Connect with us
Pubblicità

Giudicarie e Rendena

Parco Archeo Natura e Museo delle Palafitte di Fiavé: rinnovato il protocollo

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

La Giunta ha approvato su proposta dell’assessore provinciale agli enti locali Mattia Gottardi il rinnovo per il 2022 del protocollo operativo per la gestione del Parco Archeo Natura di Fiavé che prevede la collaborazione tra Provincia autonoma di Trento, Comune di Fiavé, Trentino Marketing, Azienda per il turismo Garda Dolomiti e Cassa del Trentino.

Il Parco, inaugurato la scorsa estate, comprende il Museo delle Palafitte e l’area archeologica inserita nella lista del Patrimonio Mondiale Unesco. Il protocollo costituisce un consolidamento del positivo percorso di valorizzazione instaurato per l’avvio del Parco che dall’apertura al pubblico, avvenuta nel giugno dello scorso anno, ha visto la presenza di 18.000 visitatori nei mesi estivi.

Il protocollo intende costituire la base per la realizzazione di un progetto di sviluppo territoriale integrato delle Giudicarie esteriori secondo un approccio territoriale partecipato e condiviso con gli abitanti e gli enti pubblici e privati locali. L’obiettivo è quello di definire un piano di gestione in partenariato tra il pubblico e privato, integrare la valorizzazione e la tutela dei beni culturali, promuovere la nascita di un distretto culturale e favorire il benessere degli abitanti e la ripresa dell’economia locale.

Pubblicità
Pubblicità

Il referente del progetto di sviluppo territoriale sarà l’Umst Coordinamento enti locali, politiche territoriali e della montagna della Provincia. Lo stanziamento per la gestione dei servizi per l’anno in corso da parte del Comune ammonta a 100.000 euro. Dopo la pausa invernale, il Museo delle Palafitte aprirà le porte ai visitatori sabato 12 marzo mentre l’apertura del Parco Archeo Natura è prevista il 16 aprile.

La realizzazione del parco, la sua gestione e promozione nel contesto della valorizzazione dell’offerta territoriale è il risultato della collaborazione di numerosi soggetti che nel corso del tempo hanno unito capacità e sforzi per la valorizzazione e la restituzione al pubblico del sito palafitticolo di Fiavé, uno dei più importanti siti archeologici dell’età del Bronzo in Europa, straordinario patrimonio collettivo. Il Parco è stato realizzato secondo di criteri di sostenibilità, inclusione e partecipazione, al fine di generare opportunità di lavoro con particolare riguardo alle nuove generazioni.

Alla Soprintendenza per i beni culturali spetta la conduzione scientifica delle attività, la conservazione e valorizzazione del patrimonio archeologico, gli allestimenti e relative manutenzioni e aggiornamenti oltre alle attività di didattica, ricerca, formazione e divulgazione. Il sito si trova in un contesto ambientale di grande valore: la Riserva naturale provinciale e Zona Speciale di conservazione, parte della Biosfera Unesco.

Pubblicità
Pubblicità

La conservazione e tutela dell’area protetta sono competenza del Servizio sviluppo sostenibile e aree protette della Provincia che, per la gestione e valorizzazione. si avvale della collaborazione del “Parco Fluviale della Sarca”, la rete di riserve di cui è capofila il Consorzio dei Comuni BIM del Sarca.

Il Servizio per il Sostegno occupazionale e la valorizzazione ambientale della Provincia ha contribuito sia alla creazione dell’area verde, garantendo la sua manutenzione, sia alla realizzazione degli allestimenti all’interno del Parco e dell’area parcheggio presso il Doss Gustinaci. Il Comune di Fiavé gestisce il servizio di custodia e vigilanza, la biglietteria e le prenotazioni, garantirà la manutenzione, la pulizia e la gestione delle utenze del Museo, le pulizia del centro visitatori del Parco.

Cassa del Trentino darà il supporto per quanto riguarda gli schemi di monitoraggio di una gestione in partenariato pubblico privato. Trentino Marketing si occuperà della promozione in ambito turistico su scala nazionale ed estera, dell’utilizzo della piattaforma web per le prenotazioni online e del rinnovo del circuito Trentino Guest Card. L’ApT Garda Dolomiti darà divulgazione del Parco attraverso i propri canali social e istituzionali e svilupperà percorsi specifici a completamento dell’offerta turistica.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento3 settimane fa

Coronavirus: 99 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Calano i ricoveri

eventi3 settimane fa

Dal 17 al 26 giugno tornano a Trento le Feste Vigiliane

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

Alto Garda e Ledro3 settimane fa

Stop alla viabilità a Riva del Garda: si girano le scene di un film americano

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 267 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 166 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Politica2 settimane fa

Referendum, vittoria dei sì ma niente quorum. Amministrative: nei grandi comuni avanti il centro destra

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 49 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino con nessun positivo al molecolare

Trento3 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Telescopio Universitario3 settimane fa

UniTrento: da vent’anni il mondo fa tappa qui

Società4 settimane fa

L’impresa di Melissa Mariotti tra lavoro in Germania e progetti turistici in Valbrenta

Le Vignette di Fabuffa4 settimane fa

Il 51% degli adolescenti italiani non capisce un testo scritto. Una scuola che fa acqua da tutte le parti

Politica2 settimane fa

L’abbraccio mortale col PD affonda definitivamente il M5stelle

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Trovato morto in piscina Stefano Lorenzini di Levico Terme

Rovereto e Vallagarina3 settimane fa

Rovereto, continuano gli atti vandalici: prese di mira le auto parcheggiate

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza