Connect with us
Pubblicità

Trento

Malamovida: il disagio e la situazione intollerabile si allarga in altre zone del centro storico di Trento

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Ci sono delle novità nella lotta contro il degrado creato dalla «Malamovida» in centro storico a Trento. E purtroppo non sono positive.

Il Comitato antidegrado S. Maria Maddalena si allarga e cambia nome diventando ora Comitato Antidegrado Citta di Trento. La decisione presa mercoledì dai membri riuniti in videoconferenza, è frutto dell’adesione al Comitato di vari residenti negli edifici di altre vie e piazze sia del centro storico sia del quartiere delle Albere.

I nuovi partecipanti al Comitato che si batte da anni per tutelare il diritto al riposo notturno e contro il degrado ambientale, abitano in Largo Carducci, Piazza d’Arogno, Via Calepina, Piazza Lodron, Via Oriola e Via della Costituzione (Albere).

Pubblicità
Pubblicità

Altri componenti sono in arrivo perché il disagio dovuto alla malamovida notturna sta interessando purtroppo un crescente numero di residenti in molti punti della città.

Chi si è unito al Comitato condivide il medesimo malessere: il non poter dormire dalle 23.00 alle 2.30-3.00 a causa del vociare e delle urla di gruppi di individui in particolare sui plateatici e appena fuori dei bar aperti dopo mezzanotte.

Gruppi formati anche da teppisti che urinano e lordano senza ritegno i marciapiedi, le strade, i muri delle case lasciando poi bottiglie di vodka, di birra, bicchieri e rifiuti fuori dai cestini e dagli appositi contenitori comunali (foto e video dei residenti documentano sempre i residui delle moltissime deiezioni, i resti delle bevute e stamattina anche un fazzoletto sporco di sangue abbandonato tra le auto all’ingresso della scuola materna Tambosi di via Ferruccio).

Pubblicità
Pubblicità

La seconda segnalazione che il Comitato tiene a evidenziare riguarda il persistere del problema nonostante la presenza di pattuglie di forze dell’ordine i cui agenti assistono senza intervenire anche di fronte all’evidente disturbo della quiete pubblica provocato da questi individui e assembramenti davanti ai bar.

«Non riusciamo a comprendere a cosa serva presidiare in modo del tutto inutile queste zone della città. Chiediamo quindi al Sindaco e al Questore e alle altre autorità di pubblica sicurezza di sollecitare gli agenti a impedire la violazione delle norme vigenti che vietano espressamente urla, schiamazzi e gli altri atti illeciti citati dopo una certa ora nei pressi delle case perché chi ci vive possa riposare»comunica il nuovo comitato antidegrado

Il Comitato Antidegrado Città di Trento si è iscritto al Coordinamento nazionaleNo degrado e malamovida” che si è da tempo costituito per unire le forze dei cittadini di molti centri urbani anche di grandi dimensioni del Paese come Milano, Torino, Firenze, Roma, Trieste, ecc. dove questo fenomeno di inciviltà imperversa con caratteristiche simili ovunque.

Il Coordinamento ha promosso diverse iniziative non solo di denuncia ma anche di approfondimento e di proposta alle quali concorrerà ora anche Trento, il cui Comune è finora l’unico ad aver adottato un Regolamento di convivenza di cui il Comitato torna a chiedere al Sindaco l’attuazione concreta attraverso un’Ordinanza che imponga la chiusura notturna dei bar (a partire dai due della zona di Vicolo S. Maria Maddalena) in larghissima parte all’origine del problema che con l’avanzare della primavera tende ad aggravarsi sempre più.

  • Pubblicità
    Pubblicità
Italia ed estero1 ora fa

Attentato anarchico, bruciano 5 macchine della TIM

Val di Non – Sole – Paganella1 ora fa

Tra “en bon bicer de vin, na grosta de formai, en piat de tripe” a Masi di Vigo si è festeggiato San Bastian

Trento2 ore fa

No al “condono” da parte di Ianeselli, alzata di scudi del centrodestra: «Solo posizione ideologica che rinuncia ai crediti»

Trento2 ore fa

Upipa replica al comitato «Rsa Unite»: «Noi pronti a dialogare, ma vanno rispettati i ruoli»

Valsugana e Primiero2 ore fa

Partiti i lavori per la ciclabile Trento-Pergine, da Roncogno a Sille

Rovereto e Vallagarina2 ore fa

Partita oggi all’ITT Marconi la campagna di comunicazione per contrastare il cyberbullismo

Arte e Cultura4 ore fa

Beni comuni, è nata la “Piccola biblioteca di Cadine”

Trento4 ore fa

Un “diploma” dipinto a mano per i nuovi nati: il nuovo progetto dell’anagrafe e l’associazione Articà

Valsugana e Primiero4 ore fa

Morto Maurizio Rimondi storico albergatore trentino. Il ricordo di Confcommercio e Unat

Arte e Cultura5 ore fa

Sottoscritto l’accordo tra il Museo degli Alpini di Trento e le scuole trentine

Spettacolo5 ore fa

Ferzan Ozpetek porta a teatro il suo “Mine Vaganti” con un grande cast guidato da Francesco Pannofino e Iaia Forte

Val di Non – Sole – Paganella5 ore fa

Battuta la strada Taiadon-Malga del Doss a Ossana

Trento6 ore fa

Bandi “pari opportunità”, webinar informativo: finalità, scadenze, requisiti, contributi

Bolzano8 ore fa

28 enne aggredita e ferita in casa da due rapinatori con il volto coperto 

Val di Non – Sole – Paganella8 ore fa

A Molveno inaugurata la nuova “Skiarea Pradel”, Zeni: «Un sogno diventato realtà»

Trento3 giorni fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Trento4 settimane fa

Dramma a Trento: ricercatrice muore a 42 anni per un malore improvviso

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragedia di Capodanno: è morta la 25 enne roveretana Valentina Vallenari Benedetti, troppo gravi le ferite riportate nell’incidente lo scorso 31 dicembre

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Vista su Rovereto2 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Offerte lavoro4 giorni fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

economia e finanza4 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina3 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento1 settimana fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento3 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento3 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Trento4 settimane fa

Arrivano i saldi invernali: ecco quando inizieranno

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza