Connect with us
Pubblicità

Trento

Violenza giovanile in aumento, la psicologa: “Molto più preoccupante la depressione fra i ragazzi”

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità


Alla ribalta della cronaca locale sono emersi negli ultimi mesi alcuni fatti di violenza giovanile di gruppo. Sono numerosi gli episodi di risse che hanno visto coinvolti anche molti ragazzi.

E’ quanto accaduto per esempio al Palaghiaccio di Pergine. Alcuni giovani si sono dati appuntamento e se le sono suonate. Un episodio simile è successo  poi anche a Lagundo, in Alto Adige.

In questo caso però ad essere coinvolti sono stati dei minori ancora più giovani degli appartenenti al gruppo di Pergine. Il fenomeno, in ogni caso, è crescente in tutta la penisola. Sorgerebbe spontaneo affibbiare le colpe di tutto ciò alla pandemia.

Pubblicità
Pubblicità

Per questa ragione, noi de “La Voce del Trentino” abbiamo richiesto il parere di Marica Malagutti, psicologa forense che tratta con minori e che collabora con il Tribunale di Trento.

Gli ultimi fatti di cronaca fanno pensare ad un fenomeno di violenza giovanile che sta crescendo. Mi vengono in mente i pestaggi davanti al palaghiaccio di Pergine e a Lagundo.

Si può dunque dire che gli atteggiamenti violenti fra i giovani stanno crescendo?

Pubblicità
Pubblicità

“Secondo gli ultimi dati Istat, la violenza giovanile è in aumento. Lo vedo anche all’interno del mio studio.

Mi sono arrivati molti casi di violenza giovanile. Anche di violenza sessuale che utilizza   come mezzo anche gli strumenti che usiamo quotidianamente, quindi internet, le chat, Telegram, whatsapp”.

Da quale età comincia la violenza?

“Dai 12 in poi cominciano ad aumentare. Dopo l’età dello sviluppo cominciano ad aumentare perché sono legati alla sessualità purtroppo”.

Una delle cause di questo fenomeno potrebbe essere la pandemia?

“La mia opinione personale è che tutti tendiamo a dare colpa alla pandemia. In realtà però la pandemia ha immobilizzato le persone, dal punto di vista pratico, lavorativo e fisico e ha soffocato tutte le relazioni.

Da quando sono state aperte le porte è possibile ci sia stato un aumento ma non direi che sia la causa. Potrebbe essere un fattore ma non certo centrale.

La violenza c’è sempre stata, fa parte della nostra società e del nostro modo di vivere. Forse in certi casi l’ha acutizzata ma non diamo colpa solamente alla pandemia”.

Per quale ragione alcuni giovani in questo periodo preferirebbero trovarsi per picchiarsi anziché per esempio giocare a pallone?

“Questo c’è sempre stato. La differenza che c’è fra i giovani di adesso e le generazioni precedenti è che noi usiamo i telefoni.

Le famose bande, che si scontrano, ci sono sempre state.

Se la violenza viene maggiornmente fuori, è perché, grazie all’informazione, se ne parla. In ogni caso c’è sempre stata”.

E’ un modo per sfogarsi?

“Quando la persona è nella fase dell’adolescenza ha  degli impulsi che non aveva prima.

Questi impulsi, qualcuno non riesce a controllarli. Per questo, a volte si tramutano in atteggiamenti aggressivi sia verbalmente che fisicamente.

In questo gioca molto l’educazione della famiglia in sé ma anche delle istituzioni. Forse, se in questo periodo di apertura c’è stata più violenza è perché i ragazzi sono stati lasciati fermi e da soli.

Non hanno potuto relazionarsi”.

Questi due anni hanno causato anche altri disturbi di questo tipo nelle menti dei giovani? Si potrebbe per esempio parlare di un aumento della depressione?

“C’è un più preoccupante aumento della depressione.Una larga fascia di persone è stata colpita da una depressione che li ha devastati.

Questo fenomeno ha  comportato  ed è stato causato da problemi sul lavoro, paure e quasi messi uno contro l’altro. La paura del vaccino e l’ansia per le incertezze hanno distrutto molte persone.

 Quello che ho notato è un diverso relazionarsi delle persone. Prima, per esempio, era spontaneo un abbraccio, con la pandemia c’è stato il blocco e poi quando si poteva eri sempre insicuro se farlo o no.

Secondo me l’uomo come essere umano ha bisogno del contatto fisico. Ciò che più ha fatto di male la pandemia è che ha tolto questa spontaneità del contatto“.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Val di Non – Sole – Paganella38 minuti fa

I Marlene Kuntz sbarcano in Val di Pejo

Trento59 minuti fa

Ponte di san Lorenzo: dopo una fuga in contromano, bloccato nigeriano ubriaco

Politica2 ore fa

Da domani in aula a riforma delle Comunità in aula senza tempi contingentati

Trento2 ore fa

Servizio civile: candidature entro fine luglio, 102 nuove proposte e 95 posti a disposizione

Valsugana e Primiero2 ore fa

Tezze rivendica le barriere antirumore

Valsugana e Primiero2 ore fa

Incidente sulla strada verso Baselga di Pinè: rimangono feriti una 76enne e un 83enne – IL VIDEO

Italia ed estero3 ore fa

Napoli: 10 ore al giorno per 280 euro al mese, scoppia la polemica

Trento3 ore fa

È morto Leonardo Del Vecchio, il fondatore del colosso Luxottica. A 22 anni si era trasferito in Trentino

Trento3 ore fa

Investimenti in impianti fotovoltaici: domande per le imprese dal 4 luglio fino a fine dicembre 2023

Italia ed estero3 ore fa

Covid, contagi in aumento: oggi vertice Governo-Inail sulle mascherine. I piani potrebbero cambiare

Rovereto e Vallagarina4 ore fa

“Orto San Marco-Setàp”, a Rovereto un progetto di rigenerazione urbana e sociale

Arte e Cultura4 ore fa

A Mezzano apre i battenti la mostra “Schweizer e i luoghi dell’Anima”

Italia ed estero4 ore fa

The Great Resignation: un fenomeno che preoccupa ma che apre le porte al cambiamento

Fiemme, Fassa e Cembra4 ore fa

Canazei: da non perdere la mostra “70 anni di Soccorso Alpino e Speleologico Trentino”

Trento4 ore fa

Ristorante Zushi: la cucina giapponese a Trento diventa una vera moda

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 83 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 121 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 99 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Calano i ricoveri

eventi3 settimane fa

Dal 17 al 26 giugno tornano a Trento le Feste Vigiliane

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 166 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Alto Garda e Ledro3 settimane fa

Stop alla viabilità a Riva del Garda: si girano le scene di un film americano

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 49 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino con nessun positivo al molecolare

Trento3 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 267 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Società3 settimane fa

L’impresa di Melissa Mariotti tra lavoro in Germania e progetti turistici in Valbrenta

Politica2 settimane fa

Referendum, vittoria dei sì ma niente quorum. Amministrative: nei grandi comuni avanti il centro destra

Le Vignette di Fabuffa3 settimane fa

Il 51% degli adolescenti italiani non capisce un testo scritto. Una scuola che fa acqua da tutte le parti

Telescopio Universitario3 settimane fa

UniTrento: da vent’anni il mondo fa tappa qui

Io la penso così…4 settimane fa

Protesta pronto soccorso di Arco: dov’erano i manifestanti quando governava il centro sinistra?

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza