Connect with us
Pubblicità

Trento

Lo sfogo di Fugatti in aula: «Polemiche che dimostrano che in Trentino c’è il partito del no»

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Una giornata di lavori consiliari per parlare del concerto di Vasco Rossi. Le minoranze avevano chiesto al presidente Maurizio Fugatti di comunicare lo status dell’organizzazione del grande concerto del 20 di maggio. Dopo la comunicazione del governatore la discussione è andata avanti per tutto il giorno.

In molti si sono chiesti se non fosse il caso di lavorare per cercare di risolvere i problemi legati al caro bollette, ai ristori del dopo pandemia oppure di come aiutare le aziende che ormai sono allo stremo.

Ma tant’è che fra gufi, minoranze strumentalizzate e una testardaggine fuori dal comune di alcuni membri dell’opposizione il consiglio provinciale ha perso uno dei tre giorni mensili dei lavori per parlare di una cosa che è già organizzata e che si farà comunque.

Pubblicità
Pubblicità

Negli interventi dei consiglieri di minoranza gli argomenti sono stati anche fantasiosi: Come quello di Alex Marini che ha detto che la merce consumata dai partecipanti al concerto verrà da fuori del Trentino, Luca Zeni ha parlato di pressioni sui funzionari provinciali, mentre Dallapiccola voleva che l’area di san Vincenzo fosse destinata all’agricoltura, dimenticando che l’area, acquistata dalla pat per 30 milioni di euro, è ormai abbandonata da 20 anni e che durante i suoi 5 anni di assessorato non aveva fatto nulla per valorizzarla.

Secondo Ugo Rossi invece un evento come quello di Vasco è un evento commerciale che non può essere organizzato dalla Pat. «Cosa c’entra, ha chiesto, la Protezione civile in un evento commerciale che comporta il rischio d’impresa. Il tutto con la “scusa” di promuovere il Trentino, quando il piano marketing di Tm punta tutto sulla natura e il territorio. Il concerto, insomma, non aggiunge nulla alla promozione turistica».

Dopo gli interventi delle minoranze Maurizio Fugatti, nella replica, ha riaffermato che il tema della sicurezza è centrale e il dibattito gli è sembrato surreale. Il presidente ha ringraziato tutti i dirigenti Pat che stanno operando con serietà nel rispetto delle leggi su questo evento complesso che rappresenta una sfida.

Pubblicità
Pubblicità

Un evento che sarà il primo concerto post Covid in Italia. Si è colta un’opportunità, ha detto ancora, la si è portata avanti in silenzio perché così si fa su un area comprata dalle Giunte precedenti con 3o milioni e sulla quale si sono fatte solo chiacchiere per 20 anni.

La Giunta ha avuto l’idea di utilizzarla per portare il Trentino nel circuito dei concerti nazionali. Vasco Rossi farà la data zero, rimarrà qui 5 giorni e ne parleranno tutti. Sulla sicurezza sono impegnate le massime cariche della Pat e dello Stato in Trentino.

Quindi, il concerto non è un capriccio del presidente, ma solo la possibilità di fare qualcosa su quell’area sulla quale si è parlato per 20 anni. Il concerto, per Fugatti, è stato caricato politicamente dall’opposizione, iniziando a dire che non si sarebbero venduti 100 mila biglietti e il contratto è stato fatto come è stato fatto per garantire i trentini.

In totale sono 100. 400 i biglietti venduti al 5 febbraio 2022, 42 mila i biglietti già venduti in Trentino sui 60 mila previsti. Polemiche sono state sollevate sull’area e ora c’è la polemica sulla sicurezza alla quale peraltro va riservata la massima attenzione.

L’indotto economico di un concerto di questo livello è documentato e sicuro e Fugatti ha ricordato che per il Bayern in Trentino si spendeva un milione scelta che non si può confrontare con Vasco.

La mostra inoltre sarà a pagamento e di onorificenze Vasco ne ha ricevute moltissime. Le polemiche della minoranza, ha detto Fugatti, che lanciano un messaggio imbarazzante: sembra quasi che il Trentino non voglia accogliere il cantante di Zocca, quando tutta Italia lo vorrebbe.

E anche dal punto di vista della cultura locale, il presidente, ha ricordato che ci sono 70 band trentine iscritte al concorso per suonare prima di Vasco. Infine, organizza la Protezione civile perché ha organizzato anche il concerto di Modena.

Anche questa vicenda dimostra, ha detto Fugatti, che anche in Trentino sta nascendo un partito del no: il no a Medicina, le valanghe di polemiche sul Festival dell’Economia con il progetto del Sole 24Ore. Stessa cosa con Sgarbi che ha fatto ripartire il Mart.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento2 settimane fa

Caro bollette, supermercati Eurospin: «Abbiamo perso ogni speranza»

Trento3 settimane fa

Caro energia: dalla provincia arrivano 180 euro per ogni famiglia

Trento3 settimane fa

Autovelox e semafori intelligenti in funzione dal 19 settembre. Ecco dove sono installati

Trento3 giorni fa

Relazione della D.I.A.: in Trentino presenti le Mafie Calabresi, nigeriane e albanesi

Arte e Cultura3 settimane fa

A Riva del Garda Serena Dalla Torre si riconferma campionessa italiana di Body Painting

Trento3 settimane fa

Dopo 20 anni di amore Tony Menegatti sposa la sua Laura

Trento2 settimane fa

Il comune fa cassa: 104 multe in sole 3 ore grazie ai nuovi semafori «intelligenti»

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Impiccato in garage, i Carabinieri di Borgo compiono il miracolo

Trento1 settimana fa

Ritrovata la 18 enne scomparsa sabato dopo la scuola

Politica1 settimana fa

Elezioni 2022, ecco i primi trombati eccellenti

Io la penso così…5 giorni fa

Giulia Torelli: Le turbe psichiche di questo soggetto sono particolarmente evidenti

Val di Non – Sole – Paganella5 giorni fa

Dramma in Val di Non: il corpo di una donna recuperato nella forra del torrente Pongaiola

Trento3 settimane fa

Morto a soli 61 anni Luca Mazzalai, partecipò ad oltre 20 edizioni della Trento Bondone

Le ultime dal Web1 settimana fa

«I vecchi devono stare a casa fermi, immobili, e non devono votare». è bufera su Giulia Torelli – IL VIDEO

Trento4 settimane fa

Trento, lavorare per le cooperative sociali a 4 euro l’ora: «Non ce la facciamo a vivere»

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza