Connect with us
Pubblicità

18 politico

Le tre emergenze endemiche dell’Italia

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Nel 2021 sono tre le emergenze importanti del nostro Paese. La pandemia dovuta al Covid-19 che non accenna ad arrestarsi, gli infortuni mortali sul lavoro e la violenza di genere. Sono emergenze sanitarie e socio-culturali che devono essere affrontate con piena consapevolezza dalla politica per  non restarne travolti.

Partiamo dalla prima che riguarda il Covid-19. Siamo ancora in piena ondata con i 30.000 contagi e i 153 morti di ieri. Rispetto al 2020, i numeri dei morti per Covid sono molto inferiori e quest’anno ci ha portato delle soluzioni che però sappiamo non essere efficaci al 100%, ma anche nuove varianti del virus molto più contagiose come la Omicron. La politica si è giustamente affidata alla scienza – peraltro non sempre univoca – ma comunque la sola che può indirizzare le politiche sanitarie.

I vaccini rimangono sempre l’arma più efficace, ma in questo momento è importante anche il contact tracing (il tracciamento) e le misure di sicurezza (distanziamento, mascherine) per ottenere il risultato di preservare in tutti i modi la nostra libertà “condizionata”, le attività economiche e il lavoro.

Se questo volesse dire sacrificare ancora alcuni settori considerati – a torto o a ragione – più superflui penso che bisogna mettere in preventivo nuovi aiuti economici alle imprese. 

Pensare a lockdown settoriali o intervenire ancora una volta sul settore scolastico rimandando gli studenti in DAD deve però essere l’extrema ratio perché già vediamo gli effetti sociali della pandemia con la crescita delle tensioni tra i nostri giovani.

Tutto dipenderà ovviamente dalla tenuta del sistema sanitario e degli ospedali in particolare dove i no-vax pentiti o non pentiti ormai occupano costantemente le terapie intensive e questo ha un’incidenza negativa sulla cura di altre importanti malattie.

Una situazione del genere credo non sia più accettabile e anche i pro-vax che per due anni hanno seguito pedissequamente le indicazioni scientifiche e le misure di sicurezza, dalla somministrazione delle più dosi di vaccino in tempi più ravvicinati rispetto a quanto preventivato e si sono prontamente muniti di green pass normale e rafforzato non siano più tanto propensi ad accettare ulteriori limitazioni per accedere a cinema, teatri, stadi ecc.. Probabilmente la reazione giustificata sarebbe quella di rigetto, di rinuncia a recarsi al cinema, al teatro o allo stadio per non sottoporsi ancora una volta ai tamponi istantanei.

La seconda riguarda gli infortuni sul lavoro. La strage di Torino dovuta al crollo della gru a torre in fase di montaggio è l’ultima di una lunga serie. Più di 1.000 infortuni mortali nel 2021 sono un’ecatombe annunciata e drammi famigliari che non possiamo sottovalutare.

Il Governo Draghi ha approvato il decreto legge 146/2021 che è stato convertito con modificazioni nella legge n. 215 del 17/12/2021. La visione politica si è concentrata sulla repressione con la duplicazione degli Enti di controllo su tutto il territorio nazionale – ad eccezione del Trentino-Alto Adige – affiancando alle Aziende Sanitarie Locali anche l’Ispettorato Nazionale e territoriale del lavoro e prevedendo la sospensione immediata delle attività imprenditoriali per gravi violazioni in materia di sicurezza sul lavoro o per la presenza di lavoratori irregolari nella misura del 10%.

Non basta, serve anche altro. Investire di più in prevenzione, in cultura del lavoro e verificare il rigoroso rispetto dell’investimento del 5% della spesa sanitaria in questo settore strategico. Per fare la prevenzione servono risorse economiche e per questo ci sono anche entrate già a disposizione e derivanti dall’applicazione delle sanzioni in materia di sicurezza sul lavoro.

Il problema è che queste risorse non vengono però utilizzate da tutte le Regioni per investimenti nel sistema di prevenzione degli infortuni. Il Trentino su questo non si distingue dagli altri e pensare che il D.Lgs. 81/08, meglio noto come testo unico in materia di sicurezza sul lavoro, lo prevede già dal lontano 2008!

La politica e in particolare le opposizioni e persino le Organizzazioni sindacali dei lavoratori devono vigilare attentamente su questo invece di fare la solita demagogia solo quando accadono gli infortuni mortali. Bisogna invertire la tendenza e contabilizzare le risorse – variabili anno per anno – nei bilanci delle Aziende sanitarie e pensare a nuove strategie di prevenzione. I doverosi  interventi ex post evento servono solo ai fini di giustizia del caso singolo, ma non certo per contrastare le morti bianche o le invalidità dovuti agli infortuni sul lavoro.

Infine vorrei parlare della violenza di genere. La pandemia ha nascosto, ma nel contempo anche acuito il problema e assistiamo sempre di più a violenze fisiche e psicologiche sulle donne.

Il legislatore è intervenuto con il Codice rosso, ma serve anche altro. La rete di protezione delle donne che denunciano maltrattamenti deve funzionare al meglio in tutte le Regioni. Bisogna però anche pensare alla cultura di genere, coinvolgendo gli uomini e anche in questo mi sento di richiamare la politica che deve pensare non tanto a garantire le quote di genere che personalmente non mi sono mai tanto piaciute, ma rendere veramente effettiva la parità.

Le liste elettorali dovrebbero essere composte al 50% di donne. Solo così potremo finalmente dare l’opportunità all’elettore di poter scegliere i suoi rappresentanti tra una rosa di uomini e donne paritaria ed esprimendo le due preferenze.

Mi pare l’unico modo per contaminare positivamente le Istituzioni di donne impegnate in politica, ma bisogna anche ricreare le condizioni per un loro impegno perché molte rinunciano già prima essendo di fatto costrette a scegliere tra il lavoro, la cura della famiglia e dei figli e la politica.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

Il Giro d’Italia passa in Val di Non: le indicazioni per la viabilità

Bolzano4 ore fa

Era scomparsa nel 1990: risolto dopo 32 anni il giallo dell’altoatesina Evi Rauter

Trento4 ore fa

Il sindaco Ianeselli e il commissario del Governo Bernabei hanno firmato questa mattina il “Patto sicurezza Trento”

Trento5 ore fa

7 consiglieri della maggioranza chiedono un Consiglio straordinario per l’esame del ddl di Masè sulla terza preferenza

Trento5 ore fa

Il vicesegretario generale dell’Ocse Yoshiki Takeuchi, in visita in Trentino, è stato ricevuto stamani dal presidente Fugatti

Trento5 ore fa

Sono gravissime le condizioni della bimba investita da un’auto a Mezzolombardo

Trento6 ore fa

Coronavirus: 284 nuovi positivi, 55 il totale dei ricoverati di cui 4 in rianimazione

Val di Non – Sole – Paganella6 ore fa

Furioso incendio a Segno

Valsugana e Primiero6 ore fa

Fiamme avvolgono un macchinario nello stabilimento industriale: molte le squadre di vigili del fuoco per spegnere le fiamme

Trento7 ore fa

Tutti gli inquinanti sotto i limiti previsti: ad Aprile in Trentino è buona la qualità dell’aria

Trento7 ore fa

Ancora attivi i contributi provinciali cumulabili a quelli statali per l’acquisto di auto elettriche

Alto Garda e Ledro7 ore fa

Scoperta a Mori una rarissima orchidea

Val di Non – Sole – Paganella8 ore fa

Francesco Antonio Ciarleglio è il nuovo direttore di chirurgia a Cles

Musica8 ore fa

Rovereto rende omaggio a Jan Novák

Italia ed estero9 ore fa

Hacker russi KIlnet di nuovo in azione: bloccati diversi siti ufficiali italiani

Trento1 settimana fa

Mauro Ottobre perde anche in appello con La Voce del Trentino. Dovrà pagare altri 22 mila euro

Trento4 settimane fa

Coronavirus in Trentino: un decesso e salgono contagi e ricoveri nelle ultime 24 ore

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 170 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Salgono ancora i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: contagi contenuti e nessun decesso nelle ultime 24 ore

Politica3 settimane fa

Nella prossima seduta consiliare in discussione 6 ddl, compreso quello sulla terza preferenza

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Orso a spasso tra i meleti di Mechel – IL VIDEO

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 107 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Balzo in avanti dei ricoveri

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Fiamme in centro storico a Denno – IL VIDEO

Italia ed estero4 settimane fa

L’ultima gaffe di Joe Biden: stringe la mano ai fantasmi. Il mondo s’interroga sullo stato di salute del presidente Usa

Trento3 settimane fa

Concerto Vasco Rossi: ecco la viabilità alternativa per minimizzare i disagi

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 156 contagi e nuovo balzo in avanti dei ricoveri nelle ultime 24 ore

Telescopio Universitario3 settimane fa

Ricerca, l’Europa premia ancora l’Università di Trento

Trento5 giorni fa

Coronavirus: un decesso e 326 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento6 giorni fa

Coronavirus: contagi e ricoveri in calo nelle ultime 24 ore

Spettacolo4 settimane fa

Lutto nel mondo dello spettacolo, è morta Catherine Spaak

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza