Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Troppe mutazioni, in Giappone il Covid-19 verso “l’auto estinzione”

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Ci sarebbe un eccesso di mutazioni alla base della quasi estinzione del Covid in Giappone. Ad avanzare l’ipotesi è un gruppo di ricercatori dell’università di Nigata e dell’Istituto Nazionale di Genetica.

Secondo gli scienziati nipponici il virus si starebbe di fatto ‘auto estinguendo’, immobilizzandosi da solo. Alla testata The Japan Times, il professor Itsuro Inoue, capo del dipartimento di ricerca, ha rilasciato diverse dichiarazioni riguardo questa scoperta.

La quinta aggressiva ondata di contagi portata dalla variante Delta è arrivata al suo punto di saturazione, facendo di fatto fermare la circolazione dell’infezione.

Pubblicità
Pubblicità

Tre mesi dopo che la variante Delta ha stimolato un numero record di casi giornalieri a livello nazionale di quasi 26.000, le nuove infezioni in Giappone sono infatti crollate, scendendo sotto i 200 casi nelle ultime settimane. A sottolineare questo calo è stato il fatto che nessun decesso è stato riportato il 7 novembre per la prima volta in circa 15 mesi.

Molti studiosi indicano una varietà di possibilità per spiegare il fenomeno, che includono uno dei più alti tassi di vaccinazione tra i paesi avanzati, con il 75,7%. Altri potenziali fattori sono le misure di allontanamento sociale e di mascheramento che sono ormai profondamente radicate nella società giapponese.

Ma la ragione principale rimane ovviamente quella legata ai cambiamenti genetici che il coronavirus subisce durante la riproduzione, ad un ritmo di circa due mutazioni al mese – spiega Inoue – . La variante delta in Giappone ha accumulato troppe mutazioni alla proteina non strutturale che corregge gli errori del virus, chiamata nsp14. Come risultato, il virus ha lottato per riparare gli errori in tempo, portando infine all'”autodistruzione“.

Pubblicità
Pubblicità

Gli studi hanno dimostrato che più persone in Asia hanno un enzima di difesa chiamato APOBEC3A che attacca i virus RNA, tra cui il virus SARS-CoV-2 che causa la COVID-19, rispetto alle persone in Europa e Africa.

Il team ha condotto un’analisi dei dati di diversità genetica per le varianti alfa e delta da campioni clinici infetti in Giappone da giugno a ottobre.

Hanno poi visualizzato le relazioni tra le sequenze di DNA del virus SARS-CoV-2 per mostrare la diversità genetica in un diagramma chiamato rete di aplotipi. In generale, più grande è la rete, più casi positivi rappresenta.

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento3 settimane fa

Mauro Ottobre perde anche in appello con La Voce del Trentino. Dovrà pagare altri 22 mila euro

Trento2 settimane fa

Coronavirus: un decesso e 326 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: contagi e ricoveri in calo nelle ultime 24 ore

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 426 contagi nelle ultime 24 ore. In salita i ricoveri

Politica4 settimane fa

Anche una delegazione Trentina alla conferenza di Fratelli d’Italia, Meloni: «E’ arrivato il nostro tempo»

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 66 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Vasco diffonde la prime foto del grande palco del Concerto di Trento. Saranno 11 i musicisti impegnati nel live

Politica3 settimane fa

Consiglio straordinario il 16 maggio per la comunicazione sull’A22

Politica3 settimane fa

Fratelli d’Italia chiede un incontro col governatore, Urzì: «Ecco le nostre priorità per il Trentino»

Telescopio Universitario4 settimane fa

Università di Trento: ecco il piano strategico fino al 2027

Telescopio Universitario4 settimane fa

Covid-19, ecco gli ostacoli più ricorrenti nella comunicazione

Aziende3 settimane fa

Quando Arte e Luce si incontrano nasce ‘illuminando Arte’

Trento3 settimane fa

Vasco Live: venticinquemila posti auto, oltre a quelli riservati a camper e pullman, online la piattaforma per prenotare il parcheggio

Italia ed estero4 settimane fa

Papa Francesco: per l’Ucraina, contro “l’abbaiare della Nato alla porta della Russia”

Politica3 settimane fa

Laboratorio Paritario Trentino: sabato a Cognola la presentazione

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza