Connect with us
Pubblicità

Trento

Ruba un’auto a Trento e semina il terrore per 14 ore in tutto l’Alto Adige. Arrestato 20 enne per due volte dopo lungo inseguimento

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

I militari della Compagnia Carabinieri di Bressanone hanno arrestato un ventenne agordino per resistenza a pubblico ufficiale e furto ma è accusato anche di una lunga lista di reati.

Dalle 21.15 di ieri sera alle 11 di stamani il giovane ha creato scompiglio e terrore in mezza val d’Isarco costringendo i carabinieri a due vaste operazioni di ricerca nell’ambito di tutto il territorio della compagnia di Bressanone.

Ieri sera poco dopo le nove e un quarto, una donna del luogo ha telefonato al numero unico europeo di pronto intervento 112 per segnalare di essere appena stata coinvolta in un sinistro stradale in via Battisti, lungo l’argine dell’Isarco poco lontano dal centro cittadino, e che l’altro automobilista era scappato.

Pubblicità
Pubblicità

La donna però, grazie ad una memoria fotografica incredibile, non solo ha fornito colore marca, modello e targa del veicolo fuggito ma pure una precisa descrizione del conducente, un giovane sulla ventina. In maniera un po’ imprudente ma efficace, la donna si era anche posta all’inseguimento del veicolo, agevolando così non poco i carabinieri nel raggiungerli.

Peraltro l’operatore della centrale operativa brissinese nel mandare le pattuglie a inseguire l’auto pirata ha verificato la targa al terminale scoprendo che l’auto era stata rubata la mattina stessa in un comune a sud di Trento.

La fuga è durata poco perché il giovane, forse sentito il suono delle sirene, si è infilato in una strada secondaria del comune di Varna, a un paio di chilometri dal luogo del sinistro, ha lasciato l’auto in un parcheggio e si è allontanato a piedi.

Pubblicità
Pubblicità

Immediate ricerche in zona da parte dei militari dell’Arma hanno permesso di trovare un ragazzo a piedi perfettamente corrispondente alla descrizione avuta dalla donna.

I carabinieri gli hanno dunque chiesto un documento d’identità ma il giovane ha affermato di non averne al seguito ma ha fornito dei dati anagrafici. Interrogato in merito alla propria presenza a Varna, il giovane ha tergiversato e iniziato a raccontare evidenti frottole. I carabinieri hanno dunque avuto conferma del loro sospetto e lo hanno perquisito.

Addosso gli hanno trovato un documento d’identità riportante dati diversi da quelli forniti prima, una chiave di un’auto della stessa marca di quella rubata (e che peraltro apriva perfettamente detta auto …), quattro pezzi di hashish (per quasi otto grammi) e più di quattrocento euro in contanti.

Il ventenne agordino, risultato non nuovo a tale tipo di comportamento, è stato portato in caserma e denunciato in stato di libertà per i reati di ricettazione di autoveicolo, false dichiarazioni sull’identità personale, detenzione di droga ai fini di spaccio, rifiuto sottoporsi al controllo sull’assunzione di stupefacenti e, infine, sanzionato per guida senza patente.

Poi, in piena notte, redatti tutti i previsti atti, è stato rilasciato. Ma la cosa non finisce qui perché il bello arriva proprio adesso.

Intorno alle 10.30 ai carabinieri di Luson hanno incrociato una grossa berlina – peraltro, coincidenze, della stessa casa automobilistica tedesca di quella recuperata nella notte.

I militari subito si sono posti all’inseguimento e hanno comunicato la cosa alla centrale operativa. Tutte le pattuglie più vicine si sono attivate per la caccia al pirata della strada.

Visto quanto era successo a Funes a settembre, i carabinieri hanno pensato subito a una banda di ladri. Peraltro l’auto non voleva proprio saperne di fermarsi. Ne è nato un folle inseguimento da Luson fino a Bressanone per più di dieci chilometri , con il coinvolgimento di quattro autopattuglie.

Infine a via Plose di Bressanone il pirata si è trovato la strada sbarrata da due auto dei carabinieri e si è dovuto fermare. Quindi, improvvisamente, ha ingranato la retromarcia e ha speronato la gazzella dei carabinieri che lo stava chiudendo da dietro.

Ha fatto però poca strada poiché è finito contro un albero. Sceso dall’auto ha pure tentato la fuga a piedi ma i carabinieri lo hanno quasi subito placcato, bloccato e ammanettato. Sorpresa: era lo stesso giovane agordino della sera precedente!

Condotto in caserma e perquisito nuovamente, è stato – con grande stupore dei militari – trovato ancora in possesso di hashish per circa quindici grammi. È stato infine arrestato per i reati di furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale.

La fuga in auto che provoca pericoli per la circolazione stradale costituisce infatti il reato di resistenza a un p.u.

Oltre a questi le forze dell’ordine gli hanno anche contestato i reati di danneggiamento aggravato, detenzione di droga ai fini di spaccio, rifiuto dell’accertamento per le sostanze stupefacenti nonché oltre alla sanzione amministrativa per guida senza patente diverse altre contestazioni per violazioni delle norme sulla circolazione stradale. Sarà inoltre proposto per un divieto di ritorno nei comuni di Varna e Bressanone.

Informato il pubblico ministero, è stato associato al carcere di Bolzano per l’udienza di convalida.

I carabinieri brissinesi hanno scoperto che l’auto l’aveva rubata già alle 8 del mattino a Bressanone. Ora, nel prosieguo delle indagini, stanno cercando di capire cosa abbia fatto dalla mattina alla sera (di ieri) in giro per l’Alto Adige dove non aveva ragione di salire nonché cos’abbia fatto stamani e dove abbia preso la droga trovatagli addosso dato che sicuramente quando è uscito dalla caserma alle 3 di stanotte non ne aveva con sé.

La gazzella speronata intanto è finita dal meccanico, non marciante. E un carabiniere è finito in pronto soccorso, fortunatamente per lesioni non gravi, per una contusione alla spalla per cui ne avrà per otto giorni almeno.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Val di Non – Sole – Paganella11 minuti fa

Come dentro un film: i giovani di Predaia e Sfruz imparano a essere protagonisti di un cortometraggio

Valsugana e Primiero17 minuti fa

Nuova scuola primaria di Vattaro, avviata la procedura da Apac per conto del Comune di Altopiano della Vigolana

Trento28 minuti fa

Strage in Bondone: branco di lupi sbrana 26 pecore

Piana Rotaliana29 minuti fa

Problemi tecnologici? In Piana Rotaliana arrivano gli sportelli di assistenza digitale

Bolzano54 minuti fa

Grave incidente motociclistico in Val Pusteria, 64 enne in ospedale con l’elicottero

Arte e Cultura2 ore fa

Dal 29 ottobre appuntamento al Teatro “S. Marco” con la 25ª edizione di «Palcoscenico Trentino»

Piana Rotaliana2 ore fa

A San Michele all’Adige un corso dedicato ai proprietari (e futuri proprietari) di cani per ottenere il patentino

Italia ed estero2 ore fa

Fuori pericolo la bimba picchiata, ferite devastanti sul suo corpo

Trento2 ore fa

Coronavirus: 1.013 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Rovereto e Vallagarina2 ore fa

Folgariaski attacca Degasperi: «Nessun danno ambientale con la pista di downhill»

Trento3 ore fa

Oggi la benedizione della nuova Farmacia San Francesco a Trento

Alto Garda e Ledro4 ore fa

Riva del Garda: torna la mostra micologica sotto i portici

Trento4 ore fa

È Massimo Travaglia il nuovo direttore di Confcommercio Trentino

Bolzano4 ore fa

Infortunio in un cantiere a San Pancrazio: 29 enne in elicottero all’Ospedale di Bolzano

Rovereto e Vallagarina4 ore fa

Furti nei supermercati a Rovereto: nel mirino Poli, Aldi, IperOrvea e Dpiù

Trento2 settimane fa

Caro bollette, supermercati Eurospin: «Abbiamo perso ogni speranza»

Trento3 settimane fa

Caro energia: dalla provincia arrivano 180 euro per ogni famiglia

Trento3 settimane fa

Autovelox e semafori intelligenti in funzione dal 19 settembre. Ecco dove sono installati

Trento3 giorni fa

Relazione della D.I.A.: in Trentino presenti le Mafie Calabresi, nigeriane e albanesi

Arte e Cultura3 settimane fa

A Riva del Garda Serena Dalla Torre si riconferma campionessa italiana di Body Painting

Trento3 settimane fa

Dopo 20 anni di amore Tony Menegatti sposa la sua Laura

Trento2 settimane fa

Il comune fa cassa: 104 multe in sole 3 ore grazie ai nuovi semafori «intelligenti»

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Impiccato in garage, i Carabinieri di Borgo compiono il miracolo

Trento1 settimana fa

Ritrovata la 18 enne scomparsa sabato dopo la scuola

Politica1 settimana fa

Elezioni 2022, ecco i primi trombati eccellenti

Io la penso così…5 giorni fa

Giulia Torelli: Le turbe psichiche di questo soggetto sono particolarmente evidenti

Val di Non – Sole – Paganella5 giorni fa

Dramma in Val di Non: il corpo di una donna recuperato nella forra del torrente Pongaiola

Trento3 settimane fa

Morto a soli 61 anni Luca Mazzalai, partecipò ad oltre 20 edizioni della Trento Bondone

Le ultime dal Web1 settimana fa

«I vecchi devono stare a casa fermi, immobili, e non devono votare». è bufera su Giulia Torelli – IL VIDEO

Trento4 settimane fa

Trento, lavorare per le cooperative sociali a 4 euro l’ora: «Non ce la facciamo a vivere»

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza