euro in pagamento per gli allevatori della nostra provincia, già in questa prima fase.

Di questi,  un milione di euro è già stato erogato e altri 1,2 milioni di euro da liquidare nei prossimi giornri. Un sostegno importante per 660 aziende che in media riceveranno un contributo di 3.300 euro. 

Il mondo zootecnico provinciale, ma non solo, sta vivendo un momento di estrema difficoltà. Prima la pandemia da Covid-19, poi il conflitto Ucraino-Russo che ha fatto impennare i costi delle materie prime e dell’energia, stanno mettendo a dura prova il nostro settore allevatoriale a cui siamo solidali e grati per il servizio alla comunità trentina che svolgono quotidianamente.

Pubblicità
Pubblicità

Grazie al lavoro congiunto e con una piena collaborazione tra Co.Di.Pr.A., Provincia Autonoma di Trento, Organizzazioni Agricole, Federazione Allevatori, Latte Trento e Concast, si è riusciti a strutturare, nell’ambito degli strumenti della gestione del rischio, una solida proposta di sostegno del mondo allevatoriale trentino che sta dando risposte immediate e, al contempo, permette di strutturare forme di protezione con una visione a medio-lungo termine.

In particolare, è stato utilizzato il Fondo SottoSoglia per un aiuto finanziario immediato ed è stato consolidato il Fondo IST Latte, per dare supporto nel medio e lungo periodo. Complessivamente la capacità finanziaria del fondo ammonta a circa 10 milioni di Euro in tre anni.

“Il lavoro di squadra con tutti gli attori della filiera – spiega Giorgio Gaiardelli, presidente di Co.Di.Pr.A. – ha permesso di riuscire a raggiungere un importante obiettivo in tempi record, quello di dare, attraverso le misure della gestione del rischio, un aiuto concreto e veloce ai nostri allevatori. Obiettivo reso possibile anche grazie alle soluzioni messe in campo da Co.Di.Pr.A., su tutte il fondo mutualistico SottoSoglia e il Fondo IST Latte. Due strumenti agili ed efficienti al servizio degli associati sui quali il Consorzio ha da tempo puntato.

Pubblicità
Pubblicità

Un’ulteriore conferma della centralità della Gestione del Rischio che sta vivendo notevoli evoluzioni positive, a partire dall’importante dotazione finanziaria della prossima Politica Agricola Comune (PAC) in partenza dal primo gennaio 2023 che vedrà risorse dedicate al nostro comparto per oltre 3,2 miliardi di euro. Il Fondo SottoSoglia è stato attivato nel 2009 da Co.Di.Pr.A. per riuscire a rispondere in maniera veloce alle esigenze del territorio. I fondi mutualistici IST – continua il presidente – si stanno rivelando dei salvadanai per noi agricoltori, da aprire in caso di bisogno, come sta accadendo in questo momento storico particolare per ammortizzare situazioni particolari”.

“Le misure attivate a favore degli allevatori della nostra provincia – sottolinea Marica Sartori, direttore Co.Di.Pr.A. – hanno già permesso di liquidare, in questi giorni, oltre 1 milione di euro, al quale si aggiungeranno nei prossimi giorni ulteriori 1,2 milioni di euro, per un totale liquidato di oltre 2,2 milioni di euro a favore di 660 aziende, sia del mondo afferente ai caseifici/latterie cooperative che del mondo privato. Le liquidazioni sono state erogate velocemente grazie alla possibilità di sfruttare uno strumento già attivo e conosciuto dagli agricoltori trentini appartenenti a tutti i comparti produttivi, il Fondo SottoSoglia, nonché alla capacità finanziaria di Co.Di.Pr.A.

Oltre a questa prima boccata d’ossigeno per gli allevatori, le misure adottate hanno permesso di consolidare il Fondo IST Latte, uno strumento straordinariamente importante e fortemente agevolato dalla Comunità Europea (contributo pubblico pari al 70%) nato in maniera lungimirante nel 2019 e che ad oggi può contare su una dotazione finanziaria di quasi 3,4 milioni di euro a disposizione degli aderenti. Il consolidamento del Fondo IST Latte ha permesso di allargare la platea degli aderenti alla quasi totalità delle imprese zootecniche da latte bovino presenti in provincia di Trento. Per l’annata 2021 siamo in attesa di comunicazioni da parte del Ministero per avere conferma dell’effettivo riconoscimento del verificarsi delle condizioni di perdita di reddito diffusa e, dunque, di quantificare e pagare gli indennizzi per perdite di reddito in favore delle imprese zootecniche aderenti” sottolinea Sartori.

“Le misure della gestione del rischio – conclude il Presidente – diventano fondamentali nei momenti difficili, oggi le imprese potranno avere prova e toccare con mano gli importanti risultati.”

 

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Piana Rotaliana7 ore fa

Sorpreso a rubare all’interno della bocciofila viene bloccato da un carabiniere in congedo. Arrestato 38 enne italiano

Val di Non – Sole – Paganella8 ore fa

A Terzolas la presentazione dell’archivio musicale del Coro Santa Lucia di Magras e del volume “Vesperale di Varollo”

Val di Non – Sole – Paganella8 ore fa

A Predaia si rifanno le pavimentazioni in porfido

Alto Garda e Ledro9 ore fa

Comune di Madruzzo: l’Assessore Bisesti insieme al sindaco Bortoli, ha visitato le tante realtà scolastiche del territorio

Bolzano9 ore fa

Elicottero dell’esercito in balia del vento: sfiorato l’impatto sulle montagne

Trento9 ore fa

Al Buonconsiglio il convegno sulla certificazione della «Pietra Trentina»

Trento10 ore fa

Primo incontro oggi tra l’assessore provinciale alla mobilità Mattia Gottardi e Trenitalia

Trento10 ore fa

Coronavirus: 760 nuovi positivi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento10 ore fa

Sul sito di Appa è consultabile il report mensile sulla qualità dell’aria di settembre

Trento12 ore fa

Analisi meteorologica del mese di settembre 2022, più asciutto della media

Rovereto e Vallagarina12 ore fa

Variante di Mori ovest: via alla gara per il sottopasso

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

Sanzeno, camion sbaglia manovra e finisce contro un veicolo parcheggiato

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

Anestesia di Cles: il nuovo direttore è Michela Zardin

Trento14 ore fa

Paccher alle Camere di Commercio: “Bene ferrovia ma Valdastico resta tassello fondamentale”

Trento14 ore fa

Il gestore del Rifugio Capanna Ghiacciaio sulla Marmolada fa partire una raccolta fondi su Gofoundme

Trento2 settimane fa

Caro bollette, supermercati Eurospin: «Abbiamo perso ogni speranza»

Trento3 settimane fa

Caro energia: dalla provincia arrivano 180 euro per ogni famiglia

Trento5 giorni fa

Relazione della D.I.A.: in Trentino presenti le Mafie Calabresi, nigeriane e albanesi

Trento3 settimane fa

Autovelox e semafori intelligenti in funzione dal 19 settembre. Ecco dove sono installati

Arte e Cultura3 settimane fa

A Riva del Garda Serena Dalla Torre si riconferma campionessa italiana di Body Painting

Trento3 settimane fa

Dopo 20 anni di amore Tony Menegatti sposa la sua Laura

Trento2 settimane fa

Il comune fa cassa: 104 multe in sole 3 ore grazie ai nuovi semafori «intelligenti»

Valsugana e Primiero4 settimane fa

Impiccato in garage, i Carabinieri di Borgo compiono il miracolo

Trento1 settimana fa

Ritrovata la 18 enne scomparsa sabato dopo la scuola

Politica1 settimana fa

Elezioni 2022, ecco i primi trombati eccellenti

Trento2 giorni fa

Sette tornanti: giovane agganciato dall’alettone di una macchina – IL VIDEO

Io la penso così…7 giorni fa

Giulia Torelli: Le turbe psichiche di questo soggetto sono particolarmente evidenti

Val di Non – Sole – Paganella6 giorni fa

Dramma in Val di Non: il corpo di una donna recuperato nella forra del torrente Pongaiola

Trento3 settimane fa

Morto a soli 61 anni Luca Mazzalai, partecipò ad oltre 20 edizioni della Trento Bondone

Le ultime dal Web1 settimana fa

«I vecchi devono stare a casa fermi, immobili, e non devono votare». è bufera su Giulia Torelli – IL VIDEO

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza