Connect with us
Pubblicità

Trento

Ddl riduzione liste di attesa: col teleconsulto possibile ridurre le visite specialistiche del 50%

Pubblicato

-

In Quarta commissione oggi è stato affrontando il disegno di legge presentato da Fratelli d’Italia per la riduzione delle liste d’attesa per le viste specialistiche

Un disegno di legge, ha detto in apertura Claudio Cia (il primo proponente), non blindato ma, al contrario aperto al confronto, sul quale si è tenuta una lunga serie di audizioni dei rappresentanti del mondo dalla sanità.

Da parte dei sindacati è stata sottolineata la necessità di affrontare il cuore del problema, cioè la cronica carenza di personale nelle strutture sanitarie; mentre i medici hanno respinto con forza l’idea che l’allungamento dei tempi delle visite specialistiche sia causato da eccessi nell’attività libero professionale e hanno invece chiesto, oltre all’adeguamento degli organici, interventi per ridurre la domanda di interventi specialistici che vengono spesso prescritti dai medici di base in modo inappropriato.

Pubblicità
Pubblicità

L’Apss: troppe richieste di visite specialistiche non necessarie. – Prima audizione, quella dell’Azienda sanitaria. Il direttore generale Antonio Ferro ha fatto un panorama sulle liste d’attesa: una situazione obiettivamente pesante a causa del Covid (basti pensare che in Italia sono 400 mila interventi ritardati).

In Trentino, ha aggiunto, nella prima ondata c’è stato un forte calo di visite specialistiche che però è andato crescendo negli ultimi mesi. Quest’anno in luglio agosto non c’è stato il consueto calo, anzi c’è stato un aumento della domanda; aumento che sta continuando.

Una crescita aggravata dalla seconda e terza ondata che, seppur non così alta della prima, è stata più lunga e pesantissima. L’assessorato ha autorizzato l’Apss ad aumentare le capacità di risposta e si è riusciti a far crescere l’offerta. Ma la massa di richieste è stata tale da mettere in difficoltà anche il sistema di prenotazione.

Pubblicità
Pubblicità

Comunque, ha continuato Ferro, ai Rao A, B e C si è riusciti a dare risposte adeguate. Sulla libera professione ha ricordato che questa ha rappresentato il 5% delle prestazioni nel 2019; nel 2020 il 4,2%. Cifre infinitamente inferiori rispetto alle percentuali nazionali. La più alta è cardiologia di Rovereto ma rimane comunque ben al di sotto della soglia prevista dalle norme nazionali al 50%.

Il dottor Giuliano Mariotti nel suo intervento ha detto che nel ddl di FdI ci sono aspetti interessanti che vanno però approfonditi e ha spiegato che ci si trova di fonte ad un rimbalzo, dopo le ondate Covid, di domanda a fronte di una crisi di professionisti che sono scarsi ovunque. Quindi, anche se si bloccasse la libera professione, ha aggiunto, non si riuscirebbe a dare una risposta adeguata.

C’è poi il tema del rapporto medico di base – specialisti: spesso vengono prescritte urgenze che non o visite non necessarie. Quindi, si dovrebbe lavorare sulla domanda, ma ciò richiede tempo perché si devono mettere a confronto medici di famiglia e specialisti. Il tema dell’appropriatezza delle richieste specialistiche, ha aggiunto Ferro, è fondamentale e su questo sarà decisiva la riorganizzazione dell’Azienda e quindi anche della medicina di famiglia ferma da 10 anni.

Con la costituzione della rete della medicina di famiglia fondamentale anche per ciò che riguarda i tempi d’attesa. In questo momento di calo dell’emergenza pandemica sono aumentate le pressioni sui medici di base (che sono sempre di meno) da parte dei pazienti per ottenere visite specialistiche che sono state rinviate durante la pandemia.

Per Mariotti c’è anche da giocare la carta del teleconsulto che, come ha dimostrato uno studio di una cardiologa di Rovereto, ha permesso di diminuire del 50% le visite specialistiche.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022
    Manca poco all’arrivo del Bonus idrico che permette di ricevere un rimborso di 1000 euro per chi sostituisce rubinetti di bagno e cucina. Ad oggi anche se sembra tutto pronto per l’avvio della nuova agevolazione,... The post Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo
    Il futuro dell’economia, dovrà evolversi tenendo conto della missione che ormai accomuna tutti gli stati del mondo, la sostenibilità. Di fatto, per avvicinarsi verso un’economia circolare che riduca la produzione dei rifiuti, garantisca uno sviluppo... The post Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo appeared first on Benessere Economico.
  • Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi
    Dopo le difficoltà iniziali, il Bonus terme ha riscontrato un a grande affluenza, tanto da esaurire i fondi nel giro di poche ore. Un boom di adesioni che però ha lasciato milioni di italiani esclusi... The post Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi appeared first on Benessere Economico.
  • Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro
    All’interno del delicato tema sul fisco, tra le varie proposte spunta anche l’easy tax per autonomi. La proposta si inserisce nel tema dell’ampliamento della Flat Tax agli autonomi con ricavi tra 65 mila e 100... The post Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro appeared first on Benessere Economico.
  • Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa
    Per alcune categorie di persone, viaggiare in taxi potrebbe essere più conveniente. All’interno del Decreto Rilancio e successivamente nel Dl infrastrutture è stata inserita una particolare agevolazione che prevede viaggi in auto con conducente e... The post Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa appeared first on Benessere […]
  • Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande
    Bonus Partite Iva Il bonus, messo a disposizione del Governo è un sussidio erogato a favore dei soggetti esercenti di titolari di partita Iva, soggetti esercenti di attività di impresa che hanno subito perdite a... The post Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande appeared first on Benessere Economico.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

Categorie

di tendenza