Connect with us
Pubblicità

Trento

Caro energia, Confapi: l’81% delle imprese trentine ha paura per la propria azienda

Secondo il sondaggio a rimanere colpiti dal fenomeno sarebbero soprattutto i pubblici esercizi, e gli Hotel. Il 78% si appellano alle istituzioni

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Secondo il sondaggio di Confapi Trentino ben il 65 % degli intervistati alla domanda “Quanto la preoccupa il caro energia per la sua impresa?”, risponde “molto”, il 28%abbastanza”. Il problema quindi è molto sentito da pare del tessuto economico trentino.

È piuttosto allarmante anche la risposta fornita alla seconda domandaQuanto ritiene che possa tale fenomeno del caro energia, mettere in seria difficoltà la sua azienda?”. In questo caso il 59 % degli intervistati dichiara “molto” e quasi un 22%, “abbastanza”.

L’analisi dei dati, con relativi incroci, dimostra che sono proprio i pubblici esercizi, ristoranti ed hotel, quelli più colpiti, oltre determinati settori artigianali produttivi.

Pubblicità
Pubblicità

Approfondendo i dati, possiamo inoltre leggere che sono le piccole imprese, di limitate dimensioni, sia artigianali che pubblici esercizi/ristorativi, quelli che addirittura sostengono che se i prezzi sono destinati ancora a crescere, o persistere nel lungo termine, non sapranno se saranno in grado di reggere valutando una chiusura.

Confapi Trentino, grazie a questo sondaggio, realizzato nel mese di marzo su un campione di 1500 aziende trentine, sulla base di un campionamento stratificato per settore e dimensioni, sul problema del caro energia, illustra i principali dat, nonché le prime misure operative pianificate a sostegno delle imprese trentine.

«Abbiamo deciso di realizzare questo sondaggio, proprio per comprendere quanto sia sentito questo problema dalle imprese trentine ed in particolare per focalizzare le implicazioni che sta avendo sul tessuto imprenditoriale locale. Non ha voluto essere solamente quindi un’operazione ascolto, ma soprattutto uno strumento per comprendere approfonditamente quanto e come, le aziende stiano vivendo difficoltà e come, per quanto possibile, si possa fornire loro un aiuto o delle soluzioni; sappiamo che poco possiamo di fronte ad una tempesta dagli scenari e dalle implicazioni internazionali, e per certi versi siamo consapevoli della nostra impotenza; tuttavia ci sembrava doveroso dare voce alle nostre imprese e soprattutto comprendere quanto sia grande e grave il problema. Abbiamo quindi, proprio sulla base delle risposte del sondaggio, cercato le prime misure operative per fornire soluzioni, sempre per quanto è in nostro potere fare» – Così la presidente di Confapi Trentino Monica Mosna.(foto)

Pubblicità
Pubblicità

“E’ evidente – dichiara ancora la Presidente Confapi Trentino – che proprio per una piccola impresa o famigliare, con i conti già in difficoltà per la pandemia, sia sufficiente l’aumento esponenziale della voce energia, per sballare il sistema, i conti ordinari e non rendere più possibile la prosecuzione dell’attività”.

Il sondaggio ha evidenziato che questo specifico problema colpisce pertanto soprattutto il settore dei pubblici esercizi, ristorativo ed alberghiero, ancor più e molto più di quello artigianale come sarebbe stato invece scontato pensare.

Nel settore artigianale, infatti, il problema è stato evidenziato come a rischio sopravvivenza impresa, solamente da quelle aziende dove per tipologia di attività, la voce energetica assume rilievo, come ad esempio le falegnamerie, le piccole aziende metalmeccaniche etc, ma molto meno sentito, a quanto pare, per le tante aziende artigiane che caratterizzano l’economia trentina (es.barbieri e parrucchiere).

Per le prospettive future, le imprese trentine dichiarano pessimismo e preoccupazione, nessun miglioramento nel medio termine (87%), peggioramento e rincari ulteriori (75%), e vedono nella guerra in Ucraina e la dipendenza energetica dalla Russia, la principale causa (57%).

Gli intervistati appellano alle istituzioni un intervento con contributi e sostegni (78%), l’eliminazione delle accise e tasse nelle bollette (86%), ma anche la pianificazione di politiche energetiche in grado di ridurre la dipendenza dall’estero (34%), come gli incentivi per fonti energetiche alternative (37%) .

Il problema in ogni caso è molto grave, ed è in gioco, più di quanto si creda, il sondaggio purtroppo lo ha dimostrato, la vita di molte nostre imprese. “Eravamo certi del problema, ma mai avremmo pensato di essere di fronte ad una tale emergenza, per il nostro Trentino che spesso, erroneamente, viene ritenuto un’isola felice sotto molti aspetti, in primis a livello economico. Su questo fronte il sondaggio è servito per comprendere quanto sia urgente intervenire, per salvare molte imprese. Evidentemente i due anni di pandemia ed ora l’esplosione delle bollette, hanno costituito per tante p.m.i. un mix stritolante”, conclude la Presidente Monica Mosna.

Confapi Trentino si è attivata per la predisporre misure operative urgenti come la ricerca di operatori energetici con cui siglare tariffe privilegiate e convenzioni, oltre che costituire un pool di esperti che esamineranno le bollette delle aziende, alla ricerca di soluzioni, eventuali errori ed interventi in ogni sede, incluso quella legale per ogni aspetto correlato (recessi,risarcimenti etc).

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Piana Rotaliana7 ore fa

Sorpreso a rubare all’interno della bocciofila viene bloccato da un carabiniere in congedo. Arrestato 38 enne italiano

Val di Non – Sole – Paganella7 ore fa

A Terzolas la presentazione dell’archivio musicale del Coro Santa Lucia di Magras e del volume “Vesperale di Varollo”

Val di Non – Sole – Paganella8 ore fa

A Predaia si rifanno le pavimentazioni in porfido

Alto Garda e Ledro8 ore fa

Comune di Madruzzo: l’Assessore Bisesti insieme al sindaco Bortoli, ha visitato le tante realtà scolastiche del territorio

Bolzano8 ore fa

Elicottero dell’esercito in balia del vento: sfiorato l’impatto sulle montagne

Trento8 ore fa

Al Buonconsiglio il convegno sulla certificazione della «Pietra Trentina»

Trento9 ore fa

Primo incontro oggi tra l’assessore provinciale alla mobilità Mattia Gottardi e Trenitalia

Trento9 ore fa

Coronavirus: 760 nuovi positivi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento9 ore fa

Sul sito di Appa è consultabile il report mensile sulla qualità dell’aria di settembre

Trento11 ore fa

Analisi meteorologica del mese di settembre 2022, più asciutto della media

Rovereto e Vallagarina11 ore fa

Variante di Mori ovest: via alla gara per il sottopasso

Val di Non – Sole – Paganella12 ore fa

Sanzeno, camion sbaglia manovra e finisce contro un veicolo parcheggiato

Val di Non – Sole – Paganella12 ore fa

Anestesia di Cles: il nuovo direttore è Michela Zardin

Trento13 ore fa

Paccher alle Camere di Commercio: “Bene ferrovia ma Valdastico resta tassello fondamentale”

Trento13 ore fa

Il gestore del Rifugio Capanna Ghiacciaio sulla Marmolada fa partire una raccolta fondi su Gofoundme

Trento2 settimane fa

Caro bollette, supermercati Eurospin: «Abbiamo perso ogni speranza»

Trento3 settimane fa

Caro energia: dalla provincia arrivano 180 euro per ogni famiglia

Trento5 giorni fa

Relazione della D.I.A.: in Trentino presenti le Mafie Calabresi, nigeriane e albanesi

Trento3 settimane fa

Autovelox e semafori intelligenti in funzione dal 19 settembre. Ecco dove sono installati

Arte e Cultura3 settimane fa

A Riva del Garda Serena Dalla Torre si riconferma campionessa italiana di Body Painting

Trento3 settimane fa

Dopo 20 anni di amore Tony Menegatti sposa la sua Laura

Trento2 settimane fa

Il comune fa cassa: 104 multe in sole 3 ore grazie ai nuovi semafori «intelligenti»

Valsugana e Primiero4 settimane fa

Impiccato in garage, i Carabinieri di Borgo compiono il miracolo

Trento1 settimana fa

Ritrovata la 18 enne scomparsa sabato dopo la scuola

Politica1 settimana fa

Elezioni 2022, ecco i primi trombati eccellenti

Trento2 giorni fa

Sette tornanti: giovane agganciato dall’alettone di una macchina – IL VIDEO

Io la penso così…7 giorni fa

Giulia Torelli: Le turbe psichiche di questo soggetto sono particolarmente evidenti

Val di Non – Sole – Paganella6 giorni fa

Dramma in Val di Non: il corpo di una donna recuperato nella forra del torrente Pongaiola

Trento3 settimane fa

Morto a soli 61 anni Luca Mazzalai, partecipò ad oltre 20 edizioni della Trento Bondone

Le ultime dal Web1 settimana fa

«I vecchi devono stare a casa fermi, immobili, e non devono votare». è bufera su Giulia Torelli – IL VIDEO

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza