Connect with us
Pubblicità

Cani Gatti & C

Erpetofauna del Trentino: estinzioni, declini, monitoraggi e nuove acquisizioni

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Dalla rarissima salamandra di Aurora, presente solo in un lembo di territorio di 20 km quadrati tra Trentino e Veneto, al marasso, la cui sopravvivenza è messa a dura prova dalla perdita di habitat.

Dagli ululoni dal ventre giallo, tra le specie monitorate costantemente dai ricercatori MUSE, al colubro di Riccioli, un inatteso ritorno nel territorio provinciale. Anfibi e rettili saranno al centro del prossimo appuntamento di “Incontri al Museo per parlare di fauna”, dedicato all’erpetofuna del Trentino.

L’appuntamento è per mercoledì 2 marzo alle 20.45, sia in presenza (qui il link per prenotarsi) che in diretta Facebook, con gli erpetologi Antonio Romano del CNR (Consiglio nazionale delle ricerche) e Luca Roner del MUSE. La serata, introdotta e moderata da Paolo Pedrini, responsabile della Sezione di Zoologia dei Vertebrati del MUSE, sarà l’occasione per fare il punto sui monitoraggi che il museo conduce all’interno della Rete Natura 2000 e per anticipare l’uscita del nuovo Atlante degli Anfibi e dei Rettili del Trentino, prossimo alla pubblicazione e frutto di un grande sforzo al quale hanno contribuito tanti volontari: un tema, quello della dimensione partecipativa dei monitoraggi faunistici e delle reti di relazioni che li rendono possibili, che è il filo conduttore del ciclo 2021/2022 di “Incontri al Museo per parlare di fauna”. 

Pubblicità
Pubblicità

“Durante la serata – anticipano i due erpetologi – ci focalizzeremo su alcuni aspetti particolari dell’erpetofauna trentina tra estinzioni, declini e nuove acquisizioni, con la presentazione dello stato di conservazione di alcune specie chiave e dei monitoraggi in corso. Anfibi e rettili, seppur visti ogni tanto in maniera negativa (in particolar modo i serpenti), possono essere degli ottimi bioindicatori, utilissimi per la valutazione della qualità e delle modificazioni dell’ambiente e del paesaggio. Ricoprono inoltre un ruolo molto importante nel mantenimento della biodiversità e dell’equilibrio degli ecosistemi”.

Tra le specie oggetto di monitoraggio da parte del MUSE, i relatori si soffermeranno su tre anfibi: l’ululone dal ventre giallo (Bombina variegata), la salamandra alpina (Salamandra atra) e la salamandra di Aurora (Salamandra atra aurorae), uno dei vertebrati endemici più rari di tutto il territorio nazionale.

Il piccolo anfibio, tutto nero con la schiena chiazzata di giallo, è presente unicamente in un’area di circa 20 km quadrati tra Veneto e Trentino, zona tra l’altro pesantemente colpita dalla tempesta Vaia del 2018. 

Pubblicità
Pubblicità

Accanto alle specie già estinte, come la vipera dal corno (Vipera ammodytes), si farà luce anche su quelle più a rischio in pericolo di estinzione locale c’è il marasso (Vipera berus), serpente molto sensibile alla frammentazione dell’habitat e all’antropizzazione o “riscoperte” dopo averle credute scomparse: questo è il caso del colubro di Riccioli (Coronella girondica), rettile tornato dopo anni di assenza a popolare alcune aree del territorio.

Biografie

Antonio Romano – Laureato in Scienze Naturali e Dottore in Biologia evoluzionistica ed Ecologia, dal 2008 consulente della IUCN (International Union for the Conservation of Nature) per l’erpetofauna italiana. Attualmente lavora come ricercatore presso l’Istituto per la BioEconomia del CNR (sezione di Roma) e collabora con la Sezione di Zoologia dei Vertebrati del MUSE – Museo delle Scienze. Ha al suo attivo numerosi anni di esperienza nei programmi di Rete Natura 2000 (fase di aggiornamento dati e redazione di misure di tutela e conservazione). Esperto in censimenti e distribuzioni dell’erpetofauna in grandi aree protette (parchi nazionali e regionali) è autore di numerosi articoli scientifici in campo erpetologico e sull’ecologia delle acque interne su riviste nazionali ed internazionali.

Luca Roner – Laureato alla Magistrale in Ecologia e Conservazione della Natura presso l’Università degli Studi di Parma. Collabora da qualche anno con la Sezione di Zoologia dei Vertebrati del MUSE – Museo delle Scienze e con l’Istituto per la BioEconomia del CNR (sezione di Roma) occupandosi principalmente dei monitoraggi erpetologici per le Reti Riserve, la Provincia Autonoma di Trento e il Parco di Paneveggio – Pale di San Martino. Il suo lavoro si focalizza in particolare sul monitoraggio delle sottospecie di salamandra alpina presenti in Trentino finalizzato alla conservazione, all’identificazione delle principali caratteristiche ecologiche e alla comprensione delle dinamiche di popolazione in seguito ad importanti eventi catastrofici. Autore di alcuni articoli scientifici e contributi divulgativi su riviste nazionali e internazionali.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Ambiente Abitare6 ore fa

Monitoraggio genetico dell’orso in Trentino, premiata tesista FEM

Valsugana e Primiero6 ore fa

Malattie renali: nuovo ambulatorio nefrologico all’ospedale di Borgo Valsugana

Riflessioni fra Cronaca e Storia6 ore fa

Grandi scienziati contro l’atomica e la manipolazione della vita

Trento6 ore fa

Kids Go Green: piccoli passi di mobilità sostenibile per 1.800 bambine e bambini di scuola primaria

Politica6 ore fa

6 italiani su 10 dice che il M5stelle sparirà presto. Per Di Maio il consenso è solo all’1%

Val di Non – Sole – Paganella6 ore fa

Nazareno Molesini dice addio alla lega: «Non mi riconosco più nei suoi ideali»

Trento7 ore fa

Pieve Tesino e Pellizzano vincitori del bando PNRR sui borghi, le congratulazioni di Bisesti e del Sottosegretario alla cultura Borgonzoni da Roma

Trento7 ore fa

Circonvallazione ferroviaria di Trento, firmata l’intesa per ottimizzare il cantiere

Trento7 ore fa

Arresto Mines Hodza: l’attentato era previsto in agosto a Riva del Garda

Trento8 ore fa

I presidenti dei Consigli comunali chiedono di contare di più e di poter portare la fascia

Alto Garda e Ledro8 ore fa

Alto Garda, Martiri del 28 giugno: martedì il 78° anniversario

Trento8 ore fa

Kanova Playground, il campo da pallacanestro di Canova si colora con e per la comunità

Trento9 ore fa

Scuola infanzia: confermati 24 bambini per sezione anche per il prossimo anno scolastico

Trento9 ore fa

Spini di Gardolo: scontro fra due auto, ferite 3 persone

economia e finanza9 ore fa

Cdm, via libera alla proroga del taglio delle bollette e alle garanzie sugli stoccaggi di gas

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 83 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Frana il terreno vicino a Malga Andalo – IL VIDEO

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 121 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 99 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Calano i ricoveri

eventi3 settimane fa

Dal 17 al 26 giugno tornano a Trento le Feste Vigiliane

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 166 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Alto Garda e Ledro3 settimane fa

Stop alla viabilità a Riva del Garda: si girano le scene di un film americano

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 49 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino con nessun positivo al molecolare

Trento3 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Società3 settimane fa

L’impresa di Melissa Mariotti tra lavoro in Germania e progetti turistici in Valbrenta

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 267 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Le Vignette di Fabuffa3 settimane fa

Il 51% degli adolescenti italiani non capisce un testo scritto. Una scuola che fa acqua da tutte le parti

Politica2 settimane fa

Referendum, vittoria dei sì ma niente quorum. Amministrative: nei grandi comuni avanti il centro destra

Io la penso così…4 settimane fa

Protesta pronto soccorso di Arco: dov’erano i manifestanti quando governava il centro sinistra?

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza