Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Monica Cadau strappa ancora i sigilli del bar. Questa volta arriva la Digos e la denuncia da parte dei Carabinieri – IL VIDEO

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Dopo il distacco dei sigilli eseguito davanti ai carabinieri di Borgo dalle porte del bar Nuraghe e la relativa denuncia di sabato, ieri, domenica 6 marzo Monica Cadau concede il bis. Stavolta però davanti alla Digos che dopo aver assistito nuovamente allo strappo dei sigilli è testimone anche di una nuova denuncia da parte dei Carabinieri. (clicca qui per vedere il video integrale)

Se nella puntata della telenovela andata in scena sabato abbiamo scoperto che Monica Cadau non si chiama più così, ma Cadau Monica che insiste sulla giuridicità del suo nome e cognome.

Cioè, in poche parole, è Monica Cadau quando per esempio ritira le raccomandate alle poste, oppure quando ha bisogno di qualche servizio sanitario oppure quando sfrutta il sistema della viabilità, o ancora quello del comune di Borgo, mentre diventa Cadau Monica quando invece deve rispettare le leggi, anzi, violarle nel suo caso.

Pubblicità
Pubblicità

Sì, perchè la lista di reati commessi dalla titolare del bar Nuraghe comincia ad allungarsi pericolosamente. Sappiamo bene che ci saranno dei processi e che saranno i giudici a decidere sulle accuse mosse contro di lei dalle  forze dell’ordine, siamo anche consapevoli che la legge in Italia è lenta ma inesorabile, ma possiamo scommettere che prima o poi Monica Cadau dovrà rispondere civilmemte e penalmente di tutto quello che è successo. E allora saranno dolori, visto che se fosse condannata per tutti i reati fino ad ora contestati, rischia fino a 15 anni di carcere. 

Detto questo, passiamo ad un nuovo episodio della telenovela che è andata in scena a Borgo Valsugana nella mattinata di ieri, Domenica. E questa volta l’invito è davvero di sedersi per ascoltare la quantità di idiozie che ha dell’incredibile pronunciate dalla donna e il suo team. Nella nuova puntata c’è però qualcosa in più: i suggeritori, che filmano e condividono tutto. 

Verso la fine del video, girato sempre dal  «Team» Cadau, infatti si sentono i due «Suggeritori» che capiscono che la Cadau sta esagerando e allora la invitano a smettere perchè «se chiedono un TSO è la fine, stiamo tirando troppo la corda». Al di la che il TSO secondo molti dovrebbe essere stato richiesto da un bel pezzo è ovvio che quindi la donna potrebbe anche essere condizionata da altre persone nel continuare questo suo comportamento che gli si ritorcerà contro in modo tragico. La frase dell’uomo detta a bassa voce delinea una vera e propria consapevole strategia.

Pubblicità
Pubblicità

La domanda è ora: Se verrà richiesto un TSO alla titolare del bar Nuraghe si presenterà come Monica Cadau oppure viceversa? Il cronista, si fa per dire, spiega che le forze dell’ordine devono difendere i cittadini dimenticando di dire che il loro dovere è di difendere sì i cittadini, ma quelli onesti però che rispettano la legge.

Il cronista improvvisato consiglia prima di lanciare giudizi sul loro operato di collegare il cervello alla lingua, come sempre succede è come il bue che dice cornuto all’asino. Il cronista mette molto fervore nelle sue parole e spesso è sul filo della diffamazione, ma una cosa è certa, non sarà lui a pagare il conto, ma la  «povera» Monica Cadau. Questo deve far molto riflettere. 

Lo show continua con una miriade di incongruenze: Secondo l’accorato cronista improvvisato infatti non ci sarebbe non solo nessuna emergenza ma nemmeno un pandemia. Ci viene da chiedere dove sia stato negli ultimi 2 anni. Il video alla fine diventa un fil comico intriso di frasi pazzesche che fanno venire il mal di pancia dal ridere. Un video imperdibile.

Poi l’entrata in scena della Cadau è a dir poco comica. «Mi sono autoderminata e non faccio più parte della vostra giurisdizione, sono uno Stato a sè». La Cadau dice poi di rispodere solo alla legge internazionale, anche se non spiega quale. 

Insomma dopo il ciclista «uomo legale rappresentante di se stesso e  soggetto internazionale» che ha fatto impazzire le forze dell’ordine durante il lockdown (qui il video) arriva ora anche la donna autodeterminata. Non si finisce mai di imparare, intanto però, per ora almeno, paga sempre pantalone.  (clicca qui per vedere il video integrale)

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Val di Non – Sole – Paganella7 ore fa

Dramma in Val di Non: il corpo di una donna recuperato nella forra del torrente Pongaiola

Val di Non – Sole – Paganella9 ore fa

A Cavareno si impara l’inglese

Rovereto e Vallagarina9 ore fa

A Folgaria «La lingua batte dove il dente duole»

Val di Non – Sole – Paganella9 ore fa

Bartolomeo Carneri: un trentino illustre valorizzato a Vienna

Rovereto e Vallagarina9 ore fa

Avio: in corso i lavori di sistemazione della strada forestale

Trento9 ore fa

Riconoscimenti OMS-UNICEF: anche i Consultori e i servizi della Comunità di Apss sono Baby Friendly

Trento9 ore fa

Rincari e effetti per i servizi di assistenza, Segnana ha incontrato U.P.I.P.A e Spes

Trento10 ore fa

Fugatti: “Assestamento di bilancio pienamente operativo”

Val di Non – Sole – Paganella10 ore fa

“Aperitorno al futuro”: in Val di Sole un workshop per permettere ai giovani di far sentire la propria voce

Cani Gatti & C11 ore fa

ENPA chiede la riduzione dell’IVA al 10% per pet food e spese veterinarie

Italia ed estero11 ore fa

Nuova inquietante gaffe di Biden. «Jackie, dove sei?», ma la deputata è morta in agosto

Trento11 ore fa

L’Ospedale Santa Chiara di Trento per la terza volta «Amico delle Bambine e dei Bambini»

Vita & Famiglia11 ore fa

Giornata aborto sicuro. Pro Vita: «Di sicuro solo la morte di un bambino»

Trento12 ore fa

Coronavirus, nelle ultime 24 ore in Trentino 658 nuovi positivi

Rovereto e Vallagarina12 ore fa

Ala: serata in ricordo del poeta Giuseppe Caprara

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza