Connect with us
Pubblicità

Arte e Cultura

Inizia l’era Sgarbi al Mag, da Raffaello a Canaletto: la collezione del casato di Liechtenstein

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità


Alla prima riunione del neo costituito cda del Mag, venerdì 14 gennaio, il presidente Vittorio Sgarbi ha svelato i dettagli della prima mostra da lui curata.

Si tratta di una selezione di una ottantina di capolavori della collezione privata del casato di Liechtenstein, una delle più grandi al mondo, di norma esposta al Liechtenstein Museum di Vienna, tra cui Raffaello, Canaletto, Rubens, Van Dyck e Rembrandt, che saranno in mostra nelle sale della Rocca di Riva del Garda, sede del Museo Alto Garda, da Pasqua all’inizio di settembre.

È l’incredibile opportunità offerta dal noto critico d’arte, storico dell’arte e saggista (oltre che presidente del Mart di Trento e Rovereto) al cda del Mag nel giorno della sua prima riunione.

Pubblicità
Pubblicità

Cda composto, oltre che dal presidente, da Matteo Arcese, Vittorio Colombo, Laura Pignattari e Ruggero Morandi.

Alla riunione erano presenti anche il sindaco Cristina Santi, vicesindaco e assessore alla cultura Silvia Betta, il segretario generale del Comune Anna Cattoi e il direttore del Mag Matteo Rapanà.

Da parte del cda, ampio favore e apprezzamento per la proposta, con la sola preoccupazione per i tempi molto stretti e per la carenza di personale causata dalla pandemia. Ma, è stato il pensiero di tutti, la rilevanza dell’opportunità merita uno sforzo eccezionale per riuscire a realizzarla.

Pubblicità
Pubblicità

«Qualche mese fa è venuto da me principe del Liechtenstein -ha spiegato Sgarbi- e mi ha mandato il direttore del suo museo, che ben conosco e che è uno dei più belli di Vienna. Il museo sarà chiuso per tutto il 2022, credo per ristrutturazione, e quindi mi hanno proposto di esporre in Italia quelle opere meravigliose. Io subito ho pensato al Mart, ma per lo spazio richiesto e la programmazione già definita non è stato possibile. Ho pensato al Palazzo delle Albere a Trento, ma è stato giudicato insufficiente. Sono quindi partito a cercare un altro luogo adatto, prima a Novara e poi a Urbino, senza successo.

Nei giorni in cui si è capito che la mia candidatura al Mag sarebbe stata accettata, ho allora proposto il Mag, che hanno subito apprezzato per il legame del Garda con il mondo del turismo europeo. Hanno quindi fatto visita alla Rocca e l’hanno trovata perfetta. Sarà una mostra molto importante, di livello europeo, nemmeno il Mart ne ha mai organizzate di questo peso. E con l’assicurazione pagata, il catalogo in parte già fatto e un contributo che la Provincia, tramite il presidente Fugatti, mi ha già assicurato.

Penso che chiedendo 10 euro di ingresso e stimando un pubblico di quarantamila visitatori, rientreremo delle spese e alla fine non ci costerà nulla. Una opportunità che mi si è offerta in modo casuale e con perfetto tempismo, la cui rilevanza credo imponesse che incontrassi al più presto il cda. Ho già pensato al titolo: “Da Raffaello a Canaletto: le collezioni del principe del Liechtenstein”».

Vittorio Sgarbi ha approfittato dell’occasione per spiegare la genesi della sua candidatura alla presidenza del Mag, così da rispondere alle polemiche di queste settimane: «È stato Antonio Borghetti, revisore dei conti del Mart, a segnalarmi il concorso per il cda del Mag, appena un giorno prima della scadenza. Ho chiamato subito il mio assistente, che ha spedito il curriculum. La cosa è diventata un fatto politico; evidentemente non si è capito il gioco, che a me sembra logico, della compatibilità dei rapporti fra questo luogo meraviglioso, che conoscevo per averne visitato in passato alcune mostre, e conoscendone la collezione significativa, che più di recente mi è sembrata allestita in modo particolarmente coscienzioso e intelligente, con il Mart e la sua potenza e struttura. Quindi per me il primo punto è valutare insieme Mart e Mag, e poi evitare una linea troppo provinciale legata alla bellezza del lago. La partenza sarà con qualcosa che ribalta il senso delle attività del Mag, il quale rimane delicato, discreto ed elegante, come ora si caratterizza, ma assume una dimensione di potenza che lo mette al livello del Mart».

Il neo presidente ha anche anticipato la sua idea per il 2023: una grande mostra sul Rinascimento del lago di Garda. E una proposta: mutuare dal Mart l’esperienza di un ristorante annesso al museo.

Terminata la riunione del cda, Vittorio Sgarbi ha preso parte in diretta, da una postazione allestita in pinacoteca, alla puntata odierna di «L’aria che tira», trasmissione di La7 condotta da Myrta Merlino.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Bolzano1 ora fa

Era scomparsa nel 1990: risolto dopo 32 anni il giallo dell’altoatesina Evi Rauter

Trento1 ora fa

Il sindaco Ianeselli e il commissario del Governo Bernabei hanno firmato questa mattina il “Patto sicurezza Trento”

Trento2 ore fa

7 consiglieri della maggioranza chiedono un Consiglio straordinario per l’esame del ddl di Masè sulla terza preferenza

Trento2 ore fa

Il vicesegretario generale dell’Ocse Yoshiki Takeuchi, in visita in Trentino, è stato ricevuto stamani dal presidente Fugatti

Trento2 ore fa

Sono gravissime le condizioni della bimba investita da un’auto a Mezzolombardo

Trento3 ore fa

Coronavirus: 284 nuovi positivi, 55 il totale dei ricoverati di cui 4 in rianimazione

Val di Non – Sole – Paganella3 ore fa

Furioso incendio a Segno

Valsugana e Primiero3 ore fa

Fiamme avvolgono un macchinario nello stabilimento industriale: molte le squadre di vigili del fuoco per spegnere le fiamme

Trento4 ore fa

Tutti gli inquinanti sotto i limiti previsti: ad Aprile in Trentino è buona la qualità dell’aria

Trento4 ore fa

Ancora attivi i contributi provinciali cumulabili a quelli statali per l’acquisto di auto elettriche

Alto Garda e Ledro4 ore fa

Scoperta a Mori una rarissima orchidea

Val di Non – Sole – Paganella5 ore fa

Francesco Antonio Ciarleglio è il nuovo direttore di chirurgia a Cles

Musica5 ore fa

Rovereto rende omaggio a Jan Novák

Italia ed estero6 ore fa

Hacker russi KIlnet di nuovo in azione: bloccati diversi siti ufficiali italiani

Val di Non – Sole – Paganella7 ore fa

A Taio è tornata la “Festa degli alberi”

Trento1 settimana fa

Mauro Ottobre perde anche in appello con La Voce del Trentino. Dovrà pagare altri 22 mila euro

Trento4 settimane fa

Coronavirus in Trentino: un decesso e salgono contagi e ricoveri nelle ultime 24 ore

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 170 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Salgono ancora i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: contagi contenuti e nessun decesso nelle ultime 24 ore

Politica3 settimane fa

Nella prossima seduta consiliare in discussione 6 ddl, compreso quello sulla terza preferenza

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Orso a spasso tra i meleti di Mechel – IL VIDEO

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 107 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Balzo in avanti dei ricoveri

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Fiamme in centro storico a Denno – IL VIDEO

Italia ed estero4 settimane fa

L’ultima gaffe di Joe Biden: stringe la mano ai fantasmi. Il mondo s’interroga sullo stato di salute del presidente Usa

Trento3 settimane fa

Concerto Vasco Rossi: ecco la viabilità alternativa per minimizzare i disagi

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 156 contagi e nuovo balzo in avanti dei ricoveri nelle ultime 24 ore

Telescopio Universitario3 settimane fa

Ricerca, l’Europa premia ancora l’Università di Trento

Trento5 giorni fa

Coronavirus: un decesso e 326 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento6 giorni fa

Coronavirus: contagi e ricoveri in calo nelle ultime 24 ore

Spettacolo4 settimane fa

Lutto nel mondo dello spettacolo, è morta Catherine Spaak

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza