Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Colonia come Tunisi: via libera nella città tedesca al canto dei Muezzin in 35 moschee

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Il via libera ai canti dei muezzin diffusi con altoparlanti dalle 35 moschee della città. Succede in Germania, a Colonia, in nome di quella che la sua sindaca Henriette Reker, promotrice dell’iniziativa, chiama inclusione.

Una scelta che ha causato una vera esplosione di polemiche da parte di chi respinge l’idea che ogni venerdì si possa convivere, come nelle nazioni islamiche, con il canto diffuso ed amplificato delle Sure del Corano.

L’accordo, che avrà la durata di due anni, è statto stipulato nella giornata di lunedì dal Comune di Colonia e dalla comunità musulmana locale: gli amplificatori potranno diffondere l’azan, ossia la chiamata dei fedeli alle preghiere obbligatorie, da mezzogiorno fino alle tre del pomeriggio.

Pubblicità
Pubblicità

Secondo quanto previsto, i condomini e le attività commerciali nelle vicinanze avranno il ‘diritto’ ad essere avvertite prima dell’inizio dei canti che verranno diffusi a volume ‘non eccessivo’ e per non più di dieci minuti. Non si sa se per volta o in una soluzione ‘una tantum’.

La prima cittadina Henriette Reker, eeletta nel 2015 come candidato indipendente ha commentato il via libera all’azan in città come un segnale di “rispetto” verso la numerosa minoranza islamica residente nella metropoli.

Colonia sarà ricordata da oggi in poi per la compresenza del suono delle campane della cattedrale gotica più grande del Nord Europa e gli appelli dei muezzin diffusi dalle tante moschee urbane“, ha sottolineato la Reker in nome della ‘pacifica convivenza’.

Pubblicità
Pubblicità

Feroci le critiche da parte di testate e commentatori tedeschi. Secondo Daniel Kremer del quotidiano Bild le moschee di Colonia non possono essere considerate simboli di tolleranza, poiché finanziate dalla Turchia del poco democratico Erdogan.

Non si può equiparare il canto del muezzin al suono dele campane perché il muezzin grida ‘Allah è grande!’ e ‘Attesto che non c’è altro Dio all’infuori di Allah”.

Insomma il canto del muezzin promosso dalla sindaca, oltre a non fare parte della tradizione occidentale, non sarebbe un inno alla diversità perché l’azan è in realtà una dimostrazione di forza e non di volontà di tolleranza.

Colonia è la quarta città più popolosa della Germania e si trova nella regione del Nordreno Westfalia. E’ anche la città che ospita un gran numero di immigrati turchi di prima e seconda generazione, circa 55mila dai censimenti ufficiali del 2017 e del 2018.

Quello di Colonia è certo il più eclatante, ma non l’unico caso di città tedesca che si piega all’Islam. L’anno scorso, un tribunale della città di Münster ha annullato il divieto del richiamo alla preghiera di una moschea locale, che era entrato in vigore dopo una denuncia da dei residenti nei pressi del luogo di culto.

Il tribunale ha però stabilito che la chiamata non violava i diritti della coppia di coniugi che aveva segnalato il caso. “Ogni società deve accettare che a volte si sappia che altri esercitano la loro fede“, aveva affermato al tempo il giudice Annette Kleinschnittger. Svolte analoghe sono state operate già negli anni Novanta dalle autorità di Gelsenkirchen e Düren, città ubicate sempre ubicate nel Nordreno Westfalia.

(ec)

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento3 minuti fa

“Non ci sono le condizioni per effettuare un Tso, la questione è di ordine pubblico” le parole della Pat

Fiemme, Fassa e Cembra11 minuti fa

Marmolada, operativi i 3 radar per il monitoraggio del ghiacciaio. Non si registrano per ora movimenti

Alessandra de Camilli
Fiemme, Fassa e Cembra22 minuti fa

Strage Marmolada: il dolore di chi si è salvato, “Ti amo Tommaso. Sempre e per sempre” scrive Alessandra De Camilli

Rovereto e Vallagarina38 minuti fa

Ala: venerdì inizia Città di Velluto

Alto Garda e Ledro45 minuti fa

Arco: tampona autoscala dei Vigili del Fuoco e scappa, si cerca un camper bianco

Italia ed estero1 ora fa

Molestie all’adunata degli Alpini: chiesta l’archiviazione dell’indagine

Giudicarie e Rendena2 ore fa

Porte Rendena: ecco la conta dei danni della Tempesta del 28 giugno

Bolzano2 ore fa

Alto Adige, precipita per 400 metri: alpinista muore sull’Ortles

Michele vaia
Fiemme, Fassa e Cembra3 ore fa

È recentemente mancato il 28 enne Michele Vaia: lascia moglie e figlia piccola

Fiemme, Fassa e Cembra3 ore fa

Sonia Bonizzi: l’ex giocatrice di hockey salvata dalla paura, “una volta ai piedi del ghiacciaio, ho scelto di non andare su”

economia e finanza3 ore fa

Cresce l’inflazione e frenano i consumi: gli italiani preferiscono il risparmio

Arte e Cultura4 ore fa

“Una dama, una farfalla… Storie di sogni e d’amore”: le artiste Fidapa espongono ad ‘Ala città di velluto’

Fiemme, Fassa e Cembra4 ore fa

Strage Marmolada: la rabbia dei parenti delle vittime

Italia ed estero4 ore fa

Diplomazia energetica, Draghi rilancia la cooperazione con Ankara: “Italia e Turchia sono partner, amici e alleati”

Trento5 ore fa

38 enne accoltellato per strada a Mattarello. Bloccato l’aggressore

Valsugana e Primiero4 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

eventi4 settimane fa

Dal 17 al 26 giugno tornano a Trento le Feste Vigiliane

Telescopio Universitario4 settimane fa

UniTrento: da vent’anni il mondo fa tappa qui

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 267 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Alto Garda e Ledro4 settimane fa

Stop alla viabilità a Riva del Garda: si girano le scene di un film americano

Politica3 settimane fa

Referendum, vittoria dei sì ma niente quorum. Amministrative: nei grandi comuni avanti il centro destra

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Trovato morto in piscina Stefano Lorenzini di Levico Terme

Trento4 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Italia ed estero4 settimane fa

Crolla un ponte sospeso durante l’naugurazione: 25 feriti – IL VIDEO

Politica3 settimane fa

L’abbraccio mortale col PD affonda definitivamente il M5stelle

Telescopio Universitario3 settimane fa

UniTrento – Ucraina, accolte le prime due studiose

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Rovereto, continuano gli atti vandalici: prese di mira le auto parcheggiate

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Fausto Iob è stato ucciso, arrestato il presunto colpevole

Politica3 settimane fa

Claudio Cia: «Patt è solo l’ombra del suo passato e pronto a mettersi con tutti per il potere»

Trento2 settimane fa

Chico Forti, lo zio Gianni: «Perchè chi ha promesso non ha mantenuto la parola?»

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza