Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Ci risiamo: dalla Romania a Milano per incassare il reddito cittadinanza con documenti falsi: 50 denunciati

Pubblicato

-

Ancora truffe da parte dei furbetti del reddito di cittadinanza. Questa volta è la città di Milano a far emergere una storia che ha dell’incredibile e che ha portato a cinquanta denunce e otto perquisizioni, nei confronti di soggetti che si presentavano agli uffici postali per incassare il reddito di cittadinanza, ma non sapevano parlare italiano.

Per questo il Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni di Milano, insospettito, ha dato avvio a una indagine che ha portato all’individuazione di oltre cinquanta soggetti che hanno percepito, o tentato di percepire, il reddito di cittadinanza senza averne diritto.

È stato così smantellato un novo sodalizio criminale che organizzava l’ingresso in Italia di soggetti provenienti dalla Romania, dall’Austria e dalla Germania per recarsi presso gli uffici postali milanesi al fine di ricevere la card, che ritiravano dietro presentazione di documenti falsificati.

L’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Milano e dal Servizio Polizia Postale e della Comunicazioni di Roma, è iniziata nel settembre del 2020 ed ha portato nel tempo all’arresto di due soggetti trovati in possesso di documentazione falsa, all’esecuzione di otto perquisizioni ed al ritrovamento di carte prepagate, ricevute di presentazione dell’istanza del reddito di cittadinanza, nonché dei messaggi che gli interessati si scambiavano via chat per concordare viaggi e permanenza sul territorio.

Pubblicità
Pubblicità

L’intenso lavoro delle forze dell’ordine solo negli ultimi giorni ha smascherato 234 persone denunciate nel mantovano finite nel mirino dei carabinieri perchè detenevano un patrimonio mobiliare superiore ai seimila euro, autovetture acquistate nei sei mesi precedenti alla richiesta, possesso di motoveicoli di cilindrata superiore ai 250 cavalli immatricolati nei due anni precedenti e un reddito Isee superiore ai 9.360 euro

115 rumeni che percepivano il reddito di cittadinanza anche se non avevano mai vissuto in Italia  e altri 116 persone per una truffa legata all’ottenimento del reddito di cittadinanza. In questo ultimo caso avrebbero percepito indebitamente somme per oltre 700 mila euro.

Un accurato percorso di analisi ha permesso di incrociare le risultanze contenute nelle diverse banche dati per sviluppare le notizie acquisite nell’ambito del controllo del territorio.

Pubblicità
Pubblicità

I controlli hanno consentito di rilevare 116 posizioni irregolari, 110 delle quali relativi a stranieri, dislocate su tutto il territorio della provincia, con conseguente indebita percezione del reddito di cittadinanza, poiché i beneficiari non erano in possesso dei requisiti previsti dalla normativa vigente.

Ma come non ricordare anche l’eclatante caso della donna che viveva ai Caraibi percependo il sussidio lo stesso e uno straniero irregolare che non si capisce come, sia stato beneficiario del reddito di cittadinanza. Nella stessa operazione le forze dell’ordine hanno smascherato e deunciato altre 28 persone.

Oppure ancora più clamorosa l’operazione delle fiamme gialle che in collaborazione con l’Inps, aveva accertato l’illiceità di 1.532 domande di reddito di cittadinanza, presentate nel 2020 da cittadini extracomunitari abitanti a Genova, ma prive dei requisiti necessari, quali la residenza ed il soggiorno sul territorio nazionale per dieci anni (di cui gli ultimi due continuativi). Le somme indebitamente percepite ammontavano a oltre 3,4 milioni di euro.

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Attivata la seconda sessione di contributi a fondo perduto per Associazioni sportive, come funziona
    Dopo i danni subiti dalle associazioni sportive a causa delle restrizioni dovute all’emergenza covid, il Dipartimento per lo Sport della Presidenza del CdM ha destinato un fondo di 50 milioni per Ssd e Asd. Contributi... The post Attivata la seconda sessione di contributi a fondo perduto per Associazioni sportive, come funziona appeared first on Benessere […]
  • Reddito di libertà, attivata la procedura per l’invio delle domande
    Dopo l’annuncio di qualche mese fa, il reddito di libertà ora è pronto per essere erogato a tutte le donne in difficoltà e vittime di violenza. Reddito di libertà, cos’è La misura che prevede un... The post Reddito di libertà, attivata la procedura per l’invio delle domande appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022
    Manca poco all’arrivo del Bonus idrico che permette di ricevere un rimborso di 1000 euro per chi sostituisce rubinetti di bagno e cucina. Ad oggi anche se sembra tutto pronto per l’avvio della nuova agevolazione,... The post Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo
    Il futuro dell’economia, dovrà evolversi tenendo conto della missione che ormai accomuna tutti gli stati del mondo, la sostenibilità. Di fatto, per avvicinarsi verso un’economia circolare che riduca la produzione dei rifiuti, garantisca uno sviluppo... The post Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo appeared first on Benessere Economico.
  • Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi
    Dopo le difficoltà iniziali, il Bonus terme ha riscontrato un a grande affluenza, tanto da esaurire i fondi nel giro di poche ore. Un boom di adesioni che però ha lasciato milioni di italiani esclusi... The post Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi appeared first on Benessere Economico.
  • Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro
    All’interno del delicato tema sul fisco, tra le varie proposte spunta anche l’easy tax per autonomi. La proposta si inserisce nel tema dell’ampliamento della Flat Tax agli autonomi con ricavi tra 65 mila e 100... The post Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro appeared first on Benessere Economico.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

Categorie

di tendenza