Connect with us
Pubblicità

Cani Gatti & C

In Italia stop agli allevamenti di animali da pelliccia: è il ventesimo Paese in Europa

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Sebbene spesso ci troviamo a descrivere atti di crudeltà e maltrattamenti ai danni di elementi naturali e animali indifesi, per fortuna ogni tanto arriva anche qualche buona notizia.

In mezzo a tanta negatività e a tante abitudini che sembrano dure a venir meno, infatti, ci sono persone che si battono per cambiare la situazione e che, come nel caso degli allevamenti di animali da pelliccia, ottengono vittorie davvero importanti.

Dopo altri 19 Paesi europei che hanno messo al bando l’allevamento di animali per ricavarne pellicce, anche l’Italia ha decretato lo stop.

Pubblicità
Pubblicità

Una notizia che segna un vero punto di svolta epocale: dal 1 gennaio 2022 nessun animale potrà più essere tenuto in cattività per ricavarne abiti e accessori.

Volpi, visoni, procioni, cincillà e non solo: a essere di fatto salvati dal provvedimento che la Commissione Bilancio del Senato italiano ha varato a dicembre 2021 sono migliaia di animali destinati a nascere e crescere in cattività in allevamenti utilizzati ad hoc per le pellicce, in cui le condizioni di vita, per loro, non sono certo le migliori.

Da anni, a questo proposito, in Italia come in altri Paesi d’Europa non sono mancate le battaglie di associazioni animaliste, personaggi famosi e realtà che hanno a cuore la salvaguardia degli animali.

Pubblicità
Pubblicità

Dopo alcune chiusure momentanee degli allevamenti, dettate da motivazioni igienico-sanitarie, ora sembra proprio che lo stop sia definitivo e irrevocabile.

Migliaia di visoni già presenti in queste strutture (cinque sono quelle attive in tutta Italia) verranno salvati e, grazie a questo apposito provvedimento, agli allevatori sono stati destinati indennizzi in denaro per un totale di 3 milioni di euro.

Con questi soldi, oltre a provvedere allo smantellamento dei luoghi dove gli animali erano tenuti in cattività, i proprietari potranno riconvertire i loro ex-allevamenti in chiave ecologica, ad esempio come parchi solari e fotovoltaici.

Anni di attese e battaglie che dunque finalmente hanno portato a ottenere frutti concreti. Seppur in ritardo rispetto ad altre realtà d’Europa, anche l’Italia si è adeguata ad una tendenza che, oltre a essere civilmente corretta, permetterà anche di porre le basi per un futuro più ecologico e rispettoso dell’ambiente. “Inizia una nuova epoca di civiltà – ha commentato Simone Pavesi, responsabile area Moda Animal Free della Lav – in cui i nostri figli avranno difficoltà a credere che un tempo gli animali venivano allevati per poi strappare loro la pelliccia

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
Val di Non – Sole – Paganella7 ore fa

Il Giro d’Italia passa in Val di Non: le indicazioni per la viabilità

Bolzano9 ore fa

Era scomparsa nel 1990: risolto dopo 32 anni il giallo dell’altoatesina Evi Rauter

Trento10 ore fa

Il sindaco Ianeselli e il commissario del Governo Bernabei hanno firmato questa mattina il “Patto sicurezza Trento”

Trento10 ore fa

7 consiglieri della maggioranza chiedono un Consiglio straordinario per l’esame del ddl di Masè sulla terza preferenza

Trento11 ore fa

Il vicesegretario generale dell’Ocse Yoshiki Takeuchi, in visita in Trentino, è stato ricevuto stamani dal presidente Fugatti

Trento11 ore fa

Sono gravissime le condizioni della bimba investita da un’auto a Mezzolombardo

Trento11 ore fa

Coronavirus: 284 nuovi positivi, 55 il totale dei ricoverati di cui 4 in rianimazione

Val di Non – Sole – Paganella11 ore fa

Furioso incendio a Segno

Valsugana e Primiero11 ore fa

Fiamme avvolgono un macchinario nello stabilimento industriale: molte le squadre di vigili del fuoco per spegnere le fiamme

Trento12 ore fa

Tutti gli inquinanti sotto i limiti previsti: ad Aprile in Trentino è buona la qualità dell’aria

Trento12 ore fa

Ancora attivi i contributi provinciali cumulabili a quelli statali per l’acquisto di auto elettriche

Alto Garda e Ledro13 ore fa

Scoperta a Mori una rarissima orchidea

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

Francesco Antonio Ciarleglio è il nuovo direttore di chirurgia a Cles

Musica13 ore fa

Rovereto rende omaggio a Jan Novák

Italia ed estero14 ore fa

Hacker russi KIlnet di nuovo in azione: bloccati diversi siti ufficiali italiani

Trento2 settimane fa

Mauro Ottobre perde anche in appello con La Voce del Trentino. Dovrà pagare altri 22 mila euro

Trento4 settimane fa

Coronavirus in Trentino: un decesso e salgono contagi e ricoveri nelle ultime 24 ore

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 170 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Salgono ancora i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: contagi contenuti e nessun decesso nelle ultime 24 ore

Politica3 settimane fa

Nella prossima seduta consiliare in discussione 6 ddl, compreso quello sulla terza preferenza

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Orso a spasso tra i meleti di Mechel – IL VIDEO

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 107 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Balzo in avanti dei ricoveri

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Fiamme in centro storico a Denno – IL VIDEO

Italia ed estero4 settimane fa

L’ultima gaffe di Joe Biden: stringe la mano ai fantasmi. Il mondo s’interroga sullo stato di salute del presidente Usa

Trento3 settimane fa

Concerto Vasco Rossi: ecco la viabilità alternativa per minimizzare i disagi

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 156 contagi e nuovo balzo in avanti dei ricoveri nelle ultime 24 ore

Telescopio Universitario3 settimane fa

Ricerca, l’Europa premia ancora l’Università di Trento

Trento5 giorni fa

Coronavirus: un decesso e 326 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento6 giorni fa

Coronavirus: contagi e ricoveri in calo nelle ultime 24 ore

Spettacolo4 settimane fa

Lutto nel mondo dello spettacolo, è morta Catherine Spaak

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza