Connect with us
Pubblicità

Trento

Come sta cambiando la professione di accompagnatore e guida turistica in Trentino: l’intervista a Laura Tessaro

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Informare coloro che sono interessati a svolgere la professione di guida turistica è necessario, in vista della ripresa dell’attività dopo la crisi determinata dalla pandemia e dai cambi di scenario per la guerra in Ucraina.

Mentre nella Comunità Economica Europea (CEE) risulta pressoché unificata la figura professionale di guida turistica e accompagnatore turistico, che può praticare l’attività su tutto il territorio, in Italia i due profili professionali sono ben distinti.

Nella Provincia Autonoma di Bolzano le professioni di guida ed accompagnatore turistico sono regolamentate dalla legge provinciale del 5/12/2012 nr. 21 e per poter essere esercitate prevedono il superamento di un esame provinciale e l’iscrizione in un albo professionale della Provincia Autonoma di Bolzano Alto-Adige.

Pubblicità
Pubblicità

Per la Provincia Autonoma di Trento, secondo quanto stabilito dall’art. 2, comma 1 della legge provinciale 14 febbraio 1992 n. 12 e s.m. “Disciplina dell’esercizio delle attività professionali di guida turistica, accompagnatore turistico ed assistente di turismo equestre”, è guida turistica chi, per professione, accompagna persone singole o gruppi di persone nelle visite ad opere d’arte, a musei, a mostre, a gallerie, a scavi archeologici, illustrando le attrattive storiche, artistiche, monumentali, paesaggistiche e naturali.

L’accompagnatore turistico, invece, svolge mansioni pratiche e burocratiche relative alla riuscita dell’intero tour organizzato. Assiste persone singole o gruppi nei viaggi attraverso il territorio nazionale o all’estero, curando l’attuazione del programma di viaggio, fornendo elementi significativi e notizie di interesse turistico sulle zone di transito, al di fuori dell’ambito di competenza della guida turistica.

Se una Guida deve essere in grado di coinvolgere ed interessare il gruppo con una adeguata preparazione storico-artistica e aneddoti, l’Accompagnatore dovrà avere doti di empatia, di problem solving e gestione del gruppo. Per entrambe le figure è richiesta ottima padronanza di una o più lingue straniere.

Pubblicità
Pubblicità

L’esercizio della professione è subordinato all’abilitazione che si consegue mediante il superamento di un apposito esame, indetto con deliberazione della Giunta provinciale da pubblicare nel Bollettino ufficiale della Regione.

Abbiamo intervistato Laura Tessaro, socia storica dell’Associazione guide e accompagnatori turistici del Trentino (AGAT), nonché guida turistica di professione dal 1987 in Trentino.

Quali problematiche sta vivendo il settore con la ripresa dell’attività turistica?

“Riguardo al contesto locale occorre mettere in evidenza la mancata istituzione di esami di abilitazione alla professione dal 2014 – a differenza di Bolzano – necessari a dare nuova linfa al settore, puntando al ricambio generazionale del personale per raggiunti limiti di età.

Tra le guide turistiche abilitate all’esercizio della professione nella provincia di Trento, circa una quarantina sono iscritte all’AGAT, la cui presidente Lara Sisto è stata recentemente nominata a capo dell’associazione. La conoscenza delle lingue straniere è fondamentale, ma si trova difficoltà a reperire personale con padronanza del tedesco, prima lingua straniera sul Garda”.

Laura Tessaro sollecita l’intervento della Provincia per risolvere la situazione di stallo e prevenire l’abusivismo. E’ comunque l’inglese la lingua straniera maggiormente utilizzata in città e nell’ambito sportivo in val di Fassa; a Trento è aumentata la presenza di turisti polacchi, spesso è il loro accompagnatore che traduce.

Nel mese di aprile 2022 quali novità ha rilevato come guida turistica a Trento?

“Durante le vacanze di Pasqua la città di Trento è risultata più attrattiva rispetto ad altre mete turistiche; l’azione di Trentino Marketing unita alla presenza dei vari Festival ed eventi ha richiamato turisti in città (meno italiani e più stranieri).

Gli americani apprezzano il piacere e la tranquillità di camminare per le vie spaziose del centro, evitando la ressa presente a Verona o in altre città d’arte. Si può stare più distanziati e godere della visita guidata, scorci da fotografare senza troppi timori.

E’ di moda il Trekking urbano, una forma di turismo che coniuga sport, arte, gusto e voglia di scoprire gli angoli più nascosti e curiosi delle città, spostarsi un po’ più velocemente, ammirando la bellezze delle piazze, chiese, palazzi, monumenti e affreschi. Il Castello del Buonconsiglio con Torre Aquila e anche piazza Dante.

Ma ciò che interessa al turista straniero sono anche le abitudini dei trentini: da piazza Duomo con la Cattedrale, via Belenzani, a piazza Pasi per l’aperitivo, alla casa del cioccolato per il caffè di mezza mattina delle signore, la spesa e via oppure il calice di vino prima di pranzo per gli uomini.

Perché ai trentini piace camminare, nel pomeriggio e nel fine settimana, d’inverno con gli sci e ciaspole, il gusto della buona pizza e dei vini, mentre in estate va forte la bibita di acqua con sambuco.

I turisti notano la pulizia del centro storico e il caratteristico scorcio di via Mazzini con i suoi baretti fino a via Calepina; la città è ringiovanita anche per merito delle Università”.

Così prosegue il racconto della guida, tra passeggiate e pillole di storia evitando atteggiamenti formali, oltre alla città propone una visita sul Doss Trento e magari un Trekking estivo a Sardagna.

Ricominciano a gironzolare le scolaresche provenienti dalle vicine regioni di Veneto e Lombardia, anche a loro visite guidate di qualità e presenza di strutture adeguate all’ospitalità in ostelli e oratori.

“Le guide turistiche sono figure professionali molto apprezzate che fanno da tramite, ambasciatori del territorio che presentano, sempre più richieste non solo per visite guidate di gruppo, ma anche da una o due famiglie con figli (magari dopo la visita al Muse)”, commenta la Tessaro.

Quali sono i requisiti fondamentali della guida turistica?

“La conoscenza (fluente) delle lingue straniere, comunicazione, aggiornamento continuo, formazione sul campo ed esame abilitativo.

Storia, geografia e storia dell’arte sono le materie principali che fanno parte del bagaglio professionale.  Le APT o l’Associazione guide (AGAT) raccolgono iscrizioni per visite guidate/trekking urbani che si effettuano in italiano o inglese”.

Il risvolto più immediato della pandemia ha coinvolto agenzie di viaggio, guide/accompagnatori turistici e soprattutto autisti di bus, usciti da questa fetta di mercato e spesso riciclati in altre professioni, ora difficili da trovare.

E’ circa una ventina il numero massimo consentito di partecipanti per ciascun viaggio di gruppo, certamente più gestibile ma non copre i costi, per un guadagno è auspicabile arrivare a 40.

Viaggiano in gruppo soprattutto pensionati con destinazioni di 4-5 giorni, con un apprezzabile indotto negli acquisti di souvenir e prodotti enogastronomici.

In attesa di regolamentazione uniforme da parte dello Stato, si dibatte sui temi della concorrenza e liberalizzazione delle licenze turistiche (o se sottrarre le guide alla normativa Bolkestein), nonché sulla pressione tedesca per l’esercizio delle professioni di guida/accompagnatore in Italia con proprio personale.

Ma c’è qualcosa di nuovo: nell’ambito del progetto europeo PURE a cui ha partecipato un team di ricerca della Fondazione Bruno Kessler (FBK), è stata recentemente sviluppata l’app Hidden Trento, alla scoperta della città nascosta del ‘500.

Il turista o il residente ha la possibilità di sperimentare le nuove opportunità fornite dalla tecnologia contemporanea: l’app Hidden esplora la Trento del Rinascimento attraverso gli occhi di personaggi storici in compagnia di guide virtuali.

Tra le esperienze disponibili in tre lingue (italiano, tedesco e inglese) segnaliamo: “Ostesse, principi e migranti” – una passeggiata di circa un’ora all’Osteria della Rosa nel quartiere di S. Pietro e Piazza Duomo.

Oppure “La città del Concilio” per scoprire come cambiò l’antica città di Trento visitando il Castello del Buonconsiglio, Palazzo Roccabruna, Palazzo delle Albere e la Torre Massarelli.

Tali progetti ben si conciliano con le professioni tradizionali delle guide e accompagnatori turistici, che ancora oggi sanno creare emozioni, divulgando contenuti artistico-culturali tramite la comunicazione e la conoscenza specializzata delle bellezze del territorio trentino.

  • Pubblicità
    Pubblicità
Arte e Cultura8 minuti fa

Il grande Brian Eno in Trentino: inaugurazione al Castello del Buonconsiglio venerdì 19 agosto

Valsugana e Primiero31 minuti fa

Da Grigno a Tokyo: il desiderio di creare ponti di Ludovico Minati, tra elettronica, fisica e neuroscienze

Trento1 ora fa

Piano attività 2022-2024 Trentino sviluppo: in arrivo altri 4 milioni di euro

Trento10 ore fa

Scuola, stop all’obbligo di indossare le mascherine per personale e alunni

Val di Non – Sole – Paganella10 ore fa

“Quello che possiamo imparare in Africa”: Cavareno incontra don Dante Carraro

Trento10 ore fa

Sanità trentina: 4,5 milioni di euro per abbassare le liste di attesa

Valsugana e Primiero12 ore fa

Era evaso dai domiciliari, 25 enne del Burkina Faso arrestato a Levico Terme

Val di Non – Sole – Paganella12 ore fa

La Pro Loco di Tassullo si rinnova: Luca Pilati è il nuovo presidente

Arte e Cultura13 ore fa

Il Mart a Palazzo Libera e al Parco Guerrieri Gonzaga di Villa Lagarina

Trento14 ore fa

Coronavirus in Trentino: un decesso e 324 contagi nelle ultime 24 ore

Trento14 ore fa

Ancora un incidente nei boschi dell’Altipiano di Brentonico: ferito un boscaiolo 72 enne

Fiemme, Fassa e Cembra14 ore fa

Maltempo in Alta Val di Fassa, dichiarato lo stato di calamità

Val di Non – Sole – Paganella15 ore fa

Anche il Comune di Spormaggiore è “cardioprotetto”

Val di Non – Sole – Paganella16 ore fa

L’Asuc di Tuenno sistema la strada forestale, il consigliere Santini si complimenta col direttivo

fashion16 ore fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Val di Non – Sole – Paganella2 giorni fa

Mamma orsa in giro con i cuccioli a Spormaggiore – IL VIDEO

Fiemme, Fassa e Cembra4 settimane fa

Trentasette anni fa la tragedia di Stava: per non dimenticare!

Trento2 giorni fa

Tutti animalisti con gli orsi degli altri

Trento2 giorni fa

Mega rissa tra stranieri in centro storico nella notte – IL VIDEO

Rovereto e Vallagarina2 giorni fa

Ritrovato dopo due giorni il corpo di Willy, il ragazzo annegato nel lago di Lavarone

Trento2 giorni fa

Morì durante una pratica sadomaso a Trento: assicurazioni condannate a risarcire la famiglia

Val di Non – Sole – Paganella3 giorni fa

Per ferragosto a Cles quattro giorni di eventi ‘fantastici’

Val di Non – Sole – Paganella2 giorni fa

Escono di strada con la moto, deceduti due motociclisti

Trento2 giorni fa

Grosso incendio presso la discarica Podetti. In azione decine di vigili del fuoco

Rovereto e Vallagarina2 giorni fa

Lavarone: anche oggi si cerca senza sosta il corpo di Willy

fashion16 ore fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Rovereto e Vallagarina2 giorni fa

“Ciao Willy, avrai un intera comunità che pregherà e si ricorderà di te, buon viaggio” il saluto del Comune di Lavarone

Trento3 giorni fa

1.000 euro ad una famiglia trentina: l’Hotel dovrà risarcire il 50% della vacanza

eventi3 giorni fa

Miss Italia: ad Andalo vince la 18 enne Isabel Vincenzi

Italia ed estero2 giorni fa

29 enne austriaca rifiuta un’eredità di 4 miliardi di euro

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza