Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Cassa Rurale Val di Non da record: utile netto di 12,6 milioni di euro, il 2021 è l’annata migliore di sempre

Pubblicato

-

Il direttore della Cassa Rurale Val di Non Massimo Pinamonti, a sinistra, e il presidente Silvio Mucchi, a destra
Pubblicità

Pubblicità

Annata record per la Cassa Rurale Val di Non, che ha chiuso il 2021 con numeri strepitosi in ogni parametro: dall’utile netto al patrimonio, dall’indice Cet1 alla raccolta totale.

Anche quest’anno la tradizionale assemblea non potrà tenersi in presenza, ma i dati del bilancio migliore di sempre sono stati illustrati e dettagliati dal presidente della Cassa Rurale Silvio Mucchi e dal direttore Massimo Pinamonti nel corso di una conferenza stampa svoltasi al centro direzionale di Cles.

«Sono risultati straordinari, per noi naturalmente motivo di grande orgoglio – ha commentato Silvio Mucchi –. Questi numeri sono figli della fusione di quattro anni fa, che ha portato i suoi frutti grazie a una gestione ottimale e grazie alla gente della valle, che l’ha compresa e ha visto nel nostro istituto di credito una realtà capace di dare risposte concrete, anche in periodi complicati come sono stati gli ultimi due anni, in particolare per famiglie e aziende».

Pubblicità
Pubblicità

È stato (ed è) importante, infatti, l’impegno garantito nell’ambito delle iniziative governative legate ai bonus fiscali nel settore dell’edilizia. Per fare qualche numero anche qui, ad esempio, le prenotazioni per acquisti legati al Superbonus sono di circa 120 milioni di euro, 45 dei quali già acquistati.

«La Cassa Rurale Val di Non ha saputo individuare le risorse e istituire un servizio dedicato, non attraverso un portale ma con persone qualificate, in grado di ascoltare l’utente per trovare la soluzione migliore – ha continuato il presidente –. Come banca del territorio siamo riusciti a mantenere le filiali e un rapporto di fiducia reciproca con le persone. L’auspicio è che si possa sempre essere in grado di tradurre le difficoltà in opportunità. Grazie al lavoro di squadra la nostra banca è riuscita a organizzarsi e strutturarsi, e a raggiungere risultati ottimali».

Sono tanti gli ambiti in cui la Cassa Rurale ha offerto supporto, svolgendo il ruolo di interlocutore: dall’artigianato alle piccole imprese legate alla ristorazione, fino ad arrivare al sociale, con la Fondazione Cassa Rurale Val di Non in prima linea nel sostenere associazioni e amministrazioni. Ambiti che, insieme all’agricoltura che in valle ha il compito di fare da traino dell’economia, hanno saputo rispondere alle criticità e ripartire.

Pubblicità
Pubblicità

A entrare nel dettaglio dei numeri è stato poi il direttore della Cassa Rurale Massimo Pinamonti, che ha snocciolato i dati principali di questo bilancio incredibile, chiuso con 12,6 milioni di euro di utile netto (+142% rispetto al 2020, fermatosi a 5,2 milioni), 175 milioni di patrimonio e un indice Cet1, significativo della solidità aziendale, del 28,7% quando la media delle banche italiane si attesta al 14%.

Senza dimenticare i 7,9 milioni di euro di accantonamenti al fondo svalutazione crediti, lo 0,53% di incidenza del credito deteriorato netto sul totale dei crediti, gli 1,7 miliardi di raccolta totale, con un incremento del 10,5% (+166 milioni rispetto al 2020) di cui +24% sul risparmio gestito, i 780 milioni (+6%) di impieghi vivi.

«Si tratta di un’annata record sotto tutti i punti di vista, è un risultato che rimarrà negli annali della Cassa Rurale – sono state le parole colme di soddisfazione del direttore –. E che ci proietta tra le prime banche nel panorama italiano per solidità e sicurezza. Sono dati entusiasmanti che dimostrano la forza del territorio e che derivano anche dal sensibile aumento di nuovi clienti».

Un quadro generale estremamente positivo, nel quale si inserisce una nuova prospettiva. «Siamo pronti, e con i numeri in ordine, per affrontare una nuova sfida, quella relativa al prossimo progetto di fusione con la Cassa Rurale Rotaliana e Giovo – ha rivelato in conclusione il direttore –. Il fine è quello di rafforzare due territori simili. E di offrire nuovi servizi e opportunità di sviluppo sociale, oltre che economico».

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Ambiente Abitare13 minuti fa

Clima: Coldiretti, ghiacciai addio in anno più caldo di sempre +1,6 C°

Trento17 minuti fa

Firmato un protocollo d’intesa per sostenere le aziende che lavorano sui mercati esteri

Bolzano21 minuti fa

Alpe di Siusi: valanga travolge scialpinisti, per fortuna finisce tutto bene

Bolzano29 minuti fa

Auto si schianta contro un albero: feriti trasportati al pronto soccorso

Piana Rotaliana34 minuti fa

Istituto Agrario, iscrizioni fino al 10 dicembre e “premio” Eduscopio per la preparazione universitaria

Trento4 ore fa

Consiglio di Stato: altra sospensione della legge provinciale sul gioco d’azzardo

Valsugana e Primiero5 ore fa

Primiero: truffe agli anziani, la Chiesa scende in campo con i Carabinieri

Trento5 ore fa

Asse Brennero: incontro tra le Camere di Commercio e dell’Economia

Ambiente Abitare5 ore fa

Bene la qualità dell’aria nel mese di novembre in tutto il Trentino

Trento5 ore fa

Ieri a palazzo Chigi ncontro tra la Commissione Protezione civile e il ministro Musumeci

economia e finanza6 ore fa

Istat: confermata la crescita di Pil e lavoro, ma rimangono dubbi per il 2023

Arte e Cultura6 ore fa

Alla Batibōi Gallery di Cles l’esposizione “PRINT ME LOUD” – 5 artiste – 5 tecniche diverse

Cani Gatti & C8 ore fa

Associazioni animaliste, divieto catena: “La legge sarà un valido strumento per migliorare la vita di molti cani.”

Vita & Famiglia8 ore fa

La denuncia di Pro Vita & Famiglia: «Ecco come l’UE vuole imporre l’utero in affitto»

Fiemme, Fassa e Cembra12 ore fa

Drammatico incidente a Tesero, muore Giancarlo Vinante

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento3 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Io la penso così…6 giorni fa

Coredo: «I maiali che mangiavano fango: il veterinario si dimetta»

Trento2 settimane fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento2 settimane fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Trento1 settimana fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Le ultime dal Web3 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Io la penso così…3 giorni fa

Sono fan dei Maneskin…ma quando si esagera non va bene

Trento4 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Val di Non – Sole – Paganella4 giorni fa

Paura nella notte a Cles: a fuoco un’abitazione in zona Spinazzeda

Trento3 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

Trento3 settimane fa

Trento in lutto, è morto Rinaldo Detassis fondatore di Elettrocasa

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza