Connect with us
Pubblicità

Trento

Riapertura delle discoteche, la rappresentante dei locali trentini Martina Marosi: “Grande vittoria”

Pubblicato

-


E’ arrivata da poco la notizia della riapertura delle discoteche. Per un periodo che è sembrato infinito, i locali da ballo non hanno potuto riaprire ma la scorsa settimana è arrivato il via libera da parte del governo.

Le discoteche potranno riaprire anche se solo al 50% all’interno e al 75% all’esterno. Per loro ci saranno  dei limiti e delle misure da rispettare. Si dovranno garantire aerazione, gel igienizzante  e bicchieri monouso.

Per approfondire la questione, la redazione di Voce24News ha intervistato Martina Marosi, titolare di “Spleen” e presidente del sindacato locali da ballo del Trentino.

Pubblicità
Pubblicità

E’ arrivata da poco la notizia che le discoteche riapriranno ma solo al 50% all’interno e al 75% all’esterno. Sarà possibile riaprire in queste condizioni?

“Il consiglio dei ministri ha dato l’okay alle riaperture. Io rappresento i locali da ballo del Trentino e sono nel direttivo nazionale, ieri eravamo a Roma e consideriamo la riapertura una grande vittoria infatti il Cts aveva dato il via solo per il 35% ma il governo ha aumentato le capienze. 

Pensiamo che sia un grande risultato considerando che siamo chiusi da 20 mesi e questo ci può permettere di tornare a lavorare. “

Pubblicità
Pubblicità

Per quanto  riguarda gli obblighi. Alcuni non sono contraddittori? Alcuni non sono stati imposti solo a voi mentre per altre attività non si è preteso lo stesso? 

“Io credo che riguardo alle altre attività si debba ragionare in modo diverso. Per esempio alcune hanno sono statiche mentre la discoteca è dinamica.

Ci sono state delle prescrizioni che riteniamo corrette. Ci teniamo a lavorare in sicurezza. Vogliamo che i nostri avventori si divertano ma in totale sicurezza”.

Voi siete  rimasti chiusi per tutto il periodo di pandemia. C’è stato un accanimento nei vostri confronti?

“Sicuramente  il pregiudizio da parte della politica e forse dell’opinione pubblica è sempre stato abbastanza forte nei confronti della nostra categoria.

Adesso speriamo di lanciare un messaggio positivo. Speriamo di poter lavorare e che tutti i miei colleghi rispettino i protocolli”.

Le saprebbe indicarmi circa quante sono state le persone che sono state ferme con lo stop delle discoteche?

“Noi abbiamo sul territorio una trentina di discoteche. Considerando che a serata come media lavorano in ogni discoteca trenta persone, ci aggiriamo intorno alle 1000 persone che sono rimaste ferme.

Bisogna peròconsiderare l’indotto. Non solo i dipendenti ma anche il “service”, il dj o anche semplicemente chi ci fornisce le bevande.

Non possiamo limitarci a vedere la discoteca soltanto come il gestore e il lavoratore”.

Secondo lei è giusto riaprire al 50 % o si potrebbe già ripartire al massimo della capienza?

“In ogni caso il governo si è impegnato a rivedere i parametri nel giro di poche settimane. Credo che ripartire con cautela sia la soluzione migliore”.

La riapertura è merito del green pass?

“Sicuramente l’accelerazione della campagna vaccinale ha fatto sì che la nostra attività potesse essere riaperta. Questo è sicuro. Non tanto per la misura del green pass di per sé ma per il fatto che quasi l’80 % della popolazione adulta è vaccinata“.

(SP)

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022
    Manca poco all’arrivo del Bonus idrico che permette di ricevere un rimborso di 1000 euro per chi sostituisce rubinetti di bagno e cucina. Ad oggi anche se sembra tutto pronto per l’avvio della nuova agevolazione,... The post Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo
    Il futuro dell’economia, dovrà evolversi tenendo conto della missione che ormai accomuna tutti gli stati del mondo, la sostenibilità. Di fatto, per avvicinarsi verso un’economia circolare che riduca la produzione dei rifiuti, garantisca uno sviluppo... The post Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo appeared first on Benessere Economico.
  • Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi
    Dopo le difficoltà iniziali, il Bonus terme ha riscontrato un a grande affluenza, tanto da esaurire i fondi nel giro di poche ore. Un boom di adesioni che però ha lasciato milioni di italiani esclusi... The post Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi appeared first on Benessere Economico.
  • Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro
    All’interno del delicato tema sul fisco, tra le varie proposte spunta anche l’easy tax per autonomi. La proposta si inserisce nel tema dell’ampliamento della Flat Tax agli autonomi con ricavi tra 65 mila e 100... The post Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro appeared first on Benessere Economico.
  • Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa
    Per alcune categorie di persone, viaggiare in taxi potrebbe essere più conveniente. All’interno del Decreto Rilancio e successivamente nel Dl infrastrutture è stata inserita una particolare agevolazione che prevede viaggi in auto con conducente e... The post Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa appeared first on Benessere […]
  • Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande
    Bonus Partite Iva Il bonus, messo a disposizione del Governo è un sussidio erogato a favore dei soggetti esercenti di titolari di partita Iva, soggetti esercenti di attività di impresa che hanno subito perdite a... The post Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande appeared first on Benessere Economico.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

Categorie

di tendenza