Connect with us
Pubblicità

Trento

Finanziaria, Maurizio Fugatti: il Trentino deve mettere in moto un processo di crescita

La Valdastico non costerà un solo euro ai Trentini, aiuti in arrivo per i sanitari e un monito alla riflessione da parte delle minoranze per la nomina di Sgarbi a presidente del Mart

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Da un lato la capacità di investire, grazie anche al ricorso al debito unito alle risorse del PNRR e dei privati, in un circolo virtuoso dove l’Autonomia riuscirà a gestire tutte le sue competenze auto alimentandosi con gli investimenti messi in campo, dall’altro il forte tema del rinnovo dei contratti del pubblico impiego, per i quali l’esecutivo ha messo in campo circa 65 milioni di euro annui a regime, a decorrere dal 2022, dunque complessivamente di circa 190 milioni.

Questi e altri i temi affrontati dal presidente della Provincia Maurizio Fugatti nella sua replica al termine della discussione generale sul bilancio in Consiglio provinciale a Trento nella giornata di ieri.

Ricordando quello che è stato un monito ‘storico’ di Bruno Kessler, cioè il rischio che il Trentino possa ritrovarsi piccolo e solo, Fugatti ha difeso la concretezza della manovra insistendo sul fatto che ai trentini occorre rappresentare realisticamente lo stato delle cose: “Dopo il Patto di Milano e il Patto di Garanzia – ha detto – e con l’esaurirsi dei gettiti arretrati (che nel 2023 saranno pari a zero) il tema degli investimenti è cruciale, perché la nostra autonomia sarà in grado di gestire le proprie numerosissime competenze se saprà innescare un processo virtuoso, che dagli investimenti appunto parte”.

Pubblicità
Pubblicità

Diverse le leve finanziarie ‘alternative’ ricordate al presidente: il ricorso al debito (“che anche quest’aula ha sdoganato”), il PNRR (“Che fortunatamente arriva e consente ad esempio di realizzare l’opera più grande mai vista negli ultimi decenni: la circonvallazione ferroviaria di Trento”), l’apporto dei privati (“Che dobbiamo sapere valutare e valorizzare per investimenti che abbiano un interesse pubblico”). “Non siamo rinunciatari – ha aggiunto Fugatti – ma realistici”.

Ma è sul contratto del pubblico impiego che il presidente – richiamando le trattative che parallelamente si stavano conducendo a margine dei lavori del Consiglio – si è particolarmente soffermato. “Crediamo di aver fatto tutti gli sforzi possibili – ha ribadito – per riconoscere ciò che da tempo viene chiesto, ossia il rinnovo del contratto 2019-21, e questo mettendo a disposizione 65 milioni moltiplicati per ciascuno dei tre anni dal 22 al 24. È stato previsto poi uno stanziamento per la vacanza contrattuale ed al tempo stesso ci siamo impegnati ad affrontare di nuovo il tema a luglio, in sede di assestamento di bilancio”.

Ma il presidente ha anche ricordato la decisione di riconoscere il cosiddetto bonus covid – circa 10 milioni di euro – a favore dei sanitari che stanno affrontando ancora adesso lo sforzo straordinario contro la pandemia.

Pubblicità
Pubblicità

E sempre in tema sanitario, il presidente ha annunciato che la Giunta ha impostato un percorso che punta a valorizzare l’impegno del personale infermieristico ed Oss all’interno delle Rsa.

Ricordato infine l’impegno dell’esecutivo nell’affrontare la carenza di medici, e le tante iniziative messe in campo fra cui l’attivazione del corso di laurea magistrale in Medicina e Chirurgia.

Nella sua replica Fugatti ha spiegato bene quello «che ci unisce e quello che ci distingue» apprezzando il dibattito che è emerso in questi giorni.

Ha richiamato un ordine del giorno sottoscritto congiuntamente che va incontro alle richieste di Rossi e Tonini su come l’autonomia deve muoversi in prospettiva.

La realtà odierna – ha spiegato Fugatti – è che le risorse che ci potevamo permettere una volta oggi non ci sono più e al contrario ci sono ogni anno 300 milioni di euro in media in meno.

Per quanto riguada le infrastrutture Fugatti ha detto che per la realizzazione della Valdastico la Provincia non spenderà un solo euro perché i soldi arrivano dallo Stato e dall’Europa.

Arriverà la riforma sulle comunità di valle nei primi mesi del 2022, un impegno che Fugatti ha confermato, mentre sulla riforma sanitaria stanno per essere ascoltate tutte le categorie e tutti i territori. La legge sull’idroelettrico, ha tenuto a precisare, non è stata impugnata, ma modificata, così come la legge sui dieci anni.

Infine, sul turismo ha espresso una valutazione, riconoscendo che il rilancio del Mart è un dato oggettivo che contribuisce allo sviluppo turistico, mentre in quest’aula il presidente ha risposto a decine di interrogazioni che chiedevano che Sgarbi fosse allontanato. In questo senso ha chiesto a loro volta alle Minoranze una seria riflessione. (clicca qui per vedere l’intervista al governatore Maurizio Fugatti)

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento6 ore fa

Scuola, stop all’obbligo di indossare le mascherine per personale e alunni

Val di Non – Sole – Paganella6 ore fa

“Quello che possiamo imparare in Africa”: Cavareno incontra don Dante Carraro

Trento6 ore fa

Sanità trentina: 4,5 milioni di euro per abbassare le liste di attesa

Valsugana e Primiero8 ore fa

Era evaso dai domiciliari, 25 enne del Burkina Faso arrestato a Levico Terme

Val di Non – Sole – Paganella8 ore fa

La Pro Loco di Tassullo si rinnova: Luca Pilati è il nuovo presidente

Arte e Cultura8 ore fa

Il Mart a Palazzo Libera e al Parco Guerrieri Gonzaga di Villa Lagarina

Trento10 ore fa

Coronavirus in Trentino: un decesso e 324 contagi nelle ultime 24 ore

Trento10 ore fa

Ancora un incidente nei boschi dell’Altipiano di Brentonico: ferito un boscaiolo 72 enne

Fiemme, Fassa e Cembra10 ore fa

Maltempo in Alta Val di Fassa, dichiarato lo stato di calamità

Val di Non – Sole – Paganella10 ore fa

Anche il Comune di Spormaggiore è “cardioprotetto”

Val di Non – Sole – Paganella12 ore fa

L’Asuc di Tuenno sistema la strada forestale, il consigliere Santini si complimenta col direttivo

fashion12 ore fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Italia ed estero12 ore fa

Lancia pietre sulle macchine in autrostrada e minaccia di tagliarsi la gola: bloccato col taser 22 enne egiziano

Alto Garda e Ledro12 ore fa

A Ferragosto la solenne celebrazione votiva di Santa Maria Assunta

Rovereto e Vallagarina13 ore fa

Violento scontro tra un furgone e una corriera a Santa Lucia di Ala, ferito un 48 enne

Val di Non – Sole – Paganella2 giorni fa

Mamma orsa in giro con i cuccioli a Spormaggiore – IL VIDEO

Fiemme, Fassa e Cembra4 settimane fa

Trentasette anni fa la tragedia di Stava: per non dimenticare!

Trento2 giorni fa

Mega rissa tra stranieri in centro storico nella notte – IL VIDEO

Trento1 giorno fa

Tutti animalisti con gli orsi degli altri

Rovereto e Vallagarina1 giorno fa

Ritrovato dopo due giorni il corpo di Willy, il ragazzo annegato nel lago di Lavarone

Trento1 giorno fa

Morì durante una pratica sadomaso a Trento: assicurazioni condannate a risarcire la famiglia

Val di Non – Sole – Paganella3 giorni fa

Per ferragosto a Cles quattro giorni di eventi ‘fantastici’

Val di Non – Sole – Paganella1 giorno fa

Escono di strada con la moto, deceduti due motociclisti

Trento2 giorni fa

Grosso incendio presso la discarica Podetti. In azione decine di vigili del fuoco

Rovereto e Vallagarina2 giorni fa

Lavarone: anche oggi si cerca senza sosta il corpo di Willy

Rovereto e Vallagarina1 giorno fa

“Ciao Willy, avrai un intera comunità che pregherà e si ricorderà di te, buon viaggio” il saluto del Comune di Lavarone

fashion12 ore fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Trento3 giorni fa

1.000 euro ad una famiglia trentina: l’Hotel dovrà risarcire il 50% della vacanza

eventi3 giorni fa

Miss Italia: ad Andalo vince la 18 enne Isabel Vincenzi

Italia ed estero1 giorno fa

29 enne austriaca rifiuta un’eredità di 4 miliardi di euro

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza