Connect with us
Pubblicità

Trento

Il cordoglio delle istituzioni trentine: “Maria Romana De Gasperi, testimone del secolo e custode delle idee del padre”

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

È morta, all’età di 99 anni, Maria Romana Degasperi, figlia del grande statista trentino Alcide Degasperi. Era nata a Trento il 19 marzo del 1923; figlia primogenita di Alcide Degasperi e di Francesca Romani, ha sempre vissuto a Roma.

Durante l’occupazione tedesca della capitale fu staffetta partigiana e aiutò il padre a mantenere i contatti con gli antifascisti.

Come segretaria del padre conobbe numerose personalità politiche: nel 1947 lo accompagnò negli Stati Uniti, dove conobbe il presidente Harry S. Truman.

Pubblicità
Pubblicità

Dopo la notizia sono state numerose le testimonianze e il cordoglio per la sua morte.

Il sindaco Ianeselli: “Con Trento ha sempre mantenuto un rapporto privilegiato, tanto da donare alla città i documenti del padre”. Il presidente del Consiglio Piccoli: “Ha scritto pagine che ci hanno fatto conoscere Alcide sia per quanto riguarda le scelte cruciali per il nostro Paese, sia sotto il profilo più intimo”.

Maria Romana De Gasperi è stata una testimone privilegiata del secolo che è appena trascorso e insieme la custode attiva, propositiva, delle idee del più grande politico dell’Italia repubblicana”. Così il sindaco Franco Ianeselli ricorda Maria Romana De Gasperi, morta la notte scorsa a Roma, la città in cui viveva.

Pubblicità
Pubblicità

Primogenita di Alcide De Gasperi, Maria Romana era nata a Trento e con Trento aveva sempre mantenuto un rapporto privilegiato, tanto da donare alla città documenti e oggetti appartenuti al padre, tra cui l’edizione originale della Carta costituzionale con le firme dello stesso De Gaperi, in quel momento presidente del Consiglio, di Enrico De Nicola, presidente della Repubblica, e di Umberto Terracini, presidente dell’Assemblea Costituentecontinua il sindacoGrazie a lei, abbiamo potuto conoscere meglio l’attività di un uomo capace, come pochi, di grandi visioni politiche – la ricostruzione del dopoguerra, la Repubblica, l’Europa unita – un uomo che però aveva fatto della sobrietà e della discrezione la sua cifra. Ora tocca a Trento custodire e diffondere soprattutto tra i più giovani le idee degasperiane, il suo spirito europeista, l’antifascismo, l’amore per la liberà e per la democrazia”.

Anche il presidente del Consiglio comunale Paolo Piccoli ricorda con gratitudine Maria Romana De Gasperi per avercustodito la memoria e gli ideali del padre Alcide, con pagine straordinarie, che ce lo hanno fatto meglio conoscere, sia sotto il profilo delle scelte cruciali per il nostro Paese, sia sotto il profilo più intimo, con i suoi dubbi, con le sue sofferenze, con la sua tenacia”.

Il presidente Piccoli si sofferma poi sulla scelta di consegnare a Trento la memoria del padre: “Trento deve a Maria Romana De Gasperi il prezioso lascito di ricordi che sono appartenuti al Presidente della Ricostruzione e che, con l’aiuto della fondazione Museo storico, sono esposti a palazzo Thun nello Spazio De Gasperi. Vi si trovano oggetti personali, fotografie, appunti, ma soprattutto la Costituzione firmata dal Capo dello Stato de Nicola, dal presidente dell’assemblea costituente Terracini e da Alcide De Gasperi, Presidente del consiglio dei ministri”.

Il 19 marzo del 2013 Maria Romana Degasperi, che purtroppo ha concluso il suo viaggio terreno, fu ospite a palazzo Trentini, quando il Consiglio provinciale volle onorarla in occasione dei suoi splendidi 90 anni.

Ad accoglierla fu l’allora vicepresidente Claudio Eccher, che volle sottolineare il suo straordinario impegno nel tramandare – soprattutto ai giovani – la vita e l’opera del grande padre, la sua battaglia contro il fascismo e gli ideali di unità politica europea.

«Lei si schermì anche simpaticamente, affermando di essere stata solo la giovane segretaria di Alcide e di averlo in queste veste potuto seguire in viaggi e campagne elettorali. La verità è che Maria Romana ha davvero interpretato splendidamente il compito di valorizzare la memoria del più grande uomo politico mai nato in Trentino. Per questo dobbiamo levare il cappello e tributarle la riconoscenza di tutta l’assemblea legislativa provinciale» – Così invece il presidente del Consiglio provinciale di Trento Walter Kaswalder

Il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti, anche a nome della Giunta provinciale, esprime il cordoglio per la scomparsa di Maria Romana De Gasperi: “Ha sempre mantenutoricorda Fugattiun rapporto intenso con il Trentino in cui tornava anche per partecipare alle iniziative dedicate alla memoria e all’opera del padre Alcide. Dobbiamo esserle grati per la sua attività di conservazione e valorizzazione della documentazione relativa al grande statista trentino.

Grazie anche all’impegno e alla competenza di Maria Romana De Gasperi si è potuta infatti scrivere e divulgare una pagina fondamentale della storia del Trentino, e della sua speciale autonomia, ma anche dell’Italia e dell’Europa. Quelli di cui è stata testimone Maria Romana De Gasperi, seguendo l’attività del padre, sono stati anni difficili ma fondamentali per costruire, dopo la tragedia delle guerre mondiali, le basi per una convivenza pacifica”.

Il cordoglio del vicepresidente del Consiglio Regionale Roberto Paccher per la scomparsa di Maria Romana Degasperi non è  puramente quello di un rappresentante delle istituzioni ma anche di un valsuganotto: “La signora Degasperi non è stata solo figlia del grande statista Alcide ma anche una profonda conoscitrice dell’Autonomia del Trentino Alto Adige.

Maria Romana era molto legata al territorio, aveva mantenuto la casa di Sella Valsugana dove trascorreva (come faceva il padre Alcide) le vacanze estive.  Il suo essere legata al Trentino era anche rafforzato dalla presenza, anche come presidentessa onoraria, in diverse realtà culturali della nostra provincia.

Mi piace ricordarla  nella sala di rappresentanza della Regione, nel gennaio del 2020, quando partecipò ad un concerto del Coro del Noce, in una serata che come Consiglio regionale volemmo dedicare al grande Alcide”.  Chiosa Paccher:  “Romana ci ha sempre ricordato la vicinanza del padre nei momenti decisivi, financo drammatici, per il Trentino. La signora in questi anni è stata testimone straordinaria di quelle pagine di storia”. (clicca qui per vedere la sua ultima intervista in Trentino)

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Val di Non – Sole – Paganella37 minuti fa

I Marlene Kuntz sbarcano in Val di Pejo

Trento57 minuti fa

Ponte di san Lorenzo: dopo una fuga in contromano, bloccato nigeriano ubriaco

Politica2 ore fa

Da domani in aula a riforma delle Comunità in aula senza tempi contingentati

Trento2 ore fa

Servizio civile: candidature entro fine luglio, 102 nuove proposte e 95 posti a disposizione

Valsugana e Primiero2 ore fa

Tezze rivendica le barriere antirumore

Valsugana e Primiero2 ore fa

Incidente sulla strada verso Baselga di Pinè: rimangono feriti una 76enne e un 83enne – IL VIDEO

Italia ed estero2 ore fa

Napoli: 10 ore al giorno per 280 euro al mese, scoppia la polemica

Trento3 ore fa

È morto Leonardo Del Vecchio, il fondatore del colosso Luxottica. A 22 anni si era trasferito in Trentino

Trento3 ore fa

Investimenti in impianti fotovoltaici: domande per le imprese dal 4 luglio fino a fine dicembre 2023

Italia ed estero3 ore fa

Covid, contagi in aumento: oggi vertice Governo-Inail sulle mascherine. I piani potrebbero cambiare

Rovereto e Vallagarina4 ore fa

“Orto San Marco-Setàp”, a Rovereto un progetto di rigenerazione urbana e sociale

Arte e Cultura4 ore fa

A Mezzano apre i battenti la mostra “Schweizer e i luoghi dell’Anima”

Italia ed estero4 ore fa

The Great Resignation: un fenomeno che preoccupa ma che apre le porte al cambiamento

Fiemme, Fassa e Cembra4 ore fa

Canazei: da non perdere la mostra “70 anni di Soccorso Alpino e Speleologico Trentino”

Trento4 ore fa

Ristorante Zushi: la cucina giapponese a Trento diventa una vera moda

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 83 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 121 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 99 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Calano i ricoveri

eventi3 settimane fa

Dal 17 al 26 giugno tornano a Trento le Feste Vigiliane

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 166 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Alto Garda e Ledro3 settimane fa

Stop alla viabilità a Riva del Garda: si girano le scene di un film americano

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 49 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino con nessun positivo al molecolare

Trento3 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 267 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Società3 settimane fa

L’impresa di Melissa Mariotti tra lavoro in Germania e progetti turistici in Valbrenta

Politica2 settimane fa

Referendum, vittoria dei sì ma niente quorum. Amministrative: nei grandi comuni avanti il centro destra

Le Vignette di Fabuffa3 settimane fa

Il 51% degli adolescenti italiani non capisce un testo scritto. Una scuola che fa acqua da tutte le parti

Telescopio Universitario3 settimane fa

UniTrento: da vent’anni il mondo fa tappa qui

Io la penso così…4 settimane fa

Protesta pronto soccorso di Arco: dov’erano i manifestanti quando governava il centro sinistra?

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza