Connect with us
Pubblicità

Telescopio Universitario

L’Ateneo lancia una raccolta fondi per Afghanistan e Ucraina

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

«Lo studio e la libertà scientifica sono diritti umani. In Afghanistan e in Ucraina oggi sono violati. Aiuta docenti e studenti in fuga da paesi a rischio a riappropriarsi del loro futuro».

Questo è il messaggio della campagnaUniTrento per l’Afghanistan e Ucraina” che l’Ateneo trentino ha lanciato oggi sul suo portale. Una campagna che invita a tutta la cittadinanza a mobilitarsi ancora una volta per una causa importante: dare sostegno concreto a chi scappa da guerra e da situazioni di pericolo e che desidera continuare a studiare, a fare ricerca.

Un appello che si rinnova dopo la grande adesione alle iniziative lanciate negli anni scorsi dall’Università di Trento a favore delle studentesse e degli studenti, di studiose e studiosi rifugiati, a cui i trentini hanno risposto con grande generosità.

Pubblicità
Pubblicità

Scopo della campagna è il finanziamento di varie tipologie di borse da ricavare attraverso donazioni spontanee. Alcune borse serviranno per sostenere gli studi per le lauree triennali e magistrali e altre invece saranno dedicate a studiosi e studiose per attività di ricerca post-laurea, borse di dottorato o assegni di ricerca. Il progetto si rivolge a persone in esilio o che devono ancora lasciare il loro Paese, primariamente a cittadine e cittadini afghani e ucraini.

Una particolare attenzione verrà anche riservata a chi si trova in condizione di fragilità per motivi etnici, di genere o di disabilità. Donare è semplice: basta collegarsi alla pagina www.unitn.it/fundraising sul portale di Ateneo e seguire le istruzioni. Le donazioni a favore dell’Università di Trento sono deducibili dal reddito.

«La drammatica situazione in Afghanistan e Ucraina richiama il mondo universitario, le istituzioni politiche e le reti della società civile ad un senso di responsabilità per preservare e potenziare il capitale culturale e il sapere scientifico, dei membri delle comunità universitarie afghane e ucraine attualmente oggetto di persecuzioni» commenta il rettore Flavio Deflorian.

Pubblicità
Pubblicità

«Anche noi abbiamo voluto fare la nostra parte sostenendo le persone che sono a rischio con misure concrete. L’Ateneo infatti anticiperà le risorse necessarie all’attivazione delle borse di studio e degli assegni di ricerca, nella speranza di coprire i costi grazie alla generosità della comunità trentina, da sempre attenta e pronta a rispondere agli appelli della nostra università. È una scommessa che, sono sicuro, vinceremo».

«Attraverso i canali Futura e Sar, l’Università di Trento sta ricevendo un numero crescente di richieste di supporto da studentesse e studenti, studiose e studiosi che sono stati costretti ad abbandonare il loro paese, e conseguentemente ad interrompere gli studi o il loro lavoro di ricerca» spiega Ester Gallo, delegata del rettore alla Solidarietà accademica e internazionale.

«Prima eravamo concentrati sulla situazione in Afghanistan. Ora le richieste arrivano sempre più numerose anche dall’Ucraina. Due paesi “simbolo” ma che certamente non sono i soli a soffrire casi di persecuzione e violenze contro le comunità universitarie. Abbiamo deciso di agire su entrambi i fronti, avviando un progetto unico, che non sia soltanto una mera accoglienza, ma un vero e proprio programma di inclusione scientifica e che possa essere esteso anche ad altri paesi e situazioni. Non ci limiteremo a valutare soltanto lo stato di rischio, ma avranno un peso importante anche le qualifiche di studio e il curriculum delle persone a cui daremo accoglienza».

Il progetto è rivolto in via prioritaria a cittadine e cittadini afghani e ucraini che si trovano nei rispettivi paesi ma che hanno dovuto abbandonare gli studi o il lavoro di ricerca in università o enti di ricerca. Ma anche che si trovano nei Paesi di prima accoglienza, in Italia o in un paese membro dell’Unione europea e che hanno fatto richiesta o già ottenuto domanda di asilo (status di rifugiato o protezione sussidiaria). Infine è incluso anche chi è stato/a riconosciuto/aa rischio’ da parte della rete Scholars at Risk o da altre organizzazioni internazionali riconosciute come lo Scholars Rescue Fund o il Council for At Risk Academics.

Fondazione Caritro: già stanziati 100mila euro per le personea rischio”. Prima a partecipare, ancora prima del lancio ufficiale della campagna è la Fondazione Caritro che non ha fatto mancare il sostegno all’Ateneo anche per questa iniziativa.

«Considerata l’attenzione che la Fondazione rivolge per il sostegno a progetti di ricerca, a percorsi di formazione e crescita delle risorse umane, nonché ad interventi volti a favorire inclusione sociale di profili svantaggiati, si è ritenuto strategicocommenta Mauro Bondi, presidente della Fondazione Caritro investire nel progetto Scholars at risk e Futura, stanziando un importo di 100 mila euro, volto a co-finanziare borse di studio, borse di dottorato, assegni di ricerca e spese di accoglienza, favorendo la contemporanea convergenza di questi intenti con l’Università di Trento.

Alla luce degli eventi ed accadimenti che si sono susseguiti a livello internazionale negli ultimi mesi, è apparso particolarmente urgente e doveroso, non solo dal punto di vista umanitario, ma anche per garantire il diritto alla ricerca ed alla formazione, accrescere ulteriormente la consapevolezza che il Trentino è una comunità accogliente ed inclusiva». 

  • Pubblicità
    Pubblicità
Politica4 ore fa

Ugo Rossi dice addio a Calenda

Fiemme, Fassa e Cembra5 ore fa

Sorpresi dal temporale sulla ferrata dei Finanzieri: coppia salvata dal soccorso alpino

Fiemme, Fassa e Cembra5 ore fa

Frana il terreno sopra l’abitato di Fontanazzo, 11 escursionisti salvati dal soccorso Alpino

Val di Non – Sole – Paganella6 ore fa

In pensione la cuoca Gina Margoni, per 23 anni tra i fornelli della scuola materna di Vigo di Ton

Trento6 ore fa

Nella «giungla» di piazza Centa, entro agosto ricominciano i lavori

Fiemme, Fassa e Cembra7 ore fa

In 24 ore la Val di Fassa ripristina la viabilità e interviene sulle principali criticità dovute al maltempo

Trento7 ore fa

Laurea magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche: disponibili 25 posti per il corso biennale

Trento7 ore fa

Operativo il bando per il contributo FESR: «Investimenti in impianti fotovoltaici»

Arte e Cultura7 ore fa

Mercoledì 10 nel Giardino Juffmann a Cles Guido Smadelli presenta il suo libro “Dimmi di te”

economia e finanza8 ore fa

In Trentino le imprese giovanili aumentano del 2,4%

Hi Tech e Ricerca8 ore fa

Nasce a Rovereto in Smartpricing il miglior alleato dei receptionist

Val di Non – Sole – Paganella8 ore fa

Val di Sole, attivo il servizio medico per i turisti

Trento8 ore fa

Coronavirus: un decesso e 97 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento8 ore fa

Incidente in zona Castel Toblino, traffico paralizzato

Alto Garda e Ledro8 ore fa

Doppio incidente stradale sulle strade dell’Alto Garda: un centauro ferito e traffico in tilt

Fiemme, Fassa e Cembra3 settimane fa

Trentasette anni fa la tragedia di Stava: per non dimenticare!

Trento4 settimane fa

Coronavirus in Trentino: 603 contagi nelle ultime 24 ore, le rianimazioni sono «covid free»

Alto Garda e Ledro4 settimane fa

Si allarga pericolosamente il fronte dell’incendio sul Monte Baldo – IL VIDEO

Alto Garda e Ledro4 settimane fa

Riva del Garda: tornano i fuochi della «Notte di fiaba»

Trento4 settimane fa

Coronavirus in Trentino: 977 contagi nelle ultime 24 ore. Dai 40 ai 59 anni la fascia più colpita

Politica4 settimane fa

Ugo Rossi: «Non mi ricandiderò, il PATT ha rinunciato ad essere protagonista»

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Tragedia sul Monte Peller: muore un giovane di Cles

Trento4 settimane fa

Valanga della Marmolada non è caso unico, 10 turisti salvi per miracolo – IL VIDEO

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Laghi di Levico e Caldonazzo fuori controllo: risse, pestaggi, furti e atti di pirateria

Trento4 settimane fa

Dopo la separazione arriva anche il divorzio: finisce la storia d’amore tra Francesco Moser e Carla Merz

Politica4 settimane fa

Sondaggio Mentana: si arresta la discesa della Lega, cresce Forza Italia

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Attentato alla sede della Lega: l’anarchico «trentino» Sorroche condannato a 28 anni di carcere

Italia ed estero4 settimane fa

Clamorose rivelazioni di Nicola Gratteri: «Questo Governo sta smontando un secolo e mezzo di Antimafia»

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 496 contagi e boom di ricoveri nelle ultime ore in Trentino

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Rovereto: le testimonianze di chi ha subito furti dal benzinaio

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza