Connect with us
Pubblicità

Le Vignette di Fabuffa

I furbetti del reddito di cittadinanza e gli stipendi vergognosamente inadatti alla sopravvivenza

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

In un paese che sul Covid crede più a Pupo che al Professor Andrea Crisanti, dove si cacciano dal treno ragazzi disabili che avevano regolarmente prenotato i posti a sedere e che crede ancora che i litigi a “Uomini e donne” siano veri, è ovvio che una misura come il Reddito di Cittadinanza diventi un gran pasticcio.

In queste ultime settimane si è tornati a parlare dei furbetti del Rdc: lavoratori in nero, famiglie che anagraficamente si sono polverizzate, per avere ognuno il proprio sussidio dallo Stato, oppure gente che, sottoposta a provvedimento giudiziario, continuava ad avere l’Rdc come se nulla fosse, eccetera eccetera.

I modi per raggirare l’Inps sono molteplici e fin troppo semplici da scovare, per un popolo dedito al “chiagni e fotti” come il nostro.

A fronte di tante famiglie, che con il Reddito di Cittadinanza hanno reso meno drammatica la condizione di povertà, ce ne sono altre che, con questa misura, non è che si siano arricchite, ma hanno migliorato la propria condizione economica, che partiva già da una situazione di sostanziale benessere.

Diverse famiglie con, per esempio, 5 componenti, si sono trasformate in altrettanti nuclei unifamigliari, con un Isee a testa e altrettanti Rdc; poi ancora, studenti e studentesse universitari, che si sono trasferiti nella città dell’Ateneo, prendendoci la residenza, guadagnando così un Isee a “zero” con il pieno diritto di avere il loro bel Rdc.

Così noi contribuenti, che ci alziamo alle sei del mattino per andarci a spaccare la schiena al lavoro, sgobbiamo anche per loro, oltre che per i già irritanti parlamentari, ministri e compagnia cantando.

Ultimamente, anche per le considerazioni idiote dei vari Flavio Briatore e Alessandro Borghese-Bouchet, è emersa la considerazione secondo cui tanti si eclisserebbero davanti alla possibilità di lavorare, con la scusa che “tanto c’è il reddito di cittadinanza”.

E’ vero! C’è chi fa così. Ma, volendo ragionare all’italiana, sarebbe un po’ da pirla accettare un lavoro da 500 euro al mese , magari spendendone 100 per la benzina, quando ne puoi avere 500 senza muoverti dal divano.

Non vogliamo giustificare gli scansafatiche (chi vi scrive a 18-20 anni lavorava 10 ore al giorno, facendo la gavetta giornalistica, quasi totalmente aggratis) ma, se gli stipendi sono vergognosamente inadatti alla sopravvivenza, è chiaro che la tentazione di cedere alla pigrizia sia forte.

Per rendere più “giusto” il Reddito di Cittadinanza, il cui principio è da ritenere condivisibile (ma per chi ne ha davvero bisogno), basterebbe far emergere un po’ di lavoro sommerso, legare il reddito alla condizione della famiglia di origine e pagare i dipendenti in modo dignitoso, permettendo loro di poter “vivere” (davvero) attraverso il lavoro.

Così facendo il divario tra gli euro del Reddito di Cittadinanza e quelli percepiti con uno stipendio, sarebbe tale da motivare sempre più persone ad alzare il sedere dal divano e firmare un contratto con un datore.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento9 minuti fa

«Aiutami a fare da solo. Bambini oggi, fragilità e risorse»: stasera il secondo appuntamento per le scuole primarie trentine

Trento24 minuti fa

Nasce il Consorzio delle APT del Trentino: «Una grande opportunità»

Fiemme, Fassa e Cembra31 minuti fa

Anna Reolon, «Mamma d’Italia 1970»: Il Sindaco di Fornace racconta la sua incredibile storia

Trento12 ore fa

Basta catene ai cani, multe fino a 800 euro. Claudio Cia: «Disegno di legge di civiltà»

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

Messa in sicurezza della SS421, la soddisfazione di Denis Paoli: «Appalto del secondo lotto previsto a inizio 2023»

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

Vigili del Fuoco Val di Sole: quest’anno 1.500 interventi per 380 pompieri effettivi

Fiemme, Fassa e Cembra14 ore fa

Ospedale Cavalese: la Giunta dichiara l’interesse pubblico

Val di Non – Sole – Paganella14 ore fa

Bentornato sci: a Pontedilegno-Tonale aprono gli impianti, via a una nuova stagione invernale

Val di Non – Sole – Paganella14 ore fa

Melinda vince il premio «Vivere a spreco zero 2022» nella categoria ortofrutta

Sport15 ore fa

Morto il ciclista Davide Rebellin: è stato travolto da un camion

Piana Rotaliana16 ore fa

Living LAB alla FEM «Vite e clima: quali scenari futuri?»

Trento17 ore fa

Trento terza nella classifica italiana delle città più digitalizzate ICity Rank ‘22

Bolzano17 ore fa

Rubano i vestiti ad un anziano in ospedale: l’azienda sanitaria chiede lo scontrino per risarcire

economia e finanza17 ore fa

L’indice di fiducia dei consumatori trentini rimane negativo. Cala anche il potere d’acquisto dei consumatori

Ambiente Abitare17 ore fa

Lupi, Enpa: «un’altra conferma che l’allarme-lupo è strumentale»

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento2 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Trento1 settimana fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Trento3 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Trento1 settimana fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento3 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Le ultime dal Web2 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento3 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Trento2 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

Trento2 settimane fa

Trento in lutto, è morto Rinaldo Detassis fondatore di Elettrocasa

Trento3 settimane fa

Paura in Trentino per una scossa di Terremoto

Rovereto e Vallagarina6 giorni fa

Via libera per la costruzione della mega stalla a Terragnolo. La polemica però continua

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza