Connect with us
Pubblicità

Trento

Il contributo del Trentino alla ricerca sui cambiamenti climatici al Workshop organizzato dall’Appa

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Il riscaldamento globale sta mostrando conseguenze sempre più severe, sia su scala globale che locale, tanto che quella attuale è riconosciuta come una situazione di crisi o di emergenza climatica.

I rapporti dell’IPCC (Panel Intergovernativo sui Cambiamenti Climatici) pubblicati negli ultimi mesi, ribadiscono che la gravità della situazione e che l’azione per il clima è quanto mai urgente, sia in termini di mitigazione (ossia di riduzione delle emissioni di gas climalteranti) che di adattamento (cioè di riduzione della vulnerabilità e miglioramento della resilienza ai cambiamenti climatici dei sistemi naturali e socio-economici e delle comunità umane), per affrontare gli impatti ormai inevitabili.

Anche in Trentino gli impatti dei cambiamenti climatici sono evidenti da tempo – si pensi alla situazione dei nostri ghiacciai – sugli ecosistemi naturali, sul sistema produttivo, in particolare nei settori dell’agricoltura, della produzione energetica e del turismo. Questo e tanto altro, è emerso nel corso del workshopCambiamenti climatici: il contributo della ricerca in Trentino”, organizzato dall’Appa (Agenzia provinciale per la protezione dell’ambiente) e tenutosi oggi presso la sala conferenze del Muse, che ha visto i principali soggetti scientifici operativi in Trentino sulle tematiche legate al clima (Fondazione Mach, Fondazione Kessler, Muse, H.I.T. e Università degli studi di Trento) presentare le proprie attività di ricerca ad un folto pubblico di colleghi e dipendenti delle strutture provinciali interessate.

Durante la giornata si sono alternate presentazioni relative ai settori di ricerca più diversi: tra gli altri risorse idriche, pericoli naturali, suolo, ecosistemi terrestri e acquatici, agricoltura, foreste, sistema energetico, salute e benessere umano, turismo e paesaggio. Come ha sottolineato il vicepresidente della Provincia autonoma, Mario Tonina, l’evento ha messo in mostra l’enorme ricchezza di contenuti e capacità che caratterizza il sistema trentino della ricerca, in grado di fornire un quadro conoscitivo molto completo sugli effetti dei cambiamenti climatici nel territorio provinciale, ma anche un primo portfolio di adeguate soluzioni – tecnologiche e non – di mitigazione e adattamento.

Per affrontare la sfida posta dai cambiamenti climatici, la Giunta provinciale ha approvato l’anno scorso il programma Trentino Clima 2021-2023, come atto di indirizzo verso la futura Strategia provinciale di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici.

L’implementazione è coordinata dall’Appa e prevede una serie di attività tecnico-scientifiche da realizzarsi in stretta collaborazione con le strutture provinciali del Tavolo di coordinamento e azione sui cambiamenti climatici e con gli enti scientifici del territorio, in particolare con quelli che compongono il Comitato Scientifico individuato nel documento: Fondazione Mach, Fondazione Kessler, Muse, H.I.T. e Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica dell’Università degli studi di Trento.

Pubblicità
Pubblicità

Tra queste attività spiccano la pubblicazione di un report aggiornato sullo stato del clima in Trentino, la realizzazione di scenari climatici di riferimento per il territorio provinciale e le analisi di vulnerabilità e rischio necessarie per individuare le azioni prioritarie per i diversi settori ambientali e socio-economici, che beneficeranno immediatamente dei risultati emersi durante il workshop odierno.

“La Provincia di Trento sul cambiamento climatico può essere di esempioha sottolineato il vicepresidente della Provincia Tonina – perché qui non si parte dall’anno zero. Sono stati adottati provvedimenti sul tema del cambio climatico come il Peap, Piano energetico ambientale provinciale e, appunto, Trentino Clima 2021-2023, che ha voluto da subito mettere l’accento su una più forte relazione tra le strutture provinciali, coordinate dall’Agenzia provinciale per la protezione dell’ambiente, e gli enti scientifici, nel definire i contenuti tecnici del percorso verso la Strategia provinciale di mitigazione e adattamento, contenuti che sono stati condivisi in fase preliminare.

Questa giornata di lavoro rappresenta quindi un importante appuntamento in tal senso, ed una tappa lungo un percorso che includerà anche il contributo di tutti gli altri attori del nostro territorio che svolgono importanti attività di monitoraggio e ricerca sul clima. Più in generale, questo percorso darà ampio spazio ad un confronto a tutto campo con i diversi soggetti sociali ed economici del territorio, in un processo partecipativo che Appa sta predisponendo anche in continuità con la Strategia provinciale per lo sviluppo sostenibile, il documento di programmazione più importante adottato dalla Giunta provinciale in materia ambientale.

Nei prossimi mesi, quindi, questo percorso ci consentirà di individuare gli elementi che caratterizzeranno la futura Strategia provinciale per i cambiamenti climatici, in maniera rigorosa dal punto di vista scientifico e tecnico e anche condivisa da tutte le parti. Il tema del cambiamento climatico va affrontato con grande impegno e concretezza da chi oggi ha responsabilità di governo, perché è un tema da cui dipende il nostro presente e il futuro delle giovani generazioni”.

Nell’ambito del percorso verso la Strategia l’evento di oggi costituisce un primo momento di incontro dedicato a favorire la conoscenza reciproca e la collaborazione tra i soggetti del mondo della ricerca scientifica in Trentino e le strutture dell’amministrazione provinciale sul tema dell’azione per il contrasto ai cambiamenti climatici.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Ambiente Abitare1 ora fa

Clima: Coldiretti, ghiacciai addio in anno più caldo di sempre +1,6 C°

Trento1 ora fa

Firmato un protocollo d’intesa per sostenere le aziende che lavorano sui mercati esteri

Bolzano1 ora fa

Alpe di Siusi: valanga travolge scialpinisti, per fortuna finisce tutto bene

Bolzano2 ore fa

Auto si schianta contro un albero: feriti trasportati al pronto soccorso

Piana Rotaliana2 ore fa

Istituto Agrario, iscrizioni fino al 10 dicembre e “premio” Eduscopio per la preparazione universitaria

Trento5 ore fa

Consiglio di Stato: altra sospensione della legge provinciale sul gioco d’azzardo

Valsugana e Primiero6 ore fa

Primiero: truffe agli anziani, la Chiesa scende in campo con i Carabinieri

Trento6 ore fa

Asse Brennero: incontro tra le Camere di Commercio e dell’Economia

Ambiente Abitare6 ore fa

Bene la qualità dell’aria nel mese di novembre in tutto il Trentino

Trento6 ore fa

Ieri a palazzo Chigi ncontro tra la Commissione Protezione civile e il ministro Musumeci

economia e finanza7 ore fa

Istat: confermata la crescita di Pil e lavoro, ma rimangono dubbi per il 2023

Arte e Cultura8 ore fa

Alla Batibōi Gallery di Cles l’esposizione “PRINT ME LOUD” – 5 artiste – 5 tecniche diverse

Cani Gatti & C9 ore fa

Associazioni animaliste, divieto catena: “La legge sarà un valido strumento per migliorare la vita di molti cani.”

Vita & Famiglia9 ore fa

La denuncia di Pro Vita & Famiglia: «Ecco come l’UE vuole imporre l’utero in affitto»

Fiemme, Fassa e Cembra13 ore fa

Drammatico incidente a Tesero, muore Giancarlo Vinante

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento3 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Io la penso così…6 giorni fa

Coredo: «I maiali che mangiavano fango: il veterinario si dimetta»

Trento2 settimane fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento2 settimane fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Trento1 settimana fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Le ultime dal Web3 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Io la penso così…3 giorni fa

Sono fan dei Maneskin…ma quando si esagera non va bene

Trento4 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Val di Non – Sole – Paganella4 giorni fa

Paura nella notte a Cles: a fuoco un’abitazione in zona Spinazzeda

Trento3 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

Trento3 settimane fa

Trento in lutto, è morto Rinaldo Detassis fondatore di Elettrocasa

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza