Connect with us
Pubblicità

Trento

Picco di malattie nel giorno del green pass, ordine dei Medici: «Niente certificati medici per malattie a distanza»

Pubblicato

-

È allarme per il boom dei certificati di malattia presentati venerdì scorso (+24%), primo giorno dell’obbligo di Green Pass per andare a lavoro. Oltre la metà dei certificati riporterebbero mal di schiena, sintomi legati alla sciatica e il colpo della strega.

Quanto successo ha subito provocato una prima reazione dei medici. Il primo appello è arrivato dall’ordine dei medici di Trento che per voce del suo presidente Marco Ioppi ha dichiarato che «non si devono fare certificati medici per malattia a distanza, ovvero senza visita da parte del professionista. La malattia non può essere un raggiro al certificato verde e ai tamponi. Nessuno dice che è vietato ammalarsi, sia chiaro. L’invito è a essere tutti responsabili»

La paura è infatti che molti lavoratori ricorrano alla malattia per sfuggire all’obbligo di green pass nella speranza di guadagnare tempo nella speranza che qualcosa cambi.

Pubblicità
Pubblicità

Ioppi ha spiegato anche che se all’Ordine arrivassero delle segnalazioni di casi che non si attengono a tali disposizioni, scatterebbero sanzioni importanti.

Dopo quello dei medici di Trento è arrivato l’appello anche del presidente dell’Ordine  nazionale Filippo Anelli che ha ricordato ai suoi colleghi che non basta una semplice telefonata del paziente per emettere il certificato: serve una visita in presenza, di regola nello studio del medico. «Solo nei casi in cui il malato non sia fisicamente e clinicamente in condizione di raggiungere subito lo studio, il curante deve andare a domicilio. Altrimenti la regola generale è che il paziente deve andare dal medico».

L’appello di tutti gli ordini dei medici regionali è quello insomma di non fare certificati medici per malattia a distanza per non mettere in difficoltà il mondo del lavoro già molto provato da 2 anni di pandemia.

Pubblicità
Pubblicità

L’Inps ha infatti segnalato il 15 ottobre un aumento di 17.320 lavoratori ammalati, il 23,9% in più rispetto al giorno prima. Rispetto ai 76.851 registrati nella settimana prima sono stati 94.191 i dipendenti assenti da lavoro a causa di malattie.

Prendendo in esame nello specifico i settori pubblico e privato, nella PA l’impennata è stata del +18,3%, più bassa della media e degli impiegati d’azienda, con il +21,1% di certificati. L’incremento è del 10,5%, per quanto riguarda i lavoratori classificati dall’Inps come non tutelati, che per legge non ricevono l’indennità di malattia.

Il presentimento è dunque che dietro questo picco di assenze dal lavoro rilevato in sole 24 ore, nel giorno del green pass obbligatorio (qui il quadro sugli scioperi) ci possano essere situazioni in cui molti soggetti privi di certificato sono rimasti a casa dichiarando, in certi casi con l’aiuto dei medici, una finta malattia.

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Attivata la seconda sessione di contributi a fondo perduto per Associazioni sportive, come funziona
    Dopo i danni subiti dalle associazioni sportive a causa delle restrizioni dovute all’emergenza covid, il Dipartimento per lo Sport della Presidenza del CdM ha destinato un fondo di 50 milioni per Ssd e Asd. Contributi... The post Attivata la seconda sessione di contributi a fondo perduto per Associazioni sportive, come funziona appeared first on Benessere […]
  • Reddito di libertà, attivata la procedura per l’invio delle domande
    Dopo l’annuncio di qualche mese fa, il reddito di libertà ora è pronto per essere erogato a tutte le donne in difficoltà e vittime di violenza. Reddito di libertà, cos’è La misura che prevede un... The post Reddito di libertà, attivata la procedura per l’invio delle domande appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022
    Manca poco all’arrivo del Bonus idrico che permette di ricevere un rimborso di 1000 euro per chi sostituisce rubinetti di bagno e cucina. Ad oggi anche se sembra tutto pronto per l’avvio della nuova agevolazione,... The post Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo
    Il futuro dell’economia, dovrà evolversi tenendo conto della missione che ormai accomuna tutti gli stati del mondo, la sostenibilità. Di fatto, per avvicinarsi verso un’economia circolare che riduca la produzione dei rifiuti, garantisca uno sviluppo... The post Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo appeared first on Benessere Economico.
  • Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi
    Dopo le difficoltà iniziali, il Bonus terme ha riscontrato un a grande affluenza, tanto da esaurire i fondi nel giro di poche ore. Un boom di adesioni che però ha lasciato milioni di italiani esclusi... The post Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi appeared first on Benessere Economico.
  • Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro
    All’interno del delicato tema sul fisco, tra le varie proposte spunta anche l’easy tax per autonomi. La proposta si inserisce nel tema dell’ampliamento della Flat Tax agli autonomi con ricavi tra 65 mila e 100... The post Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro appeared first on Benessere Economico.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

Categorie

di tendenza