Connect with us
Pubblicità

Trento

Controllo dei lupi nelle Alpi: approvata la mozione moderata di Noggler. Ma molti chiedono più coraggio

Pubblicato

-

E’ stato approvato con soli 4 contrari il testo proposto da Josef Noggler, Franz Locher (Svp) e altri sul tema del lupo, un documento profondamente emendato nel recente incontro preparatorio di Merano.

La mozione ora invita gli esecutivi a intervenire come Euregio presso i Governi austriaco e italiano, ma soprattutto presso l’Unione europea, per far sì che siano dichiarati di pubblico interesse la gestione e il carico di bestiame degli alpeggi; ad effettuare poi un monitoraggio che consenta di censire la popolazione di lupi nonché di documentare le predazioni sui pascoli e le loro ripercussioni su allevamento e alpicoltura, tenendo conto delle misure adottate per la tutela delle greggi e della conduzione mirata dei pascoli, nonché ad elaborare un piano di gestione per i tre territori, coordinato dal direttivo Gect nonché piani di gestione separati per le aree più colpite.

Ancora, la mozione impegna ad adottare ai singoli livelli nazionali nonché congiuntamente a livello europeo tutte le misure ammesse dalla direttiva Habitat, per consentire, se necessario, il prelievo tempestivo degli animali pericolosi e classificati come problematici.

Pubblicità
Pubblicità

L’invito è poi ad intensificare l’attuazione di misure a tutela delle greggi nelle aree in cui ciò sia possibile e sostenibile, ad adottare procedure amministrative rapide e semplificate volte all’accertamento della necessità, della possibilità e della sostenibilità delle misure a tutela delle greggi, nonché all’attuazione delle stesse, e a prevedere a tale scopo un’ulteriore e adeguata dotazionie di personale specializzato nonché mezzi finanziari a copertura di tutti gli oneri diretti e indiretti sostenuti.

Ultimo punto: l’Euregio invita l’Ue a mettere a disposizione degli Stati membri anche in futuro fondi per le misure di tutela delle greggi e di mantenimento dell’apicoltura, nonché a stanziare le risorse per la gestione e il monitoraggio di lupi e orsi, senza che ciò vada a scapito del bilancio agricolo già negoziato. Si esortano i territori dell’Euregio a richiedere tali fondi e ad attingervi.

Il socialdemocratico Georg Dornauer stamane si è dispiaciuto perché il testo originario era più coraggioso e incisivo nel senso di chiedere modifiche della direttiva Habitat. Pietro De Godenz ha convenuto su questo, perché il problema del lupo è pressante, soprattutto in Trentino dove vivono 150 lupi e si registrano i primi abbandoni dei pascoli.

Pubblicità
Pubblicità

Il liberale Alexander Gamper e Sven Knoll hanno duramente criticato l’annacquamento della mozione e anche Vanessa Masè ha detto di preferire la prima versione, pur salvando aspetto rilevanti del dispositivo finale. I verdi Georg Kaltschmid e Gebi Mair sono di ben altro avviso e chiedono non di eliminare emotivamente i carnivori, ma di elaborare misure di reale sostegno agli allevatori e pastori.

Il presidente Arno Kompatscher ha cercato di tirare le fila: la presenza di lupi e la tutela delle attività umane in montagna sono entrambe istanze e condivise. Dobbiamo evitare – ha detto – messaggi demagogici, con questa mozione diciamo semplicemente di voler lavorare seriamente a un problema complesso e di lungo periodo.

L’assessora trentina Giulia Zanotelli ha detto di avere elaborato assieme a Bolzano linee guida già operative e che non deve più essere un tabù l’ipotesi di abbattere lupi od orsi.

La lista Fritz tirolese è molto scettica: il tema si affronta e si risolve solo a Bruxelles. Il verde altoatesino Hanspeter Staffler ha voluto invece apprezzare la modifica del testo di mozione, ora meno aggressivo verso i grandi carnivori e più attento alle istanze ambientali.

Inevitabile l’intervento del popolare tirolese Jacob Wolf, pro mozione e contro gli approcci populisti. Anche Ugo Rossi ha detto che amministrare è diverso dall’alzare la voce, ricordando di essere sotto processo per avere disposto l’eliminazione di un lupo. Si è detto favorevole al testo, perché realistico e senza la fantasia di mettere mano alla direttiva Habitat, che peraltro già consente a certe condizioni il prelievo di lupi e orsi.

Roberto Paccher ha paventato una crescita incontrollata dei lupi in Trentino e ha auspicato un massiccio contenimento di questo carnivoro.

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento4 settimane fa

Nel 2021 su «La Voce del Trentino» lette oltre 30 milioni di pagine da 8 milioni di lettori

Trento3 settimane fa

Coronavirus: una vittima e 972 nuovi contagi nelle ultime 24 ore

Trento3 settimane fa

Coronavirus: nuovo record di contagi nelle ultime 24 ore. Sempre stabili i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 2.372 contagi e due morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: due morti e 2.290 contagi nelle ultime 24 ore. Calano sensibilmente i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: due vittime e 807 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 408 nuovi casi e nessun decesso nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Coronavirus: record di contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Morta una donna di 55 anni

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 1.307 nuovi contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Superato il milione di vaccinazioni

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 1 decesso e 938 contagi nelle ultime 24 ore. Calano i ricoveri in terapia intensiva

Trento2 settimane fa

Fugatti: «Per ora la scuola tiene. Ma siamo pronti a valutare nuovi provvedimenti»

Trento1 settimana fa

Coronavirus: 4 vittime e 885 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Altri 336 contagi da Coronavirus nelle Valli del Noce

Rovereto e Vallagarina2 settimane fa

Infermiera no vax di Rovereto muore di Covid a soli 57 anni: aveva deciso di non curarsi

Trento2 settimane fa

Coronavirus: contagi in calo e ricoveri stabili nelle ultime 24 ore in Trentino

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Unico&Bello

Hotel di lusso nello spazio, dal 2022 la possibilità di soggiornare a 320 km di altezza

Il turismo spaziale è sempre più vicino a diventare realtà, completando la sua offerta con la realizzazione di un hotel di lusso nello spazio. Dopo aver visto Elon…

La miniera di diamanti aperta al pubblico: l’incredibile esperienza di scavare e tentare la fortuna

Un’esperienza indimenticabile, ricca e fruttuosa: sono le caratteristiche principali della “Creater of Diamonds”, l’unica miniera di diamanti al mondo aperta al pubblico. Si tratta di un grande parco…

Orient Express la Dolce Vita: in Italia un nuovo modo di vivere il Paese

A breve in Italia arriverà un nuovo modo di vivere e conoscere il Paese, in carrozze di lusso ispirate al design degli anni ‘60/’70. L’Italia si presenta al…

Vaia Cube e Vaia Focus: nuova vita agli alberi abbattuti da Vaia

Sono numerose le aziende ed i privati che hanno deciso, negli ultimi anni, di donare nuova vita e dignità ai 42 milioni di alberi abbattuti dalla tempesta Vaia…

Categorie

di tendenza