Connect with us
Pubblicità

Io la penso così…

La verità nel silenzio: «Chiedo solo di essere ascoltato» – Lo sfogo di un imprenditore che chiede giustizia

Pubblicato

-

Nella foto Roberto Bianchi insieme al figlio Matteo
Pubblicità

Pubblicità

Spett.Le direttore,

vari motivi possono indurre un imprenditore a chiudere l’azienda o a farla finita. Esistono motivi volontari, come la decisione di chiudere per mancanza di prospettive future, ma anche motivi involontari, come la malagiustizia; non vi è nulla di peggio che non essere ascoltati. 

I controlli in azienda ed una serie di atti, in parte realistici ( quelli per i quali un imprenditore di solito anche senza dolo specifico è sottoposto a sanzioni) in parte frutto di una interpretazione errata da parte degli organi inquirenti, hanno portato oggi ad una situazione disastrata della mia azienda, parzialmente operativa dal 03.03.2020 perchè sottoposta a sequestro penale.

Pubblicità
Pubblicità

La società Bianchi S.r.l. di Isera nasce del 1980 e ad oggi conta un fatturato di 8 miloni di euro e ha fornito sostentamento a 45 famiglie della zona della Vallagarina, con progetti di investimenti e sviluppo, alcuni anche brevettati.

Sto provando da tempo a rincorrere gli uffici giudiziari per far comprendere l’assurdità della situazione in cui mi trovo; ho provato a chiedere di essere ascoltato per far comprendere ai giudici come le dinamiche dei fatti siano state non perfettamente interpretate portando prove oggettive; ho provato a chiedere di essere ascoltato per chiedere di sbloccare i beni strumentali e consentire all’azienda di riprendere al lavoro; ho provato a chiedere di essere ascoltato per chiedere di continuare l’attività con anche la disponibilità a rispettare tutte le prescrizioni che potevano importi in attesa di far luce sugli eventi; ho provato a chiedere di essere ascoltato per far comprendere come tutto ciò che sta accadendo avrà come conseguenza un dramma.

Non mi ritengo un delinquente ma una persona che in alcuni casi può sbagliare; ognuno di noi sbaglia se lavora; solo chi non fa nulla è esentato da ciò, ma la portata di tali sbagli, quando verrà fatta luce, non giustificherà il bagno di sangue che sarà stato provocato.

Pubblicità
Pubblicità

Si parla spesso del Trentino come una delle provincie più lungimiranti ove l’etica e la correttezza la distingue per la serietà con la quale le persone fanno impresa; la mia è una di quelle e ne vado fiero, ma non posso sottacere come alcune “coincidenze” abbiano potuto portare a tutto ciò.

Non esistono più amici, la giustizia non rende merito, non è uguale per tutti, è un potere nelle mani di pochi. Non si può attendere tutto questo tempo perché qualcuno non ha avuto tempo adeguato per studiare i faldoni o non vuole leggerli.

Non si può mandare all’aria un’azienda solo perché “alcuni” (inseriti nei posti giusti) hanno messo gli occhi su di te. Non puoi sentirti dire da un organismo dello Stato “la sua azienda deve rimanere sotto sequestro in attesa che venga fatta chiarezza”, ed inoltre ad un nostro collaboratore preoccupato per il suo posto di lavoro sentirsi riferire da un funzionario di controllo: “la vostra situazione lavorativa non la vedo molto bene, ci vorranno diversi anni forse è il caso che vi troviate un altro posto di lavoro”.

Questa che scrivo è chiaramente una richiesta di aiuto poiché finora tutto è stato vano e se dovesse passare dell’altro tempo, diverrà vana anche la ricerca della verità. La solitudine è una sensazione difficile da spiegare, è un tracollo esistenziale che ti porta in mezzo a una strada, in tutti i sensi.

In un momento in cui nessuno ti ascolta, perché sei diventato un soggetto scomodo, un quasi fallito, avere un supporto anche inizialmente solo umano, fa la differenza. Non avete idea di cosa significa trovare finalmente una persona che non ha problemi a farsi vedere vicino a te; consigli che puoi condividere con chi si è arreso, pensieri che portano ad avere fiducia, a credere di nuovo nelle tue possibilità, a tentare di riciclarsi al superamento dei sessanta anni.

Non sono rare le cause giudiziarie durate decenni che hanno portato l’imprenditore a gesti incontrollati; sembrerà folle, ma credo nella giustizia: “Beati quelli che hanno fame e sete di giustizia, perché saranno saziati”; così recita il versetto di un evangelista.

Questo sfogo è uscito naturalmente dalla mia anima e vuole essere un “grido” di aiuto alle Istituzioni (penali, civili e ammnistrative) finalizzato unicamente ad “Essere ascoltato” prima che divenga tardi; non chiedo parzialità, né archiviazioni né favoritismi; chiedo solamente di pagare laddove ho sbagliato e assolto laddove vi siano state interpretazioni errate; di queste ultime, nella mia vicenda purtroppo ve ne sono tante ma non riesco a dar voce a nessuna di loro.

Considerato che gli organi decisionali della giustizia ad oggi mi hanno sempre rifiutato la possibilità di essere “interrogato, ascoltato” portando (prima che sia tardi) elementi della mia verità, come avviene normalmente nelle attività d’indagine (spesso l’indagato viene interrogato e ascoltato se non anche in merito alle garanzie istituzionali previste da un buon andamento della fase giudiziaria istruttoria), non mi resta che rivolgermi a ciò che mi rimane, raccontando a chi vorrà intervistarmi o nelle trasmissioni che mi vorranno ascoltare, portando atti alla mano (alla stregua del film “La verità nel silenzio”, in un programma televisivo), le vicissitudini alle quali andrò incontro giorno per giorno nei prossimi mesi.

Solo ed esclusivamente: PER NON ESSERE STATO ASCOLTATO

Roberto Bianchi – Bianchi s.r.l Isera

Potete inviare le email al direttore da inserire nella rubrica «io la penso così» scrivendo a: [email protected] – La vostra opinione conta, sempre….

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Val di Non – Sole – Paganella1 ora fa

Su «Mi manda Rai3» la testimonianza di Giovanni Battista Maestri sullo scandalo del caseificio di Coredo

Trento1 ora fa

Calano i medici e aumentano gli assistiti: sanità pubblica verso il rischio privatizzazione

Trento1 ora fa

Rifiuti: è di 186 euro la spesa media per famiglia in Trentino nel 2022

Trento1 ora fa

Ieri la colletta alimentare in tutti i supermercati trentini

Italia ed estero1 ora fa

Pensioni, polemiche sulla nuova “Opzione donna”: per i giuristi è incostituzionale discrimina chi non è mamma

Le ultime dal Web1 ora fa

“Corpo Libero”: un romanzo thriller e di formazione, tra luci e ombre di sport e adolescenza

Trento2 ore fa

Attività socio assistenziali e sanitarie: in arrivo misure straordinarie per i rincari energetici anno 2022

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

Il Parco dello Stelvio verso il rinnovo della CETS

Arte e Cultura3 ore fa

Al Castello del Buonconsiglio la mostra «Incontri in Giappone»

Trento4 ore fa

In Trentino le Comunità di valle diventano “Amiche delle famiglie”

Trento14 ore fa

Azienda sanitaria: per smaltire le liste di attesa ci vorranno 3 o 4 anni

Val di Non – Sole – Paganella15 ore fa

In Cassa Rurale “Energia e Ambiente”: a Cles un convegno con il professor Maurizio Fauri

Val di Non – Sole – Paganella15 ore fa

Dal flash mob in piazza a Mollaro alla panchina decorata dagli studenti clesiani: la Val di Non dice “no” alla violenza sulle donne

Piana Rotaliana16 ore fa

L’Assessore Zanotelli nominata membro della Confraternita della vite e del Vino di Trento

Rovereto e Vallagarina16 ore fa

A Nomi l’albero di Natale «Granny» contro gli sprechi e il caro bollette

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Maxi rissa davanti alla coop di viale Trento a Rovereto

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento1 settimana fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Trento4 giorni fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Trento3 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Val di Non – Sole – Paganella1 settimana fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento6 giorni fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Trento3 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Le ultime dal Web2 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Trento4 settimane fa

34 fallimenti in Trentino negli ultimi 12 mesi

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento2 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Trento2 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

Trento2 settimane fa

Trento in lutto, è morto Rinaldo Detassis fondatore di Elettrocasa

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza