Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Colonia come Tunisi: via libera nella città tedesca al canto dei Muezzin in 35 moschee

Pubblicato

-

Il via libera ai canti dei muezzin diffusi con altoparlanti dalle 35 moschee della città. Succede in Germania, a Colonia, in nome di quella che la sua sindaca Henriette Reker, promotrice dell’iniziativa, chiama inclusione.

Una scelta che ha causato una vera esplosione di polemiche da parte di chi respinge l’idea che ogni venerdì si possa convivere, come nelle nazioni islamiche, con il canto diffuso ed amplificato delle Sure del Corano.

L’accordo, che avrà la durata di due anni, è statto stipulato nella giornata di lunedì dal Comune di Colonia e dalla comunità musulmana locale: gli amplificatori potranno diffondere l’azan, ossia la chiamata dei fedeli alle preghiere obbligatorie, da mezzogiorno fino alle tre del pomeriggio.

Pubblicità
Pubblicità

Secondo quanto previsto, i condomini e le attività commerciali nelle vicinanze avranno il ‘diritto’ ad essere avvertite prima dell’inizio dei canti che verranno diffusi a volume ‘non eccessivo’ e per non più di dieci minuti. Non si sa se per volta o in una soluzione ‘una tantum’.

La prima cittadina Henriette Reker, eeletta nel 2015 come candidato indipendente ha commentato il via libera all’azan in città come un segnale di “rispetto” verso la numerosa minoranza islamica residente nella metropoli.

Colonia sarà ricordata da oggi in poi per la compresenza del suono delle campane della cattedrale gotica più grande del Nord Europa e gli appelli dei muezzin diffusi dalle tante moschee urbane“, ha sottolineato la Reker in nome della ‘pacifica convivenza’.

Pubblicità
Pubblicità

Feroci le critiche da parte di testate e commentatori tedeschi. Secondo Daniel Kremer del quotidiano Bild le moschee di Colonia non possono essere considerate simboli di tolleranza, poiché finanziate dalla Turchia del poco democratico Erdogan.

Non si può equiparare il canto del muezzin al suono dele campane perché il muezzin grida ‘Allah è grande!’ e ‘Attesto che non c’è altro Dio all’infuori di Allah”.

Insomma il canto del muezzin promosso dalla sindaca, oltre a non fare parte della tradizione occidentale, non sarebbe un inno alla diversità perché l’azan è in realtà una dimostrazione di forza e non di volontà di tolleranza.

Colonia è la quarta città più popolosa della Germania e si trova nella regione del Nordreno Westfalia. E’ anche la città che ospita un gran numero di immigrati turchi di prima e seconda generazione, circa 55mila dai censimenti ufficiali del 2017 e del 2018.

Quello di Colonia è certo il più eclatante, ma non l’unico caso di città tedesca che si piega all’Islam. L’anno scorso, un tribunale della città di Münster ha annullato il divieto del richiamo alla preghiera di una moschea locale, che era entrato in vigore dopo una denuncia da dei residenti nei pressi del luogo di culto.

Il tribunale ha però stabilito che la chiamata non violava i diritti della coppia di coniugi che aveva segnalato il caso. “Ogni società deve accettare che a volte si sappia che altri esercitano la loro fede“, aveva affermato al tempo il giudice Annette Kleinschnittger. Svolte analoghe sono state operate già negli anni Novanta dalle autorità di Gelsenkirchen e Düren, città ubicate sempre ubicate nel Nordreno Westfalia.

(ec)

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Reddito di libertà, attivata la procedura per l’invio delle domande
    Dopo l’annuncio di qualche mese fa, il reddito di libertà ora è pronto per essere erogato a tutte le donne in difficoltà e vittime di violenza. Reddito di libertà, cos’è La misura che prevede un... The post Reddito di libertà, attivata la procedura per l’invio delle domande appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022
    Manca poco all’arrivo del Bonus idrico che permette di ricevere un rimborso di 1000 euro per chi sostituisce rubinetti di bagno e cucina. Ad oggi anche se sembra tutto pronto per l’avvio della nuova agevolazione,... The post Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo
    Il futuro dell’economia, dovrà evolversi tenendo conto della missione che ormai accomuna tutti gli stati del mondo, la sostenibilità. Di fatto, per avvicinarsi verso un’economia circolare che riduca la produzione dei rifiuti, garantisca uno sviluppo... The post Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo appeared first on Benessere Economico.
  • Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi
    Dopo le difficoltà iniziali, il Bonus terme ha riscontrato un a grande affluenza, tanto da esaurire i fondi nel giro di poche ore. Un boom di adesioni che però ha lasciato milioni di italiani esclusi... The post Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi appeared first on Benessere Economico.
  • Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro
    All’interno del delicato tema sul fisco, tra le varie proposte spunta anche l’easy tax per autonomi. La proposta si inserisce nel tema dell’ampliamento della Flat Tax agli autonomi con ricavi tra 65 mila e 100... The post Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro appeared first on Benessere Economico.
  • Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa
    Per alcune categorie di persone, viaggiare in taxi potrebbe essere più conveniente. All’interno del Decreto Rilancio e successivamente nel Dl infrastrutture è stata inserita una particolare agevolazione che prevede viaggi in auto con conducente e... The post Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa appeared first on Benessere […]

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

Categorie

di tendenza