Connect with us
Pubblicità

Trento

Arge Alp: sull’arco alpino presenti almeno 200 branchi di lupi

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Sotto la presidenza del presidente tirolese Günther Platter e su iniziativa del vicepresidente Josef Geisler, i responsabili di politica agraria delle regioni Arge Alp si incontrano a Innsbruck per affrontare con misure concrete la questione della gestione transfrontaliera del lupo.

I punti cardine sono la descrizione transfrontaliera dello stato di conservazione della popolazione di lupi nell’arco alpino tramite un monitoraggio coordinato, un continuo scambio di dati anche sulle ripercussioni della presenza del lupo e l’armonizzazione dei metodi di indagine genetica di medio termine.

Stiamo prendendo in mano le redini della situazione. La nostra priorità comune è la salvaguardia di un’attività agricola capillare nelle aree montane, e in particolare il mantenimento dell’alpeggio. Il problema dei lupi non è un problema che una regione o un paese possano risolvere da soli. Per questo stiamo stringendo alleanze su tutto l’arco alpino, partendo da Arge Alp“, spiegano il governatore del Tirolo Günther Platter e il suo vice, Josef Geisler.

Pubblicità
Pubblicità

Già nel 2018 e nel 2020, l’Arge Alp ha segnalato nelle sue risoluzioni il continuo aumento della popolazione di lupi e i problemi ad esso correlati, soprattutto per l’agricoltura alpina. All’appuntamento ha preso parte in videocollegamento anche l’assessore provinciale all’agricoltura, foreste, caccia e pesca, Giulia Zanotelli, in rappresentanza del Trentino; presente il coordinatore del settore grandi carnivori presso il Servizio faunistico, Claudio Groff.

Il lupo non è a rischio nell’arco alpino – La questione principale è la descrizione della popolazione di lupi su larga scala, e quindi lo stato di conservazione in un’area topografica. “La strada verso un controllo efficace e praticabile richiede un’osservazione coordinata della popolazione di lupi“, ha detto Geisler. Tuttavia, la direttiva Habitat prevede il prelievo e il controllo solo se la popolazione di lupi in uno stato nazionale è in uno stato di conservazione “favorevole“. “L’Ue in questo caso sta tracciando confini dove per i grandi carnivori, e specialmente per il lupo, non ce ne sono. Noi vogliamo una valutazione transnazionale che tenga conto della Svizzera come stato non membro dell’Ue. Il fatto è che il lupo in Europa e anche nell’arco alpino non è a rischio di estinzione“, chiarisce l’assessore all’agricoltura e vicepresidente del Tirolo Geisler.

Massiccio incremento dei branchi – Si stima che in tutto l’arco alpino ci siano circa 200 branchi. Secondo un primo rilevamento (tutti i dati senza la Lombardia), nelle regioni Arge Alp ci sono 38 branchi di lupi. Sono circa 300.000 le pecore e capre, di cui circa un quarto in Tirolo, che vengono condotte in alpeggio nelle regioni Arge Alp. Nel periodo dal 2019 al 2021, il numero di esemplari di lupo rilevati è aumentato da 169 a 298. “Se non facciamo nulla per contrastare l’andamento dei grandi predatori, avremo tutti un problema enorme nell’area alpina“, afferma Geisler commentando questa dinamica estrema.

Pubblicità
Pubblicità

In pochissimo tempo sono aumentati fortemente sia i danni al bestiame che le spese per la protezione delle greggi, anche se in questo contesto la possibilità di confrontare i dati è limitata. Nel 2021 le regioni Arge Alp hanno emesso risarcimenti per danni al bestiame per un importo di 650.000 euro. L’anno precedente sono stati spesi sei milioni di euro per la protezione delle greggi. Al fine di ottenere una base di dati affidabile sullo sviluppo della popolazione di lupi e sulle sue ripercussioni in ambito agricolo per le aree alpine di Arge Alp, i responsabili di politica agricola vogliono istituzionalizzare e intensificare il confronto e lo scambio di dati e informazioni.

Avviato lo scambio di dati – Già all’inizio della prossima stagione estiva sarà avviato lo scambio dei campioni di Dna dei lupi che sono stati identificati individualmente in una regione. Finora questo scambio è stato effettuato solo in misura ridotta, perché a causa dei diversi metodi di analisi dei quattro laboratori coinvolti, i dati non sono sempre comparabili.

L’assessore all’agricoltura tirolese, il vicepresidente Geisler, considera questo intervento immediato come un’importante tappa preliminare per la prevista armonizzazione dei sistemi di analisi genetica delle regioni Arge Alp. Inoltre, è importante e utile sapere se ci sono già stati problemi con un animale in un’altra regione.

Prima assoluta nell‘area Arge Alp – Per la prima volta nei 50 anni di storia di Arge Alp, i responsabili di politica agricola o rappresentanti delegati si sono incontrati sul palco di Arge Alp e hanno adottato una convenzione di lavoro sulla gestione transfrontaliera del lupo. La convenzione di lavoro dei responsabili di politica agricola sarà successivamente trasmessa al Comitato Direttivo di Arge Alp.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento2 giorni fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Trento4 settimane fa

Dramma a Trento: ricercatrice muore a 42 anni per un malore improvviso

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragedia di Capodanno: è morta la 25 enne roveretana Valentina Vallenari Benedetti, troppo gravi le ferite riportate nell’incidente lo scorso 31 dicembre

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Vista su Rovereto2 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Offerte lavoro3 giorni fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

economia e finanza3 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina3 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento1 settimana fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento2 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento3 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento1 settimana fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Trento4 settimane fa

Arrivano i saldi invernali: ecco quando inizieranno

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza