Connect with us
Pubblicità

Arte e Cultura

E’ iniziata la notte Europea dei Ricercatori 2021, Spinelli: «La provincia investe 300 milioni ogni anno in ricerca»

Pubblicato

-

È una Notte Europea dei Ricercatori da tutto esaurito, nel pieno rispetto di tutte le normative anti-Covid: a partire dalle 17.00 studenti e studentesse, cittadini e famiglie hanno cominciato ad affollare il giardino e le sale espositive del MUSE e il quartiere Le Albere per partecipare ai laboratori, assistere agli esperimenti scientifici e conoscere ricercatori e ricercatrici dell’Università di Trento, della Fondazione Bruno Kessler, della Fondazione Edmund Mach e del MUSE.

Più di 300 quelli presenti, pronti a rispondere a qualsiasi domanda e curiosità. Una lunga notte dedicata alla ricerca e ai suoi protagonisti, ma anche un momento di condivisione e apertura tra le istituzioni di ricerca e i cittadini, organizzato in contemporanea in 28 Paesi europei.

Quest’anno l’iniziativa fa parte della rete SHARPER Night – SHAring Researchers’ Passion for Engaging Responsiveness, il più esteso progetto italiano per l’organizzazione della “Notte Europea dei Ricercatori”, che comprende 16 città – tra cui Trento – ed è realizzato con la collaborazione di circa 200 tra università, enti di ricerca, istituzioni culturali, imprese, comuni, regioni e associazioni di cittadini.  

Pubblicità
Pubblicità

Il direttore del MUSE Michele Lanzinger ha posto l’accento sulla novità di quest’anno, ossia l’appartenenza dell’iniziativa a un network italiano – frutto di un progetto europeo – che coinvolge 200 tra università e istituti di ricerca da nord a sud della penisola. “Inoltre – ha aggiunto Lanzinger – una particolare soddisfazione riguarda la qualità e la quantità degli argomenti trattati, legati agli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030, un importante bussola grazie alla quale possiamo ridisegnare e riprogettare il nostro futuro su questo pianeta”.

Il rettore dell’Università di Trento, Flavio Deflorian, ha sottolineato la necessità di fare capire alle persone cosa significhi fare ricerca, l’importanza di un’adeguata comunicazione che tracci una linea di congiunzione tra la ricerca e le sue implicazioni, quelle dirette e soprattutto quelle meno evidenti. “Da qui – ha spiegato Deflorian – la fondamentale esigenza di momenti di incontro – come la Notte appena inaugurata – tra pubblico e ricercatori e ricercatrici in grado di trasmettere la loro passione e il loro grande entusiasmo”.

Sulla grande fame – da parte del pubblico – di informazioni e dati provenienti dalla ricerca scientifica, si è soffermato anche il Segretario generale di FBK Andrea Simoni, che ha evidenziato “come l’investimento in ricerca scientifica, anche se dai risvolti non immediatamente percepibili, porti a importanti risultati nei momenti critici, come dimostra il fondamentale apporto che gli studi su Modelli predittivi e scenari pandemici hanno dato nel corso di questa recente pandemia”.

Pubblicità
Pubblicità

“Dalle specie aliene ai grandi carnivori, dai microorganismi ai satelliti per monitorare la salute dei boschi colpiti da Vaia. I nostri ricercatori e ricercatrici lavorano anche di notte per affrontare i tanti temi di cui ci occupiamo, su vari livelli. Come FEM affrontiamo tutto ciò che riguarda i fragili equilibri del nostro pianeta, dal punto di vista agricolo e produttivo, ambientale e di vivibilità”, ha aggiunto Agostino Cavazza, responsabile delle Relazioni con Enti di Sistema e Territorio.

“Quello di stasera è un momento di ripartenza, punto di incontro tra giovani, cittadini e mondo della ricerca: la città si rimpossessa di uno dei suoi momenti più vitali, di un evento che fa parte dell’anima di Trento. La Notte Europea dei Ricercatori è un’occasione spettacolare per riconoscere il lavoro e i risultati dei nostri ricercatori, magari meno pagati che all’estero ma capaci di raggiungere risultati di eccellenza”, ha sottolineato il sindaco di Trento.

“La provincia investe 300 milioni all’anno in Ricerca. Un ambito che in Trentino occupa circa 4.000 lavoratori. La ricerca non è più l’immagine classica di un alambicco, di un’ampolla o di una persona chiusa in un laboratorio polveroso, oggi spazia dall’informatica alle scienze umane, aprendo nuovi ambiti e portando sviluppo economico. I ricercatori e le ricercatrici coltivano dubbi, diffondono conoscenza, applicano la scienza alla quotidianità di tutti, vederli all’opera è un’occasione unica”, ha infine concluso l’assessore provinciale allo sviluppo economico, ricerca e lavoro.

Dopo i saluti istituzionali, il via ufficiale alla festa con salotti scientifici, libri viventi, spettacoli e tour virtuali. Dalle caratteristiche dello Zebra fish, piccolo pesce tropicale usato come modello per la regolazione genica, alle ultime frontiere dell’astrochimica, passando per il 3D bioprinting, nuova tecnica dell’industria biomedica per rigenerare i tessuti: il mondo della ricerca – oggi più che mai – insegna a rispondere a situazioni di crisi gestendole o meglio ancora prevenendole per costruire insieme un futuro migliore.

Al centro dell’edizione 2021, gli Obiettivi dello Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 dell’ONU. Diciassette “goal” da raggiungere entro la fine di questo decennio che ricercatori e ricercatrici utilizzano come bussola per dare forma a idee, condividere esperienze, elaborare soluzioni concrete.

Per espressa volontà degli organizzatori, l’evento è sicuro dal punto di vista sanitario. Ancora prima della scelta del Governo nazionale che prevede per i dipendenti pubblici l’obbligatorietà del Green pass, infatti, si è scelto di chiedere a tutto lo staff coinvolto nella realizzazione dell’evento il possesso del certificato verde.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE!
    Le soluzione di YWN – la rete nazionale delle imprese Il mondo del lavoro è oggi tormentato da una miriade di problemi ulteriormente aggravati dalla pandemia che ci accompagna ormai da quasi due anni. La... The post RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE! appeared first on Benessere Economico.
  • IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA
    La motivazione del personale strategia centrale nel business plan della ripresa. Condividere sorrisi, esperienze, riflessioni per consolidare lo spirito di squadra e la voglia di normalità negli ambienti di lavoro diventa oggi la leva principale... The post IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA appeared first on Benessere Economico.
  • Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti
    Dal 1 ottobre, come annunciato, sono scattati gli aumenti in bolletta per gas ed elettricità rispettivamente del 14,4% e del 29,8% per la famiglia tipo. Per contenere l’emergenza, il Governo ha stanziato oltre 3 miliardi... The post Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti appeared first on Benessere Economico.
  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto
    Da pochi giorni è stato firmato il decreto per sbloccare gli aiuti del Fondo impresa donna. Fondo impresa donna, cos’è Il decreto firmato dal Mise, rende completamente operativo il Fondo Impresa Donna che sblocca una... The post Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto appeared […]
  • Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione
    Una recente sentenza della Cassazione cambia in una parte dei redditi dei lavoratori dipendenti, inserendo la possibilità di tassare le mance. Perchè le mance si possono tassare Infatti, secondo la sentenza 26512, il pagamento delle... The post Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione appeared first on Benessere Economico.
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]
  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]

Categorie

di tendenza