Connect with us
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

Ospedale di Arco: ieri l’incontro in Comunità

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Ieri nel tardo pomeriggio la sede della Comunità Alto Garda e Ledro ha ospitato l’incontro fra l’assessore provinciale alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia, Stefania Segnana, accompagnata dal dirigente del Dipartimento Salute Giancarlo Ruscitti, dal direttore generale f.f. di Apss Antonio Ferro, dal direttore della Direzione medica per Arco e Tione Luca Fabbri e dalla direttrice f.f. dell’U.O. cure primarie della zona Carmela Scozzafava, con i sindaci e gli amministratori della zona, nonché con le organizzazioni sindacali della sanità.

Dopo i benvenuti del commissario della Comunità, Gianni Morandi, l’assessore Segnana ha fatto una panoramica dell’ospedale di Arco, spiegando come abbia svolto, durante la pandemia, “Un ruolo cruciale nella prima e nella seconda fase, per accogliere e assistere pazienti Covid positivi, attivando oltre 40 posti letto sia per pazienti in situazioni di alta criticità ventilatoria con il Reparto di Pneumologia, sia di media-bassa intensità con la riconversione del Reparto di Chirurgia generale. Tra l’altro anche l’Unità Operativa di Psichiatria è stata convertita durante l’emergenza a reparto Covid, come unica degenza a livello provinciale per accogliere pazienti psichiatrici Covid positivi. Attualmenteha concluso l’assessore Segnanasono attivi otto posti letto presso Pneumologia”.

Il direttore generale Ferro, nel sottolineare l’elevata attenzione dell’Azienda sanitaria sull’ospedale arcense, ha ricordato come il Covid abbia accelerato il processo di rivisitazione della sanità:Per l’ospedale ci sono risorse già previste e, soprattutto, c’è un’ottica diversa che punta ad investire sul territorio”. Sulla stessa linea il dirigente generale Ruscitti, che ha ricordato le risorse messe in campo per la riorganizzazione della rete ospedaliera e ha poi precisato come la realizzazione delle Case per la Salute sia prevista a livello nazionale: “Per il momento sono solo nella programmazione, vanno naturalmente riempite di contenuti. Su questo ci siamo confrontati con la Provincia di Bolzano, per una pianificazione omogenea, ma attualmente non ci sono ancora le risorse e il regolamento che identificherà la loro funzione precisa”. Dal punto di vista infrastrutturale in previsione anche l’intervento sul quarto lotto dell’ospedale: “Attualmente in fase di programmazione”.

Il direttore Fabbri ha quindi evidenziato la realizzazione di 10 posti letto di terapia semi intensiva, anche questi legati ad una programmazione nazionale: “Abbiamo terminato la fase progettuale, i lavori i ristrutturazione inizieranno ad inizio 2022 e termineranno a inizio estate; i posti letto saranno adiacenti all’Unità Operativa di Pneumologia, al quinto piano, e potranno servire anche come posti di alta intensità per l’area medica, a seconda della necessità”. Sul pronto soccorso Fabbri ha ricordato come: “La logistica del Pronto Soccorso è stata migliorata con la realizzazione della nuova sezione dell’osservazione breve con 4 posti letto rispetto ai 2 precedenti e l’ampliamento degli spazi, grazie alla ristrutturazione della ex camera calda anche in funzione di osservazione breve e ‘filtro’ per pazienti Covid positivi. Seguirà la realizzazione di una nuova camera calda adiacente alla precedente, per assicurare l’arrivo in zona protetta delle ambulanze; i lavori partiranno in primavera”.

Scozzafava ha infine portato i numeri delle cure primarie, ricordando come nelle scorse settimane l’U.O. è stata particolarmente impegnata a provvedere all’assistenza medica per quasi 1300 persone in Val di Ledro. “Inizialmente abbiamo potenziato la continuità assistenziale con turni diurni a Bezzecca, finché non abbiamo raggiunto l’accordo dell’aumento del massimale per due medici dell’Alto Garda”. Elevato poi l’impegno per la presa in carico dei pazienti cronici e oncologici. “Attualmente gestiamosono state le conclusioni della dirigente Scozzafava57 piani di cure palliative e 4 di cure palliative pediatriche, 19 piani per pazienti cronici e altri 6 pazienti sono gestiti come cure domiciliari”. Fra le novità poi la figura dell’infermiere di famiglia, prevista in Val di Ledro “con il compito di supportare la medicina generale in particolare nella gestione delle cronicità”.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento3 ore fa

Forte vento, ieri 30 interventi dei Vigili del fuoco sul territorio

Trento4 ore fa

È finita la storia d’amore tra Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez

Trento4 ore fa

A Palazzo Geremia il sindaco incontra il console generale americano Robert Needham

Val di Non – Sole – Paganella5 ore fa

Successo, grande partecipazione e importanti testimonianze a Castelfondo per l’evento «Respect»

Trento6 ore fa

A Trento costituito il Nucleo interforze per il controllo dei fondi del Pnrr

Trento7 ore fa

Sentieristica a misura di famiglia: ecco l’accordo tra Provincia, parchi naturali e Apt trentine

Bolzano7 ore fa

A fuoco il bosco sopra Marlengo, particolarmente difficili le operazioni di spegnimento a causa del forte vento

Val di Non – Sole – Paganella7 ore fa

In fiamme due canne fumarie a Commezzadura e in Primiero

Alto Garda e Ledro8 ore fa

Investito da un camion in rotatoria, gravissimo ciclista 42 enne

Italia ed estero9 ore fa

Coesistere con i grandi predatori: un nuovo studio

Cani Gatti & C10 ore fa

Nasce “Quattro Zampe in Famiglia”, il nuovo motore di ricerca per adottare cani e gatti ospiti in canili e gattili di tutta Italia

Vita & Famiglia11 ore fa

Dalla 45ª Giornata per la Vita alla manifestazione del prossimo maggio – “Restiamo Liberi”, la rubrica settimanale di Pro Vita & Famiglia

Bolzano21 ore fa

Slavina in Alto Adige: investite due turiste tedesche, una purtroppo è rimasta uccisa

Piana Rotaliana21 ore fa

Poste chiuse a Mezzolombardo? Il “Progetto di Rete” accompagna gli anziani all’ufficio sostitutivo di Mezzocorona

Trento22 ore fa

Occupazione abusiva a Cognola, una storia di ordinaria follia

Trento1 settimana fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero4 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Offerte lavoro1 settimana fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Vista su Rovereto3 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento2 settimane fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento3 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento4 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Giudicarie e Rendena4 giorni fa

Non ce l’ha fatta Luigi Poli: il gestore del Palaghiaccio di Pinzolo è morto ieri

Trento3 settimane fa

«Soliti noti», abusivismo a Villazzano: una storia tutta trentina

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Sviluppo turistico di Coredo, un gruppo di esercenti (e non) chiama a raccolta i cittadini: «Ora tocca a noi darci da fare»

Rovereto e Vallagarina4 giorni fa

Trovato morto in casa un 60 enne di Rovereto

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza