Connect with us
Pubblicità

Società

7 consigli per scrivere un curriculum perfetto

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Gli studi hanno dimostrato che, in media, a chi recluta un curriculum bastano meno di 10 secondi per capire se un candidato è adatto per il ruolo, e quindi decidere se proseguire nella lettura. Le prime impressioni sono quindi fondamentali quando si cerca di fare buona impressione per ottenere un posto, pertanto ecco sette consigli semplici ma efficaci per far risaltare il tuo CV e distinguerlo dalla massa.

Creare una scaletta e cercare un modello – I modelli di CV sono diversi, e una delle cose più importanti per colpire chi leggerà il curriculum, prima ancora che inizi a leggerlo approfonditamente, è avere un ottimo modello su cui contare. In base a questo sarà dunque più facile creare una scaletta per scrivere le proprie esperienze, gli studi e tutto quanto serve per rendere il curriculum unico e professionale.

Sfruttare l’ordine cronologico inverso – Guardare un film che racconta la storia di una persona da quanto è piccola fino a quando diventa adulta è spesso emozionante, ma lo stesso non vale per un CV, soprattutto per il fattore tempo. Quando un reclutatore inizia a leggere, infatti, si aspetta di trovare prima di tutto le informazioni più recenti, ovvero quelle che maggiormente gli servono. Di conseguenza, se vorrà andare più a fondo perché interessato, proseguirà con la lettura delle esperienze meno recenti. Sfrutta dunque un ordine cronologico inverso sia per quanto riguarda le tue esperienze lavorative, sia per studi e attestati ricevuti o conseguiti.

Scrivere i contributi apportati alle aziende – Non è il numero di esperienze che attira l’attenzione di un nuovo datore di lavoro, quanto piuttosto leggere che tipo di vantaggi sono stati apportati alle aziende nelle quali hai lavorato in precedenza. Per tale motivo è bene riportare sotto ogni precedente esperienza lavorativa alcuni contributi che la propria figura professionale è riuscita ad apportare, siano anche piccole cose. Ciò ti metterà in luce come persona consapevole e ben connessa alla realtà delle situazioni, tra l’altro.

Non superare le due pagine – Un buon CV è chiaro, conciso, scorrevole e senza informazioni superflue. Non hai bisogno di pagine e pagine per sembrare quanto più professionale. I datori di lavoro ricevono continuamente dozzine di curriculum, quindi è improbabile che leggano più di due pagine: come detto in precedenza, andranno ad approfondire solo se realmente interessati, e di certo non vorranno leggere un libro intero. Leggeranno quanto basta per convincersi a contattarti per un colloquio di persona.

Adattare il CV al ruolo per il quale ci si propone – Per facilitare la sintesi, non inserire in un CV tutte le esperienze lavorative della tua vita. In particolare concentrati su ciò che è inerente con il ruolo per il quale andrai a proporti. In tal modo il curriculum sarà più chiaro e lineare, certamente più affidabile per un ipotetico futuro datore di lavoro. Nel caso in cui ti interessino più posizioni diverse, prepara differenti curriculum. Alcune informazioni possono e devono chiaramente essere comuni, mentre altre saranno più opportune per un CV piuttosto che per un altro.

Pubblicità
Pubblicità

Parola alle competenze – Le esperienze lavorative sono fondamentali in un CV, ma lo sono anche le competenze e le abilità. In questa sezione del tuo CV non dimenticare di menzionare le competenze chiave che possono aiutarti a distinguerti dagli altri candidati. Per fare un esempio, potresti includere capacità di comunicazione, competenze informatiche, abilità di leadership e lavoro di gruppo, risoluzione rapida dei problemi, e così via. Può anche essere un modo per dimostrare come esperienze apparentemente discordanti o incongrue ti abbiano portato a sviluppare tali competenze nel migliore dei modi.

Occhio alla grammatica – Ultimo consiglio, ma non per importanza, presta particolare attenzione alla grammatica. Qualsiasi sia la posizione per la quale ti stai candidando, una grammatica corretta sarà uno strumento in più per mostrarti competente e con una spiccata attenzione ai dettagli, nonché dedizione in ciò che fai. A tutti può capitare di sbagliare a scrivere qualcosa, anche solo per un errore di battitura, ma evitare anche questo tipo di errori dimostra che hai controllato con pazienza il tuo CV, e che quindi potresti essere una persona precisa e competente.

Per concludere – Tenendo in considerazione questi consigli, il tuo curriculum avrà modo di ottenere una buona marcia in più. Considera anche di non cadere in una controproducente ansia da prestazione: il CV è importante, ma ancora di più lo sarà il lavoro che andrai a svolgere giorno dopo giorno nell’azienda che deciderà di assumerti.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento2 settimane fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Trento2 giorni fa

È finita la storia d’amore tra Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez

Valsugana e Primiero4 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Offerte lavoro2 settimane fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Vista su Rovereto3 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento2 settimane fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento4 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento4 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Giudicarie e Rendena6 giorni fa

Non ce l’ha fatta Luigi Poli: il gestore del Palaghiaccio di Pinzolo è morto ieri

Trento3 settimane fa

«Soliti noti», abusivismo a Villazzano: una storia tutta trentina

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Sviluppo turistico di Coredo, un gruppo di esercenti (e non) chiama a raccolta i cittadini: «Ora tocca a noi darci da fare»

Rovereto e Vallagarina6 giorni fa

Trovato morto in casa un 60 enne di Rovereto

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza