Connect with us
Pubblicità

Spettacolo

Che fine ha fatto «Christiane F. – noi i ragazzi dello zoo di Berlino?» Ecco la sua vera tragica storia

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

«Christiane F. – Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino» è stato uno dei film cult degli anni 80.

Uscito nel 1981 diretto dal regista Uli Edel, si ispira alla vera storia di Christiane Vera Felscherinow, dalla quale è stato tratto l’omonimo libro basato sulle interviste compiute nel 1978, nel carcere di Neukölln, da due giornalisti, durante il processo per spaccio e consumo di sostanze stupefacenti in cui la Felscherinow era testimone ed imputata.

Come spesso succede il film, contribui in maniera determinante al successo del libro e alla fama della storia di Christiane.

Pubblicità
Pubblicità

La storia del film è anche dedicata ai tre amici di Christiane che morirono di overdose in quegli anni, la cui storia è appunto narrata nel libro. In quegli anni il film, fu importante e decisivo per far conoscere al mondo intero la piaga della prostituzione e della tossicodipendenza giovanile che allora era ancora sconosciuta ai più.

Christiane F. nel film era impersonata da una giovanissima Natja Brunckhorst, allora 13enne che è riuscita a far vivere agli spettatori una cruda e angosciante storia tra tossicodipendenza e prostituzione, dove in una inquietante e triste Berlino, la dignità di un tossicodipendente valeva solo pochi marchi. Mitica la colonna sonora di David Bowie, che comprende anche una canzone entrata nella storia e scritta insieme a Brian Eno; Heroes.

Natja Brunckhorst (Berlino, 26 settembre 1966) dopo il film non ha avuto una carriera particolarmente fortunata. Dopo il film di Edel, nel 1982 ha ricevuto una parte in Querelle de Brest, di Rainer Werner Fassbinder.

Pubblicità
Pubblicità

Terminate le riprese, l’attrice ha abbandonato la carriera per seguire gli studi in Inghilterra. Dopo il suo ritorno in Germania nel 1987 per frequentare una scuola d’arte drammatica a Bochum, nel 1994 lavora come sceneggiatrice, curando gli script di numerose serie, tra cui quelli di Lady Cop (Die Kommissarin), fiction poliziesca prodotta nel 1994 in Germania. Nel 2000 recita in La principessa e il guerriero di Tom Tykwer e anche nella serie TV tedesca Dr. Sommerfeld.

Sposata con l’attore tedesco Dominic Raacke, con il quale ha avuto una figlia nel 1991, vive oggi a Monaco di Baviera e si occupa solo di sceneggiatura e regia.

Diverso invece il destino della vera Christiane. Il libro tratto dalla sua storia ha venduto in tutto il mondo (circa 4 milioni di copie). Per questo allora Christiane Vera Felscherinow ricevette 1 milione di Marchi.

Con i soldi guadagnati dal libro ha comprato una casa a Neukolln. E’ trattata come una star di Holliwood, ed ora, dopo 30 anni, Christiane è dell’opinione che forse senza il libro, sarebbe andata in un altro modo.

Christiane è diventata un’esperta di droghe. E’ invitata ai talkshows, dai giornali e grazie alla sua tossicodipendenza è diventata famosa. Ma dopo i proventi del libro non è stato tutto facile. Nel 1985 era ricaduta nella droga e fini in prigione, scontata la pena andò in Grecia, lì incontrò Panagiotis. Visse con lui per 6 anni. Dopo questo periodo tornò a Berlino dove ricadde di nuovo nella droga.

Oggi ha 58 anni, le conseguenze tragiche di un’epatite C che la divora da oltre trenta, giganteschi occhi di ghiaccio e il sorriso dei sopravvissuti. Ha deciso, in collaborazione con una giornalista, Sonja Vukovic – proprio come fece nel 1977 – di pubblicare un’autobiografia, in cui racconta la sua seconda vita, dal titolo Io, Christiane F.

Ma per tutti la sua immagine sarà sempre legata al film che ha aperto gli occhi, anche a chi non voleva vedere, sullo sbando dei giovani europei. Fu un successo senza precedenti, un successo che oggi le frutta ancora circa 20mila euro all’anno.

Se Noi, i Ragazzi dello Zoo di Berlino raccontava la storia della donna fino al primo “salvataggio” da parte di sua madre, il secondo libro di Christiane Felscherinow, uscito nel 2014 per Rizzoli con il titolo La mia seconda vita, racconta gli avvenimenti che vanno dall’inizio degli anni Ottanta fino ai giorni nostri.

In queste pagine Christiane racconta gli anni passati al fianco del chitarrista Alexander Hacke, gli anni vissuti insieme a Nick Cave, gli anni passati a Zurigo tra editori e artistici, quando Zurigo era il centro europeo per i tossicodipendenti, con la sua Platzspitz per comprare e vendere droga.

Christiane racconta del rapporto con suo figlio: sebbene ne avesse perso la custodia, la donna ha continuato a vederlo ogni settimana, stringendo con lui un rapporto solido e sincero.

Ma anche in questo caso ad emergere è sempre la figura di una donna che non riesce a scappare dalla presa delle droghe e della tossicodipendenza. E quando le viene chiesto perché non ha mai davvero smesso di drogarsi, la donna rispondeNon ho mai voluto smettere. Non conoscevo altro nella mia vita. Ho deciso di vivere una vita diversa da quella degli altri. Non ho bisogno di un pretesto per smettere.

Dei ragazzi dello Zoo di Berlino (foto sotto) che condividevano intimamente con Christiane F. la vita sbandata, la prostituzione e la droga, sono rimasti in pochi. Molti sono stati uccisi da overdosi, HIV, epatite, vita sulla strada.  Altri sono sopravvissuti, continuando ad assumere metadone.

Nel 1995, alcuni di loro sono stati contattati dalla rivista Der Spiegel, per un reportage a loro dedicato. In questo momento, il documentario televisivo con le varie interviste è disponibile su YouTube, diviso in più parti, in bassa qualità video. Qui, per esempio, trovate la prima parte.

Tra gli intervistati, uno degli ex ragazzi di Christiane, Detlef (nato nel 1960), dichiarò di essersi disintossicato nei primi anni Ottanta, in Svezia. Sposato, all’epoca, lavorava come autista volontario di autobus per disabili, a Berlino, e aveva smesso perfino di fumare.

Frank, uno dei primi amici di Christiane ad assumere eroina in vena, aveva smesso di drogarsi. Negli anni Novanta, suonava in una band e lavorava a Berlino come tassista di notte .

Una delle compagne di Christiane, Catherine Shabeck, detta Stella (1962), è morta nel 2004, minata da droga, alcool e anni di carcere.
Intervistato nel 2017Teddy (1970) aveva circa 8 anni, quando iniziò a frequentare i ragazzi dello Zoo.

Christiane lo prese sotto la sua protezione. Talvolta, dormiva a casa sua. In seguito, venne adottato da una famiglia e si trasferì nella Germania meridionale. Dopo l’adolescenza, tornò a Berlino e ripiombò nella tossicodipendenza.

Dopo anni di vagabondaggi, elemosine, consumo di eroina, droghe sintetiche e tranquillanti, dal 1995 Teddy ha iniziato a mantenersi, vendendo il giornale Motz per le strade di Berlino.

Nella foto del titolo l’attrice che impersonificò nel film Christiane F. (allora e adesso)
Nella foto sotto la vera Christiane F. (allora e adesso)

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento31 minuti fa

Firmato in Provincia il nuovo accordo per il lavoro agile con le organizzazioni

Trento47 minuti fa

Prorogata fino a fine anno la misura «rimborsi visite specialistiche»

Bolzano2 ore fa

Caldaro, violento schianto auto-moto: muore un motociclista

Trento2 ore fa

Coronavirus, salgono a 50 i pazienti ricoverati nelle ultime 24 ore

Alto Garda e Ledro2 ore fa

Piante avvelenate: l’amministrazione di Riva del Garda ha sporto denuncia

Arte e Cultura3 ore fa

Al Museo di San Michele l’inaugurazione della mostra fotografica «La contemporaneità della tradizione. Sguardi sulle comunità cimbra, ladina e mòchena»

Giudicarie e Rendena3 ore fa

Villa Rendena, motociclista scivola sull’asfalto e finisce nella scarpata: elitrasportato al Santa Chiara

Politica3 ore fa

Sondaggio Mentana: continua l’ascesa di Fratelli d’Italia. Profondo rosso per il M5S

Trento3 ore fa

Il sindaco: “Il raid in piazza Duomo opera di una persona malata”

Politica4 ore fa

Il PATT chiude definitivamente alla Lega

Alto Garda e Ledro4 ore fa

Alto Garda: celebrato il 78° anniversario «Martiri del 28 giugno»

Val di Non – Sole – Paganella4 ore fa

Salasso in bolletta a Borgo d’Anaunia, il sindaco Graziadei precisa: «Dispiace, ma il regolamento parla chiaro e abbiamo dovuto applicarlo»

Trento6 ore fa

Trentino Sviluppo, il valore della produzione sale a 25 milioni di euro

Piana Rotaliana6 ore fa

Ha aperto i battenti ieri il 26°Congresso dell’Associazione italiana di Oceanologia e Limnologia

Val di Non – Sole – Paganella7 ore fa

“Mountain Wemp: comunità inclusive e rigenerative”: il nuovo progetto delle GiustineWemp

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 99 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Calano i ricoveri

eventi3 settimane fa

Dal 17 al 26 giugno tornano a Trento le Feste Vigiliane

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 267 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

Alto Garda e Ledro3 settimane fa

Stop alla viabilità a Riva del Garda: si girano le scene di un film americano

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 166 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Politica2 settimane fa

Referendum, vittoria dei sì ma niente quorum. Amministrative: nei grandi comuni avanti il centro destra

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 49 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino con nessun positivo al molecolare

Telescopio Universitario3 settimane fa

UniTrento: da vent’anni il mondo fa tappa qui

Trento3 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Trovato morto in piscina Stefano Lorenzini di Levico Terme

Società4 settimane fa

L’impresa di Melissa Mariotti tra lavoro in Germania e progetti turistici in Valbrenta

Le Vignette di Fabuffa4 settimane fa

Il 51% degli adolescenti italiani non capisce un testo scritto. Una scuola che fa acqua da tutte le parti

Politica2 settimane fa

L’abbraccio mortale col PD affonda definitivamente il M5stelle

Italia ed estero3 settimane fa

Crolla un ponte sospeso durante l’naugurazione: 25 feriti – IL VIDEO

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza