Connect with us
Pubblicità

Trento

Misure anti movida, Sìamo Futuro Trento: “Non possiamo andare avanti a colpi di ordinanze”

Pubblicato

-

Foto della movida dietro il Duomo di Trento scattate in data 29/09

Continuano a creare polemica le ordinanze per la prevenzione della movida notturna del sindaco di Trento. Il 27 settembre infatti Franco Ianeselli aveva firmato un’ordinanza per contrastare la movida in prossimità delle aree limitrofe a Via S. Maria Maddalena.

In quelle zone quindi vige, fino al primo di novembre il divieto di consumo di bevande  ad esclusione di quello effettuato in base alle disposizioni vigenti negli spazi dei pubblici esercizi autorizzati.

In merito a quest’ordinanza e alla movida, prevalentemente mossa dagli universitari, si è espresso anche il movimento universitario di stampo sindacale Sìamo Futuro Trento: “Quello che tutti gli studenti universitari di Trento hanno potuto vedere la sera di mercoledì 29/9 dietro al Duomo è la dimostrazione del fallimento dell’ordinanza repressiva della movida del sindaco Ianeselli.                 

Pubblicità
Pubblicità

Noi di Sìamo Futuro Trento riteniamo che un’ordinanza che vieta il consumo e la detenzione di bevande fuori dai plateatici dalle 22,30 alle 5,00 in piazza Santa Maria Maddalena non risolve né il problema movida né il problema assembramenti.

Anzitutto viene penalizzata la movida “sana” cioè gli studenti che dopo una giornata tra lezioni e studio vogliono ritrovarsi con i loro amici soltanto per fare due chiacchiere e bere qualcosa.

Ma aldilà di questo che è sicuramente un problema risolvibile, la questione più importante ed evidente è che sia la movida “sana” sia quella “nociva” chiuso un luogo di ritrovo si riversano completamente in un altro, vedasi appunto le immagini della serata di mercoledì nella zona retrostante la cattedrale di San Vigilio.

Pubblicità
Pubblicità

Riteniamo che anche i residenti della zona Duomo non amino il chiasso di notte sotto le loro finestre e dunque dobbiamo aspettarci una nuova ordinanza ?

Sì, e infatti è quello che è accaduto purtroppo sabato 2 ottobre, giorno in cui un nuovo provvedimento del sindaco ha imposto i medesimi divieti al bar Outside presso il quartiere delle Albere citato dallo stesso Ianeselli appena qualche giorno prima come uno dei possibili luoghi dove spostare la movida.

E’ evidente che a colpi di ordinanze non possiamo andare avanti.

Noi di Sìamo Futuro abbiamo sempre sostenuto la necessità di utilizzare zone fuori dal centro cittadino come zona universitaria: una volta individuato uno spazio dove organizzare serate ed eventi (ad esempio parco delle Albere) si potrebbe dare la possibilità ai locali del centro di esercitare la propria attività anche in quei luoghi tramite stand appositi in cui poter vendere cibi e bevande – il movimento universitario ha poi continuato in una nota– Detto ciò riteniamo che se il sindaco avesse voluto impedire gli assembramenti anche qui l’obiettivo non è stato centrato, anzi…

In conclusione è degno di nota il fatto che addirittura UDU Trento (Unione degli universitari) che tutti sanno essere schierata a sinistra e che ha stretti rapporti (anche di carattere economico) con la CGIL, sindacato di cui lo stesso Ianeselli fu segretario, abbia preso una posizione nettamente contraria a tali ordinanze : insomma questi provvedimenti non piacciono proprio a nessuno.

Perciò come Sìamo Futuro Trento chiediamo un incontro urgente con il sindaco Ianeselli e con la consigliera delegata in materia di vivibilità urbana e socialità notturna Casonato, per discutere seriamente su valide proposte in alternativa alla situazione corrente che appare ormai insostenibile e al limite della realtà”. 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento3 settimane fa

Nel 2021 su «La Voce del Trentino» lette oltre 30 milioni di pagine da 8 milioni di lettori

Trento2 settimane fa

Coronavirus: una vittima e 972 nuovi contagi nelle ultime 24 ore

Trento2 settimane fa

Coronavirus: nuovo record di contagi nelle ultime 24 ore. Sempre stabili i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 2.372 contagi e due morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: due morti e 2.290 contagi nelle ultime 24 ore. Calano sensibilmente i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: due vittime e 807 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 408 nuovi casi e nessun decesso nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: record di contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Morta una donna di 55 anni

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 1.307 nuovi contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Superato il milione di vaccinazioni

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 1 decesso e 938 contagi nelle ultime 24 ore. Calano i ricoveri in terapia intensiva

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 894 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. C’è anche una vittima. Stabili i ricoveri

Trento4 settimane fa

Coronavirus: altri 3 morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Fugatti: «Lupi grave problema di sicurezza, attendiamo l’approvazione del piano di gestione guida costruito per il Trentino»

Trento4 settimane fa

Coronavirus: nessun decesso e 139 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 3 vittime e 502 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Unico&Bello

La miniera di diamanti aperta al pubblico: l’incredibile esperienza di scavare e tentare la fortuna

Un’esperienza indimenticabile, ricca e fruttuosa: sono le caratteristiche principali della “Creater of Diamonds”, l’unica miniera di diamanti al mondo aperta al pubblico. Si tratta di un grande parco…

Orient Express la Dolce Vita: in Italia un nuovo modo di vivere il Paese

A breve in Italia arriverà un nuovo modo di vivere e conoscere il Paese, in carrozze di lusso ispirate al design degli anni ‘60/’70. L’Italia si presenta al…

Vaia Cube e Vaia Focus: nuova vita agli alberi abbattuti da Vaia

Sono numerose le aziende ed i privati che hanno deciso, negli ultimi anni, di donare nuova vita e dignità ai 42 milioni di alberi abbattuti dalla tempesta Vaia…

2050: come ci arriviamo? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per tutti

Dal 22 dicembre 2021 al MUSE – Museo delle Scienze di Trento, la mostra “2050: COME CI ARRIVIAMO? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per…

Necrologi

Categorie

di tendenza