Connect with us
Pubblicità

Spettacolo

Ecco che fine ha fatto la bambina dal cappotto rosso di Schindler’s list

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

La bambina con il cappotto rosso è diventata una donna ed ora ha 30 anni.

A tre anni è stata una delle star di un film sull’Olocausto premiato con una pioggia di Oscar. A 11 era un’adolescente traumatizzata dall’esperienza cinematografica, colpita dalla tragedia che aveva recitato quasi come se l’avesse vissuta veramente sulla sua pelle.

Spielberg chiese a Oliwia Dabrowska di non guardare il film prima della maggiore età. La piccola attrice polacca non mantenne la promessa e all’età di 11 anni guardò il film che la sconvolse.

Pubblicità
Pubblicità

Giurò di non guardarlo mai più, “Tutto era troppo orribile”, tentò anche di nascondere il fatto di essere proprio lei quella bambina, ma non era evidentemente un segreto destinato a restare a lungo tale: “Mi vergognavo ed ero arrabbiata con mia madre e mio padre quando hanno detto a tutti che avevo interpretato quel ruolo.”

Oliwia Dabrowska solo dopo molti anni dopo le riprese, ha superato lo shock e ha cominciato a parlarne: «Mi vergognavo, ero sconvolta, non volevo mai più guardare quel film in vita mia», ha raccontato Oliwia Dabrowska al Times di Londra, che è andato a scovarla in Polonia, a Cracovia, dove ora studia per diventare bibliotecaria e lavora part-time in una libreria.

Chi ha visto Schindler’s list, non può averla dimenticata. Nella atroce e commovente storia in bianco e nero di Oskar Schindler, l’imprenditore tedesco che salva più di 1200 ebrei dai forni crematori di Hitler assumendoli alle proprie dipendenze, Oliwia era l’unica macchia di colore: una bambinetta avvolta in un cappottino rosso durante lo sgombero del ghetto di Varsavia da parte dei nazisti.

Pubblicità
Pubblicità

Nel film di Spielberg è proprio Schindler (con il volto dell’attore Liam Neeson) che la scorge, e il rosso segnala – nelle intenzioni del regista – il modo indelebile in cui quella piccola adorabile vittima innocente resta impressa in mente al suo eroico protagonista.

Quando la rivede, di nuovo con addosso il pastrano rosso, è su una carriola che trasporta un carico di cadaveri: ed è quello il momento in cui Schindler decide di non restare più passivo di fronte alla tragedia che si consuma davanti ai suoi occhi.

Un punticino rosso brillante, nell’uniforme color seppia di un film diventato famoso. Ma chi c’era dentro quel cappotto rosso?

A tre anni Oliwia ovviamente non si rese conto del significato del film. Non capì che sarebbe stato difficile, per lei, togliersi quel cappotto.

La gente, gli adulti, continuavano a farle domande, domande piene di buone intenzioni, che tuttavia la spaventavano e la confondevano.

Vide solo la violenza, l’orrore. Se ne sentì in qualche modo coinvolta. «Mi arrabbiai coni miei genitori perché raccontavano a tutti che la bambina con il cappotto rosso ero io. Ho tenuto segreto per tutti gli anni della scuola il mio ruolo nel film. Quelli che lo sapevano dicevano che ero stata brava, chissà quante cose sapevo sull’Olocausto». Lei invece voleva solo scappare, nascondersi.

La scena in cui l’ufficiale delle SS Amon Göth, interpretato da Ralph Fiennes, spara sugli ebrei del lager con un fucile di precisione dal terrazzo di casa sua la terrorizzava: «Era troppo orribile. Non capivo tutto di quel film, ma ero certa che non l’avrei mai più voluto guardare».

Invece poi lo ha riguardato, a 18 anni. «E finalmente», dice al quotidiano londinese, «ho capito di avere partecipato a qualcosa di cui potevo essere orgogliosa. Spielberg aveva ragione, dovevo crescere e maturare per poterlo apprezzare».

La carriera di attrice poi a parte una partecipazione al film polacco Gry uliczne, si interruppe lì; dedicherà poi la sua vita agli studi universitari diventando poi bibliotecaria a Cracovia.

Ma Oliwia resterà per sempre nella storia non solo del cinema, come la bambina col cappottino rosso, una delle immagini più dolorose del secolo scorso. L’Olocausto, in qualche modo, ha segnato anche lei.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Val di Non – Sole – Paganella6 minuti fa

Incidente tra Dermulo e Sanzeno: un’auto si ribalta e finisce ruote all’aria

economia e finanza32 minuti fa

Nuovo allarme dalla Bce, Lagarde: “2023 anno difficile, prevediamo nuovi rialzi dei tassi”

Musica1 ora fa

Lutto nel mondo della musica: morto Franco Berti uno dei fondatori dei «Randagi»

Italia ed estero1 ora fa

Elezioni 2022, le preferenze politiche in base all’età e al lavoro: l’analisi di SWG

Trento2 ore fa

Ritrovata la 18 enne scomparsa sabato dopo la scuola

Alto Garda e Ledro2 ore fa

Una giornata di festa per i vigili del fuoco dell’Alto Garda e Ledro

Politica2 ore fa

Elezioni: il bilancio di Ugo Rossi

Arte e Cultura3 ore fa

Istituto Artigianelli: ieri la proclamazione e la consegna dei diplomi dell’Alta Formazione

Valsugana e Primiero3 ore fa

Levico Terme, al via la sistemazione delle intersezioni tra la provinciale 133 e le strade comunali

Italia ed estero3 ore fa

Fuori anche Lucia Azzolina la ministra dei banchi a rotelle: non l’ha votata quasi nessuno

Trento3 ore fa

Alessia Ambrosi e Sara Ferrari nominate deputate, bocciato invece Diego Binelli

Trento15 ore fa

Domani in aula la riforma sul Progettone

Val di Non – Sole – Paganella15 ore fa

Denno, muore mentre sta tagliando la legna: la vittima è Franco Berti di 70 anni

Io la penso così…16 ore fa

Enrico Letta: premio Nobel di “Harakiri politico”

Rovereto e Vallagarina17 ore fa

Grave incidente a Rovereto, si ferisce alla mano e all’addome mentre usa la mola a disco: un uomo elitrasportato a Trento

Trento5 giorni fa

Caro bollette, supermercati Eurospin: «Abbiamo perso ogni speranza»

Trento2 settimane fa

Caro energia: dalla provincia arrivano 180 euro per ogni famiglia

Trento2 settimane fa

Autovelox e semafori intelligenti in funzione dal 19 settembre. Ecco dove sono installati

Arte e Cultura2 settimane fa

A Riva del Garda Serena Dalla Torre si riconferma campionessa italiana di Body Painting

Rovereto e Vallagarina3 settimane fa

Rovereto: protesta per le urla alle Fucine, 72 enne massacrato dalla «Baby Gang»

Trento2 settimane fa

Dopo 20 anni di amore Tony Menegatti sposa la sua Laura

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Impiccato in garage, i Carabinieri di Borgo compiono il miracolo

Trento1 settimana fa

Il comune fa cassa: 104 multe in sole 3 ore grazie ai nuovi semafori «intelligenti»

Alto Garda e Ledro4 settimane fa

Dopo il nubifragio a Riva del Garda spuntano le tartarughe – IL VIDEO

Trento2 settimane fa

Morto a soli 61 anni Luca Mazzalai, partecipò ad oltre 20 edizioni della Trento Bondone

Trento3 settimane fa

Trento, lavorare per le cooperative sociali a 4 euro l’ora: «Non ce la facciamo a vivere»

Politica1 giorno fa

Elezioni 2022, ecco i primi trombati eccellenti

fashion1 settimana fa

La 24 enne trentina Virginia Stablum eletta nuova “Miss Universe Italy”

Politica3 settimane fa

Un clamoroso video denuncia le «truffe» elettorali del PD sugli elettori italiani all’estero

Trento3 settimane fa

Trento: arrestati gli ultimi due tunisini ricercati per l’operazione «Maestro»

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza