Connect with us
Pubblicità

Io la penso così…

Errori ed orrori dell’umanità: censura Dostoèvskij tragica e grottesca

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Egregio Direttore

La decisione di censurare Dostoèvskij è stata tragica e grottesca, perché egli non appartiene a questa o a quella nazione, ma alla letteratura universale di tutti i tempi. Il drammatico momento che stiamo vivendo rende attuale il suo pensiero, come quando, vero profeta del Novecento, antevide con mezzo secolo di anticipo la affermazione delle dottrine totalitarie di destra e di sinistra che funestarono i decenni passati.

Evidenzio tre idee di fondo, come linee portanti del suo pensiero, che oggi più che mai vanno meditate.

Pubblicità
Pubblicità

La prima è la idea della irrazionalità dei comportamenti umani nell’era della tecnica. L’umanità avanza nel progresso, nelle conoscenze scientifiche, penetra i misteri della natura e del cosmo, ma nonostante tutta la tecnologia sofisticata (il palazzo di cristallo, come lui la chiamava), che regola il nostro vivere (e così era anche nell’800, epoca d’oro del positivismo), l’uomo rimane sempre quell’essere irrazionale e idolatra che conosciamo.

Questo è un paradosso che fu analizzato decenni dopo da uno storico eminente come Jhoan Huizinga, che fu vittima dei regimi totalitari, avendo trovato la morte in un campo di concentramento. Nel mondo si sono aperte enormi frontiere di conoscenza scientifica, però gli orizzonti della responsabilità morale dell’uomo rimangono sempre assai limitati.La ragione non è mai stata in grado di definire il bene e il male, e nemmeno di distinguere il bene dal male, sia pure approssimativamente” (I Dèmoni); “e qui l’uomo, proprio l’uomo, per pura ingratitudine, per pura sceneggiata, vi farà una porcheria” (Memorie dal sottosuolo).

La seconda constatazione dostoevskiana è che la istruzione, il sapere, il possedere cultura, non sono garanzia di comportamento etico: questo è molto inquietante, ma la malvagità cova anche nell’animo dei sapienti, dei filosofi, degli scienziati, di quegli intellettuali che hanno propinato alla gente idee malvage, quelle idee assassine (le ideologie radicali) che, concepite nell’800, hanno prodotto nel XX secolo i loro risultati funesti.

Pubblicità
Pubblicità

E questo concetto ricorre continuamente nei Demoni, romanzo che rovescia la prospettiva filosofica classica che, a partire da Socrate e da Platone, faceva coincidere la virtù con il sapere.

Questo non è vero per Dostoevskij, che nelle Memorie dal sottosuolo scrive: “Non avete notato che i sanguinari più raffinati erano quasi tutti senza eccezione le persone più colte e più civilizzate, a cui tutti i vari Attila e Stenka Razin a volte non allacciavano nemmeno le scarpe? E se non danno chiaramente nell’occhio come Attila e Stenka Razin, questo è proprio perché se ne incontrano troppo spesso, sono troppo soliti, ci sono diventati familiari“. Attila sappiamo chi era e Stenka Razin era un brigante russo del Diciassettesimo secolo.

Il terzo tema è quello della mistificazione della Storia, con la critica che rivolge ad alcune tradizioni storiografiche discutibili e anzi false, argomento che sviluppa in Delitto e Castigo, per la voce di Raskolnikov (il protagonista del romanzo che uccide la vecchia usuraia per sentirsi uguale a Napoleone): sono stati fatti passare per grandi uomini coloro che in realtà sono stati i più grandi criminali che hanno afflitto l’umanità con i loro regimi politici sanguinari.

Sono queste delle idee originali che nessuno mai in passato aveva intuito o aveva detto, tranne forse qualche filosofo stoico o scettico dell’Antichità.

Sarebbe auspicabile che errori ed orrori per l’umanità inerme si evitassero se solo si meditassero qualche volta le parole di questi maestri del pensiero. Ma questa è – ahimè – utopia.

Dr. Francesco Forlenza

(Potete inviare le email al direttore da inserire nella rubrica «io la penso così» scrivendo a: redazione@lavocedeltrentino.it – La vostra opinione conta, sempre….)

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento4 settimane fa

Coronavirus: 99 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Calano i ricoveri

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

eventi4 settimane fa

Dal 17 al 26 giugno tornano a Trento le Feste Vigiliane

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 267 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Alto Garda e Ledro4 settimane fa

Stop alla viabilità a Riva del Garda: si girano le scene di un film americano

Telescopio Universitario3 settimane fa

UniTrento: da vent’anni il mondo fa tappa qui

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 166 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Politica3 settimane fa

Referendum, vittoria dei sì ma niente quorum. Amministrative: nei grandi comuni avanti il centro destra

Trento4 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 49 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino con nessun positivo al molecolare

Italia ed estero3 settimane fa

Crolla un ponte sospeso durante l’naugurazione: 25 feriti – IL VIDEO

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Trovato morto in piscina Stefano Lorenzini di Levico Terme

Le Vignette di Fabuffa4 settimane fa

Il 51% degli adolescenti italiani non capisce un testo scritto. Una scuola che fa acqua da tutte le parti

Politica3 settimane fa

L’abbraccio mortale col PD affonda definitivamente il M5stelle

Società4 settimane fa

L’impresa di Melissa Mariotti tra lavoro in Germania e progetti turistici in Valbrenta

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza