Connect with us
Pubblicità

Vita & Famiglia

Coghe di Pro Vita & Famiglia Onlus: «Petizione contro il gender nelle scuole, Kaswalder ascolti le famiglie»

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Una petizione di Pro Vita & Famiglia Onlus, con circa 6mila firme raccolte è stata consegnata al Presidente del Consiglio della Provincia Autonoma di Trento, Walter Kaswalder, per chiedere la difesa della libertà educativa dei genitori nelle scuole e, in particolare, per chiedere di adottare misure volte a contrastare l’ideologia gender. Abbiamo chiesto il perché e i dettagli di questa iniziativa al portavoce della Onlus, Jacopo Coghe.

Cosa chiedete esattamente con questa petizione?

«Abbiamo chiesto al Consiglio Provinciale di Trento di attivarsi per l’approvazione di una legge che vada nella direzione di garantire a tutti i genitori che nelle scuole non siano ammessi, in nessun caso e per nessuna ragione, insegnamenti o progetti che riguardino l’ideologia gender».

Perché questa necessità?

«Non solo qui a Trento, ma purtroppo in tutta Italia, è palese come la propaganda gender stia dilagando nelle scuole e negli Istituti di ogni ordine e grado. La politica ha tentato di legittimare questa imposizione nelle scuole con il ddl Zan che per fortuna è stato affossato. In Trentino è successo anche, con un caso eclatante, e ci siamo mossi con una petizione».

Cosa è successo?

«Lo scorso novembre abbiamo ricevuto numerose segnalazioni di genitori indignati per la pubblicità che l’Istituto Comprensivo Alta Vallagarina stava facendo ad un evento sul gender del MUSE, invitando gli stessi genitori a partecipare all’evento. L’Istituto comprensivo raggruppa scuole elementari e medie, dunque la pubblicità della scuola si rivolgeva a bambini e adolescenti  giovanissimi, anche perché nel testo della mail diffusa dall’Istituto si affermava che il dibattito si sarebbe tenuto “mettendo al centro l’opinione di adulti e ragazzi”».

Ora cosa vi aspettate?

«Le 5.942 firme rappresentano una fetta importantissima dei nuclei familiari con figli nella provincia di Trento. Questo significa che la nostra richiesta di una legge è largamente condivisa è un bisogno forte, considerato fondamentale dalle famiglie trentine. Auspichiamo quindi che il Consiglio Provinciale ascolti la popolazione e accolga positivamente questa richiesta. Al di là di qualsiasi colore politico questa è una battaglia trasversale e di civiltà, proprio perché vuole difendere la libertà educativa dei genitori e la stessa crescita dei bambini».

  • Pubblicità
    Pubblicità
Rovereto e Vallagarina6 giorni fa

Tragico incidente nella notte a Isera, perde la vita un 21 enne di Avio

Trento2 giorni fa

Trovate dai cani antidroga centinaia di dosi nascoste nelle piazze di Trento: 30 denunce nello scorso week end

Val di Non – Sole – Paganella1 settimana fa

Mamma orsa in giro con i cuccioli a Spormaggiore – IL VIDEO

Trento17 ore fa

«Via da Trento per la paura»: la storia di Patrizio e Ivana emigrati felici in Slovenia

Trento5 giorni fa

Rischia di travolgere i bambini, bloccato dai genitori: «Sono soggetto alla 104, non possono farmi nulla»

Rovereto e Vallagarina5 giorni fa

Noriglio in mano alle baby gang e al degrado. La denuncia di Andrea Bertotti

Trento1 settimana fa

Tutti animalisti con gli orsi degli altri

Trento1 settimana fa

Mega rissa tra stranieri in centro storico nella notte – IL VIDEO

eventi1 settimana fa

Miss Italia: è Eleonora Lepore di San Candido «Miss Schenna»

Val di Non – Sole – Paganella1 settimana fa

Per ferragosto a Cles quattro giorni di eventi ‘fantastici’

Trento4 giorni fa

Vittoria De Felice contro il PD Trentino: «Partito borghese che non vede i veri problemi della gente»

Fiemme, Fassa e Cembra5 giorni fa

Miss Italia torna a Moena: la reginetta è Giulia Barberini. Eletta anche la Soreghina 2023

Trento1 settimana fa

Morì durante una pratica sadomaso a Trento: assicurazioni condannate a risarcire la famiglia

Rovereto e Vallagarina1 settimana fa

Ritrovato dopo due giorni il corpo di Willy, il ragazzo annegato nel lago di Lavarone

fashion7 giorni fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza