Connect with us
Pubblicità

Trento

Circonvallazione ferroviaria, piena intesa tra Comune e Provincia

Il sindaco Ianeselli: “Nessun disallineamento”. Il presidente Fugatti: “C’è la volontà di continuare il percorso in totale collaborazione, la nostra delibera dice le stesse cose di quella approvata dal Consiglio comunale”

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

“Nessun disallineamento tra Comune e Provincia” sul progetto della Circonvallazione ferroviaria. Lo ha affermato il sindaco Franco Ianeselli, lo ha confermato il presidente della Provincia Maurizio Fugatti: “Vogliamo continuare su questo percorso e non abbiamo alcun dubbio sul fatto che riusciremo ad andare avanti”.

L’intesa tra le due Amministrazioni è stata esplicitata ieri a Palazzo Geremia durante la conferenza stampa post Giunta: “Abbiamo pensato che oggi fosse opportuno essere qui insieme – ha spiegato il sindaco – Dopo le delibere del Consiglio comunale e della Giunta provinciale in merito al progetto della Circonvallazione ferroviaria si è aperta una discussione interpretativa sulle posizioni dell’uno e dell’altra. Non dico che la discussione sia stata pretestuosa, evidentemente c’era bisogno di un chiarimento. Per quanto ci riguarda siamo convinti di aver detto esattamente la stessa cosa: il nostro parere positivo al progetto richiama infatti i rilievi dell’Appa ed è vincolato a tutta una serie di condizioni ispirate al principio di precauzione. Le riteniamo importanti sia dal punto di vista ambientale ma anche per non trovare intoppi a cantiere già avviato. Noi diciamo sì al progetto ‘a condizione che’, la Provincia dice no al progetto ‘a meno che’ non si adottino una serie di precauzioni”.

Il pieno accordo tra Comune e Provincia sul progetto del bypass ferroviario è stato ribadito con parole chiare dal presidente della Provincia Fugatti: “Io credo che se non ci fosse stata una volontà comune fin dall’inizio non saremmo arrivati a questo punto. La mia presenza oggi sta a testimoniare la volontà di continuare il percorso in totale collaborazione. Anche prendendo in considerazione gli aspetti tecnici, la nostra delibera dice le stesse cose affermate dal Consiglio comunale: ovvero che c’è un tema di natura ambientale sulle aree di Trento nord su cui Provincia e Comune si sono già confrontati più volte insieme agli altri soggetti interessati. A questo proposito voglio ringraziare per il grande lavoro l’assessore Ezio Facchin che in questo progetto ci sta mettendo una competenza tecnica non indifferente”.

Pubblicità
Pubblicità

Proprio Facchin, assessore comunale alla Transizione ecologica, ha sottolineato che oggi, grazie al Dibattito pubblico, “si affronta il tema delle aree inquinate insieme a quello riguardante alla ferrovia. Dunque abbiamo due progetti che camminano in parallelo e che danno risposta a due problemi: il progetto del bypass affronta il tema della mobilità e poi c’è la messa in sicurezza delle aree inquinate. È una svolta epocale che comporta un percorso non semplice. Lo porteremo a termine se ognuno farà la sua parte”.

Prima degli interventi politici, a introdurre il tema è stato il dirigente Giuliano Stelzer, che ha illustrato le condizioni del Comune riguardanti il progetto della circonvallazione ferroviaria contenute nella delibera approvata dal consiglio comunale lo scorso 23 febbraio. Il documento in questione;
• richiama la coerenza del provvedimento con tutte le previsioni dell’Appa
• ribadisce la necessità di un pronunciamento definitivo delle Autorità statali competenti sul processo di bonifica di ex Sloi e Carbochimica anche sollecitando la Commissaria straordinaria a un confronto tempestivo con il Ministero della Transizione Ecologica ed il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili
• condivide con la Provincia la necessità di esplorare idonei strumenti di variante urbanistica al fine di individuare la possibilità di espropriare i terreni oggetto di bonifica
• esprime parere positivo al procedimento di Valutazione di Impatto Ambientale ma subordinato alla verifica di condizioni ed al rispetto delle seguenti prescrizioni
Dodici condizioni vincolanti
• È necessario che Rfi provveda a dare evidenza che l’intervento non determini impedimento alla messa in sicurezza delle aree adiacenti
• Il Progetto deve tenere conto che sono in atto progetti di bonifica delle aree SIN con iter pluridecennali
• È necessario che negli elaborati progettuali si ricalcolino i volumi di scavo che interesseranno i terreni del SIN compresa la Roggia Armanelli.
• Si chiede di attualizzare i dati relativi al soil gas utilizzati nell’analisi di rischio organizzando una nuova campagna di misura da concordare con gli Enti competenti.
• Lo scavo interessante le aree inquinate di Trento nord dovrà essere eseguito in atmosfera confinata, sia per la sicurezza dei lavoratori che per i cittadini.
• Si chiede di valutare gli effetti a valle della barriera idraulica presente a valle del sito Carbochimica nel caso di un’interruzione di funzionamento ed eventuali interventi mitigatori o alternativi.
• Si chiede di prevedere un capping per il deposito temporaneo sulle aree ex Sloi e ex Carbochimica di spessore adeguato ai mezzi operanti.
• Lo Studio di impatto ambientale dovrà essere integrato con i dettagli di modalità di preparazione del materiale inquinato e ubicazione del sito di destino delle terre prima della fase esecutiva.
• Lo Studio dovrà indicare gli impianti di trattamento dove verranno convogliate le acque di falda aggottate dall’area di scavo interferente con il SIN.
• Si chiede un approfondimento per quanto riguarda le paratie previste per l’effettuazione degli scavi in prossimità e nel SIN, che dia garanzie sul mantenimento dell’integrità impermeabile tra le due falde
• Si chiede di prevedere un monitoraggio in continuo per l’aria relativamente al cantiere interferente con il SIN e proporre, in accordo con Appa, un monitoraggio delle acque durante gli interventi di scavo.
• Si chiede di effettuare la ricognizione dei siti bonificati messi in sicurezza permanente tramite “sigillatura” ed un approfondimento che valuti l’interferenza con le opere di messa in sicurezza
In più, l’Ordine del giorno collegato alla delibera impegna il sindaco e la Giunta
• a subordinare l’avvio dei lavori alla piena coerenza del progetto sviluppato da RFI. con le plurime e dettagliate prescrizioni contenute nel parere alla Valutazione di Impatto Ambientale
• a subordinare l’avvio dei lavori relativi all’attivazione di un cantiere pilota sulle aree oggetto delle opere della linea ferroviaria di Trento Nord ed alla conseguente valutazione positiva della fattibilità dell’intervento;
• ad attivarsi in tutte le sedi, insieme agli altri Enti coinvolti, per sviluppare ogni azione in grado di favorire una soluzione definitiva alle problematiche ambientali dell’area.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento4 settimane fa

Coronavirus: 99 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Calano i ricoveri

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

eventi4 settimane fa

Dal 17 al 26 giugno tornano a Trento le Feste Vigiliane

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 267 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Alto Garda e Ledro4 settimane fa

Stop alla viabilità a Riva del Garda: si girano le scene di un film americano

Telescopio Universitario3 settimane fa

UniTrento: da vent’anni il mondo fa tappa qui

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 166 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Politica3 settimane fa

Referendum, vittoria dei sì ma niente quorum. Amministrative: nei grandi comuni avanti il centro destra

Trento3 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 49 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino con nessun positivo al molecolare

Italia ed estero3 settimane fa

Crolla un ponte sospeso durante l’naugurazione: 25 feriti – IL VIDEO

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Trovato morto in piscina Stefano Lorenzini di Levico Terme

Le Vignette di Fabuffa4 settimane fa

Il 51% degli adolescenti italiani non capisce un testo scritto. Una scuola che fa acqua da tutte le parti

Politica3 settimane fa

L’abbraccio mortale col PD affonda definitivamente il M5stelle

Società4 settimane fa

L’impresa di Melissa Mariotti tra lavoro in Germania e progetti turistici in Valbrenta

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza