Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Insegnanti “no vax” tornano a scuola stipendiati per non fare nulla: “Tanto paga sempre Pantalone!”

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Ci avevano promesso un “liberi tutti”. Era stato annunciato l’inizio dell’allentamento delle restrizioni (e delle contraddizioni) ma le insensatezze abbondano ancora nel nostro paese.

La libertà sembra più un “bene” concesso a pillole dallo Stato che un diritto imprescindibile del cittadino. “Pillole” che, a quanto pare, vengono distribuite con parsimonia e pure con poca logica.

E’ eclatante il caso della gestione dei professori non vaccinati dentro le scuole. Questi professionisti, da “pericolosi” contagiosi che non potevano entrare a scuola, sono potuti tornare negli edifici dal primo aprile.

Pubblicità
Pubblicità

Certo, negli edifici sono rientrati, ma non possono lavorare.  Per loro è infatti vietato entrare a contatto con gli studenti. I professori vengono dunque pagati regolarmente dallo Stato per non svolgere il loro lavoro.

E per fare riferimento alla commedia dell’Arte : “Tanto chi xe che paga? Paga sempre Pantalon!”. “Pantalon”, in questo caso, sono tutti i cittadini i quali ogni mese vengono salassati dalle tasse, letteralmente come se non ci fosse un domani.

La colpa non è certamente da attribuire ai professori i quali vengono  obbligati a svolgere funzioni marginali. A volte vengono esiliati in biblioteca o in qualche segreteria mentre in altri casi vengono reclusi all’interno degli uffici a vagare per le stanze senza particolari ragioni d’esistere.

Pubblicità
Pubblicità

Il loro lavoro viene svilito e la preparazione e la passione ridotte a inutili superficialità. Tutto questa pantomima, si sospetta, sia stata fatta per punire i “no vax” i quali diventerebbero pericolosi solo se messi a contatto con i ragazzi durante l’orario scolastico.

Studenti e professori, fino a pochi minuti prima del suono della campanella, sarebbero potuti infatti arrivare a scuola insieme con i mezzi pubblici dopo aver chiacchierato al bar. Tutto senza green pass o certificato vaccinale.

Dunque sorge spontaneo chiedersi per quale ragione questi professori possano restare a contatto con i loro studenti nei luoghi pubblici come al bar mentre non lo possano fare in classe con le distanze e la mascherina.

Sarebbe divertente vedere la reazione dei soci di un’azienda che vengono a sapere che i loro investimenti vengono immotivatamente utilizzati per pagare dei dipendenti per guardare in aria. Ma finchè a pagare è sempre Pantalone va tutto bene. 

A livello logico, l’amministratore delegato, nel caso della scuola il governo, verrebbe rimosso dalle sue cariche nell’attività (lo stato).

Non v’è però nulla da fare, lo stato si erge a educatore dei suoi cittadini e non a garante dei loro diritti.  In quanto pedagogo dunque, può decidere di punire i “bambini cattivi”, coloro i quali non si conformano alle prese di posizione della massa diventando così minoranza.

Da questo punto di vista sorge spontanea un’altra domanda. Quale sarà l’effetto sugli alunni della visione in sostanza, di professori di serie a e di serie b?

Non si sentiranno legittimati a portare avanti altre forme di discriminazione? Riusciranno a comprendere quali sono le discriminazioni “giuste” e quelle “sbagliate”?

In molti pensano che questa umiliazione nei confronti di alcuni docenti durerà solo fino alla fine dell’anno. Rimane comunque discutibile la scelta di umiliare alcune categorie solamente per una scelta fatta, per quanto sbagliata possa essere.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Giudicarie e Rendena3 minuti fa

Scontro moto – vettura sulla statale 237, feriti padre e figlia

Val di Non – Sole – Paganella12 minuti fa

Parapendio precipita in valle dei Laghi, 28 enne di Ville d’Anaunia elitrasportato al santa Chiara

Trento3 ore fa

Praga e Trento: un gemellaggio che cammina da vent’anni

Trento3 ore fa

Coronavirus: 2 morti e 331 nuovi contagi. Boom di ricoveri nelle ultime 24 ore in Trentino

Vita & Famiglia4 ore fa

Oggi Giornata contro la droga. Pro Vita e Famiglia: no alla cannabis legale

Ambiente Abitare9 ore fa

Monitoraggio genetico dell’orso in Trentino, premiata tesista FEM

Valsugana e Primiero9 ore fa

Malattie renali: nuovo ambulatorio nefrologico all’ospedale di Borgo Valsugana

Riflessioni fra Cronaca e Storia10 ore fa

Grandi scienziati contro l’atomica e la manipolazione della vita

Trento10 ore fa

Kids Go Green: piccoli passi di mobilità sostenibile per 1.800 bambine e bambini di scuola primaria

Politica10 ore fa

6 italiani su 10 dice che il M5stelle sparirà presto. Per Di Maio il consenso è solo all’1%

Val di Non – Sole – Paganella10 ore fa

Nazareno Molesini dice addio alla lega: «Non mi riconosco più nei suoi ideali»

Trento11 ore fa

Pieve Tesino e Pellizzano vincitori del bando PNRR sui borghi, le congratulazioni di Bisesti e del Sottosegretario alla cultura Borgonzoni da Roma

Trento11 ore fa

Circonvallazione ferroviaria di Trento, firmata l’intesa per ottimizzare il cantiere

Trento11 ore fa

Arresto Mines Hodza: l’attentato era previsto in agosto a Riva del Garda

Trento12 ore fa

I presidenti dei Consigli comunali chiedono di contare di più e di poter portare la fascia

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 83 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 121 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 99 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Calano i ricoveri

eventi3 settimane fa

Dal 17 al 26 giugno tornano a Trento le Feste Vigiliane

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 166 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Alto Garda e Ledro3 settimane fa

Stop alla viabilità a Riva del Garda: si girano le scene di un film americano

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 49 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino con nessun positivo al molecolare

Trento3 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Società3 settimane fa

L’impresa di Melissa Mariotti tra lavoro in Germania e progetti turistici in Valbrenta

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 267 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Le Vignette di Fabuffa3 settimane fa

Il 51% degli adolescenti italiani non capisce un testo scritto. Una scuola che fa acqua da tutte le parti

Politica2 settimane fa

Referendum, vittoria dei sì ma niente quorum. Amministrative: nei grandi comuni avanti il centro destra

Io la penso così…4 settimane fa

Protesta pronto soccorso di Arco: dov’erano i manifestanti quando governava il centro sinistra?

Rovereto e Vallagarina2 settimane fa

Rovereto, continuano gli atti vandalici: prese di mira le auto parcheggiate

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza