Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

La frontwomen Sofia Mucchi trascina i «Riptide» verso la nuova stagione musicale

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Il Covid ha colpito molti ambiti, purtroppo anche la musica. Cantanti e gruppi di qualsiasi genere sono rimasti fermi per molto tempo. Adesso che ci stiamo riavvicinando a quella che era la normalità, i concerti live sono nuovamente consentiti.

Questo periodo di pausa forzata che ha colpito diverse realtà ha rafforzato il desiderio di esibirsi sia in chi suona per hobby sia in chi lo fa per mestiere.

Dopo aver preso in considerazione alcuni gruppi musicali della Val di Non, abbiamo scelto di intervistare i Riptide. Abbiamo dunque posto alcune domande a Sofia Mucchi, Marco Mucchi, Damiano Pedergnana e Maurizio Poli, componenti del gruppo.

Pubblicità
Pubblicità

La band nasce in seguito all’amicizia di Sofia, cantante e chitarrista, e Damiano, il batterista. I due si sono conosciuti al liceo Russell di Cles, dove hanno suonato insieme nella band dell’istituto. Quando Sofia finisce la scuola, lei e Damiano decidono di organizzare un’estate di concerti, con solo una batteria, una chitarra e una voce.

Quando ad un certo punto della loro storia decidono di unire altri strumenti, chiedono prima a Marco, bassista e fratello di Sofia, che suona molti strumenti tra cui il basso; poi a Maurizio, un chitarrista con cui Marco frequenta la scuola musicale di Cles “Eccher”.

La band suona cover pop-rock e brani originali scritti da Sofia. Il nome “Riptide” è stato scelto proprio per la canzone Riptide, in quanto è il brano che eseguono meglio e che fa più divertire il gruppo. Si possono trovare su instagram.

Pubblicità
Pubblicità

Parlatemi dei vostri concerti. vi esibite spesso?

«Io e Damiano – spiega Sofia – abbiamo fatto due concerti nell’estate del 2020 solo chitarra, batteria e voce. Poi ci siamo fermati per il Covid perché era impossibile suonare e oltretutto, per noi che avevamo appena iniziato, è stato ancora più difficile. Nell’estate del 2021 si è aggiunto Marco e abbiamo fatto concerti a Cavareno e a Pellizzano. Poi abbiamo iniziato a suonare in un albergo in Folgarida, in cui abbiamo fatto 4 / 5 concerti privati. Dunque abbiamo avuto qualche opportunità.

Non ci esibiamo molto spesso, però contiamo di riprendere questa estate anche con Maurizio e di suonare soprattutto all’aperto. Anche perché, essendo una band di 4 persone, è difficile che ti chiamino al chiuso. Sicuramente durante la stagione invernale sarà complicato suonare al chiuso, quindi speriamo di poterci esibire quest’estate. Il nostro obiettivo è proprio quello di divertirci, non di lavorare»

Marco invece ricorda i live della scorsa stagione: «Dalla scorsa estate abbiamo suonato una decina di volte tra festa della musica, piazze, locali e alberghi. I live più belli sono quelli all’aperto in piazza per l’atmosfera che si crea, o quelli nei pub, dove si è tutti più vicini e la “dimensione palco” si abbassa, avvicinandoci al pubblico ed evitando di creare un distacco con le persone»

«Diciamo che varia moltissimo dai periodi – interviene Damiano –  ci sono periodi molto intensi come l’estate con molti concerti all’aperto, periodi di pausa in qualsiasi momento dell’anno, nei quali avendo meno concerti ci concentriamo nello scrivere del nuovo materiale o ampliare il repertorio»

Parla anche Maurizio, l’ultimo arrivato nella band: «In realtà io sono da poco entrato a far parte del gruppo e da quando ci sono io abbiamo fatto soltanto un concerto, ma la speranza è quella di proseguire e farne molti quest’estate»

Avete qualche evento in programma?

Sofia, Marco e Maurizio nel merito spiegano: «non abbiamo eventi in programma ora, a parte le jam-session e suonare in giro, ma non abbiamo fissato i nostri concerti. attualmente non abbiamo eventi in programma, tranne qualche jam-session, visto che stiamo rinnovando il gruppo e aggiungendo componenti; la scaletta sarà stravolta e da riarrangiare, quindi c’’e del lavoro da fare prima di un live intero. In realtà per ora stiamo sistemando i brani che facevano prima che entrassi a far parte del gruppo così da adattarli ad una parte di chitarra in più. Appena finito di sistemarli provvederemo a fissare delle date».

Damiano invece svela che, «Attualmente abbiamo un po’ di concerti in programma per l’estate, che sveleremo quando verranno confermati al 100%»

Siete stati penalizzati dall’emergenza Covid?

«Per l’emergenza Covid siamo stati sicuramente penalizzati» – esordisce Sofia, che continua: «Non essendo una band molto conosciuta, essendo alla prime armi e non sapendo come sponsorizzarci e come pubblicizzare la propria iniziativa, è stato difficile. Per fortuna Damiano aveva tante conoscenze in Val di Sole che ci hanno permesso di suonare parecchio. Se non ci fosse stato il Covid avremmo suonato di più. D’estate la situazione era decisamente migliore, il problema è adesso perché, anche volendo, non troveremmo un posto sia per il freddo sia per il Covid»

Concorde anche Marco: «si abbastanza. Sicuramente si sono ridotti gli eventi organizzati e la burocrazia è diventata un po’ più macchinosa, ma se c’è voglia di fare il Covid non può essere una scusa»

Secondo Damiano invece tutti i mali non vengono per nuocere: «Purtroppo siamo stati penalizzati molto, non esiste cosa peggiore per una band che non poter avere la possibilità di esibirsi live, ma non tutti mali vengono per nuocere, il lock down è stato uno stimolo per partire a cannone»

«Io ho iniziato a suonare con loro da qualche settimana quindi per ora il Covid non ha interferito più di tanto. Con altri gruppi nei quali sono da più tempo le norme date dal governo, le quali vietavano ai gruppi musicali di esibirsi nei locali, ci hanno fatto annullare qualche data» – confida invece Maurizio

Quali sono le vostre caratteristiche?

Sofia, la front Women: «Ci esibiamo anche con canzoni nostre. Inoltre nei nostri concerti ci sono sempre un assolo di batteria e di basso. »

Ecco Marco: «Cerchiamo di valorizzare il più possibile il materiale scritto da Sofia, affiancandolo a cover molto conosciute, per creare un legame con il pubblico che difficilmente conoscerà le nostre canzoni originali.»

Damiano valorizza Sofia e spiega le caratteristriche degli altri componenti della band nonesa: «Direi moltissime, Sofia ha una voce molto potente e colorata, Marco ha uno stile che si fonde perfettamente con il mio modo di suonare che definirei “frizzante” e con la nostra nuova new entry Maurizio, chitarrista molto talentuoso, abbiamo fatto centro. Sofia inoltre, oltre ad essere una grandissima cantante, è anche una brava poetessa, abile di scrivere testi e canzoni sue veramente fenomenali che arrangiamo poi insieme»

Maurizio infine: «Una nostra caratteristica è quella di mischiare brani conosciuti con brani scritti dalla nostra cantante e arrangiati a noi»

Che rapporto avete con la musica?

«Io ho sempre suonato e cantato – sottolinea Sofia – dal coro della chiesa quando ero piccola al coro delle voci bianche alla scuola musicale. Ho studiato flauto nella scuola musicale per tanti anni e poi ho iniziato a suonare la chitarra al liceo Russell, dove ho iniziato a cantare e a buttarmi. La musica è un modo che ho di esprimermi, di sfogarmi, ma anche di dimostrare quello che so fare. Mi alza l’autostima, mi fa stare bene e mi permette di conoscere tantissime persone».

E ancora: «Perché non è facile avere un impegno con altre persone, è un’esperienza di collaborazione e di lavoro con i ragazzi. Mi trovo molto bene con i Riptide perché riusciamo a portare avanti delle idee a trovarci. A volte è impegnativo perché ci troviamo una volta a settimana, però mi aiuta a imparare a collaborare con gli altri, a portare avanti le mie idee, a condividerle. E poi suonare insieme è ancora più forte che suonare da soli. È proprio una soddisfazione per me»

Marco guarda avanti: «Io ho un rapporto viscerale con la musica, la sento sempre e ovunque, mi canto in testa canzoni, riff o temi che improvviso. La musica è quella cosa che ti fa muovere la pancia e viaggiare con la mente. Sto cercando di imparare a suonare più strumenti possibili per avere una visione più completa della musica»

Damiano parla addirittura di colonna sonora della vita: «Ho un ottimo rapporto con la musica, senza non potrei stare, la musica mi accompagna tutti i giorni dalla mattina alla sera, la musica dei miei artisti preferiti mi ha sempre fatto da colonna sonora in tutti i momenti della mia vita, belli o brutti che siano»

Anche Maurizio come Marco vuole diventare un polistrumentista: «Io suono la chitarra da 9 anni e ultimamente sto provando a imparare anche altri strumenti come il pianoforte e il basso elettrico. Sono convinto che la musica, per quanto diversa, accomuni tutti. Sono anche convinto che suonare con qualcun altro, confrontandosi, sia istruttivo e motivante»

Vedete la musica nel vostro futuro? avete dei sogni riguardanti la musica?

Sofia non sembra avere dubbi: «Si, vedo la musica nel mio futuro perchè è una parte di me che mi aiuta ad esprimermi, che mi aiuta ad incontrare gli altri, che mi aiuta a ragionare su quello che vivo, soprattutto quando voglio scrivere un brano. Ho molti sogni riguardanti la musica, come aprire il concerto di qualcuno di importante o riuscire a dire qualcosa di utile alle persone portando avanti un messaggio. Durante i concerti cerco di parlare delle canzoni che scrivo, del motivo per cui le ho scritte. Questo mi dà tanta soddisfazione e vorrei farlo anche in futuro.

Quindi il mio sogno è portare avanti “Karima”, una mia canzone che ha un messaggio politico e attuale molto forte. Mi piace poter portare in giro questi brani che secondo me e secondo gli altri della band sono importanti, proprio perché nessuno di noi vuole rimanere imparziale e banale ma vuole portare avanti un messaggio con la musica che facciamo»

Meno sicuro invece Marco: «non credo che sia un’ipotesi percorribile quella di una carriera musicale completa. Ad oggi vogliamo concentrarci nella dimensione live, sicuramente più immediata ed in breve tempo appagante. Io amo tutto quello che riguarda la composizione, registrazione, produzione e mixaggio, ma ad oggi è tutto a livello basilare e hobbistico. In futuro potrebbe esserci un lavoro di questo tipo e una relativa pubblicazione gratuita, come pubblicità e soddisfazione personale, ma fare soldi con la musica registrata ad oggi è utopico e, infatti, non è il nostro obiettivo. Noi vogliamo divertirci e portare una performance al massimo della nostra musicalità. Senza pretese»

Damiano sogna: «Ovviamente tutte le band hanno molti sogni, diciamo che avere un mini contratto discografico non ci dispiacerebbe»

Maurizio vede la musica come svago: «Spero di non abbandonare questa passione e di tenere sempre almeno un gruppo con il quale suonare e divertirmi anche negli anni a venire. Spero inoltre di trovare sempre persone che si divertano quanto me a suonare e sfidarsi per imparare cose nuove»

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Val di Non – Sole – Paganella2 secondi fa

Una brutta caduta da una scala mentre stava eseguendo dei lavori ferito un uomo trasportato al Santa Chiara

Trento9 minuti fa

Affluenza in flessione alle 19.00: nazionale al 51,16%, in Trentino al 53,89%

Sport1 ora fa

Il Festival dello Sport: così Ruggero Tita domina le onde

Sport1 ora fa

Il Festival dello Sport: Alex Schwazer, la gloria è di chi non si arrende mai

Sport1 ora fa

Il Festival dello Sport: Serie A femminile, professione calciatrici

Trento3 ore fa

Coronavirus: 353 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Tecnologia4 ore fa

Internet casa: la fibra ottica ha costi sempre più convenienti

Sport7 ore fa

Il Festival dello Sport: sulle tracce del mito (e del rito): Hervé Barmasse richiama al rispetto per la montagna

Sport7 ore fa

Il Festival dello Sport: Brignone-Compagnoni, le regine azzurre della neve

Sport7 ore fa

Il Festival dello Sport: Paolo Bertolucci, Corrado Barazzutti e Adriano Panatta: “Una squadra”

Sport7 ore fa

Il Festival dello Sport: un viaggio a ritroso nella meravigliosa carriera di Toni Kukoc

Trento7 ore fa

Elezioni, nessun astensionismo: alle ore 12.00 in Italia ha votato il 19,10%, in Trentino il 19,63%

Trento12 ore fa

Due monopattini investono un 77 enne e fuggono

Trento13 ore fa

Edera, l’emporio di comunità di Trento diventa realtà

Italia ed estero13 ore fa

Gas, tra il 2023 e il 2025 la Russia prevede un taglio dell’export pari al 40%: decisione definitiva in base ai futuri rapporti con l’Occidente

Trento3 giorni fa

Caro bollette, supermercati Eurospin: «Abbiamo perso ogni speranza»

Trento1 settimana fa

Caro energia: dalla provincia arrivano 180 euro per ogni famiglia

Trento2 settimane fa

Autovelox e semafori intelligenti in funzione dal 19 settembre. Ecco dove sono installati

Arte e Cultura2 settimane fa

A Riva del Garda Serena Dalla Torre si riconferma campionessa italiana di Body Painting

Rovereto e Vallagarina3 settimane fa

Rovereto: protesta per le urla alle Fucine, 72 enne massacrato dalla «Baby Gang»

Trento1 settimana fa

Dopo 20 anni di amore Tony Menegatti sposa la sua Laura

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Impiccato in garage, i Carabinieri di Borgo compiono il miracolo

Trento6 giorni fa

Il comune fa cassa: 104 multe in sole 3 ore grazie ai nuovi semafori «intelligenti»

Alto Garda e Ledro3 settimane fa

Dopo il nubifragio a Riva del Garda spuntano le tartarughe – IL VIDEO

Trento2 settimane fa

Morto a soli 61 anni Luca Mazzalai, partecipò ad oltre 20 edizioni della Trento Bondone

Trento3 settimane fa

Trento, lavorare per le cooperative sociali a 4 euro l’ora: «Non ce la facciamo a vivere»

fashion6 giorni fa

La 24 enne trentina Virginia Stablum eletta nuova “Miss Universe Italy”

Politica3 settimane fa

Un clamoroso video denuncia le «truffe» elettorali del PD sugli elettori italiani all’estero

Trento3 settimane fa

Trento: arrestati gli ultimi due tunisini ricercati per l’operazione «Maestro»

Trento3 settimane fa

Incredibile! Aveva denunciato per violenza sessuale sugli anziani il suo collega: silurata dalla cooperativa sociale

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza