Connect with us
Pubblicità

Trento

La polizia locale recupera 15 mila euro di merce rubata in 20 negozi del centro

Oltre 700 gli articoli trovati frutto di numerosi furto in centro storico a Trento. Denunciati due fratelli marocchini

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

L’operazione del Nucleo investigativo ha portato alla denuncia di due fratelli marocchini per furto e ricettazione. Settecento gli articoli “prelevati” da una ventina di negozi.

Nonostante i pochi mesi di attività, ha già dato ottimi risultati la collaborazione tra i negozianti del centro storico e gli agenti del Nucleo investigativo della polizia locale.

È della settimana scorsa l’operazione più importante che, grazie a una complessa attività d’indagine, ha permesso di recuperare merce rubata del valore di oltre 15 mila euro.

Pubblicità
Pubblicità

Si tratta di oltre 700 articoli di varia natura: capi d’abbigliamento, scarpe, macchine per il caffè, prodotti per la cosmesi e l’igiene personale, oggetti per la cucina e il bagno. Almeno quindici i negozi presi di mira, tutti del centro storico cittadino. Due le persone denunciate in stato di libertà per i reati di furto e ricettazione.

Il sindaco Franco Ianeselli ringrazia la polizia locale per l’operazione:In un periodo non certo facile per il commercio, il nostro Nucleo investigativo ha portato avanti un’indagine che ha un grande valore: perché aiuta i negozianti a contrastare i furti e perché ristabilisce la legalità. Nelle città italiane il fenomeno dei furti in negozio è talmente diffuso che molti commercianti hanno rinunciato a denunciare. Oggi a Trento grazie al Nucleo investigativo della polizia locale, che presidia la città soprattutto in abiti borghesi, i titolari dei negozi hanno trovato un punto di riferimento operativo a cui rivolgersi per prevenire e contrastare i furti”.

L’ultima operazione del Nucleo investigativo inizia giovedì scorso, nella tarda mattinata, quando vengono segnalati a una pattuglia in borghese due individui probabili autori di furti in negozio.

Pubblicità
Pubblicità

In attesa di rinforzi, i due vengono all’inizio controllati a distanza e pedinati, poi vengono inseguiti nelle vie del centro storico e infine fermati in via Roggia Grande.

Durante la perquisizione, gli agenti trovano alcune borse di merce che in parte è risultata subito il bottino di furti ai danni di almeno cinque negozi. Per la merce restante, sono in corso accertamenti con la collaborazione dei negozianti.

A questo punto gli agenti hanno sottoposto a perquisizione le abitazioni dei due fermati. Qui hanno trovato e sequestrato un assortimento di oltre 700 articoli di almeno altri 15 negozi del centro: si tratta di oggetti di varia natura, dalle scarpe ai profumi, per lo più ancora etichettati, del valore di oltre 15 mila euro.

Le perquisizioni e i sequestri messi in atto dalla polizia locale nell’ambito di questa operazione sono stati convalidati dall’autorità giudiziaria. Le indagini, coordinate dal pubblico ministero Pasquale Profiti, proseguono ora con il riconoscimento della merce sequestrata da parte dei negozianti e la formalizzazione delle denunce.

Istituito lo scorso 10 gennaio, il Nucleo investigativo ha il compito di prevenire e reprimere i reati di tipo “predatorio” (furti, rapine ecc.) ai danni delle categorie economiche della città.

Il motto scelto dal nuovo reparto della polizia locale è “Facciamo squadra” perché nessuna attività d’indagine è possibile senza le segnalazioni dei commercianti, che hanno a disposizione anche un numero whatsapp dedicato.

Fino ad oggi sono stati 96 i pattugliamenti (a piedi e in abiti borghesi) in centro storico, in turni che vanno dalle 7.30 alle 18.30, per un totale di 576 ore di presenza, che rappresentano un presidio di sicurezza per tutto il centro storico. Per promuovere l’iniziativa sono stati contattati 114 esercenti con i quali il personale di polizia locale è in costante contatto telefonico.

Dall’inizio del mese di febbraio ad oggi sono state 19 le persone denunciate a vario titolo all’autorità giudiziaria ordinaria e minorile dal personale del Nucleo Investigativo della polizia locale di Trento.

 

  • Pubblicità
    Pubblicità
Rovereto e Vallagarina6 giorni fa

Tragico incidente nella notte a Isera, perde la vita un 21 enne di Avio

Trento2 giorni fa

Trovate dai cani antidroga centinaia di dosi nascoste nelle piazze di Trento: 30 denunce nello scorso week end

Val di Non – Sole – Paganella1 settimana fa

Mamma orsa in giro con i cuccioli a Spormaggiore – IL VIDEO

Trento18 ore fa

«Via da Trento per la paura»: la storia di Patrizio e Ivana emigrati felici in Slovenia

Trento5 giorni fa

Rischia di travolgere i bambini, bloccato dai genitori: «Sono soggetto alla 104, non possono farmi nulla»

Rovereto e Vallagarina5 giorni fa

Noriglio in mano alle baby gang e al degrado. La denuncia di Andrea Bertotti

Trento1 settimana fa

Tutti animalisti con gli orsi degli altri

Trento1 settimana fa

Mega rissa tra stranieri in centro storico nella notte – IL VIDEO

eventi1 settimana fa

Miss Italia: è Eleonora Lepore di San Candido «Miss Schenna»

Val di Non – Sole – Paganella1 settimana fa

Per ferragosto a Cles quattro giorni di eventi ‘fantastici’

Trento4 giorni fa

Vittoria De Felice contro il PD Trentino: «Partito borghese che non vede i veri problemi della gente»

Fiemme, Fassa e Cembra5 giorni fa

Miss Italia torna a Moena: la reginetta è Giulia Barberini. Eletta anche la Soreghina 2023

Trento1 settimana fa

Morì durante una pratica sadomaso a Trento: assicurazioni condannate a risarcire la famiglia

Rovereto e Vallagarina1 settimana fa

Ritrovato dopo due giorni il corpo di Willy, il ragazzo annegato nel lago di Lavarone

fashion7 giorni fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza