Connect with us
Pubblicità

Trento

Paccher attacca l’ex governatore: «Il coraggioso Rossi si astiene quando si parla di autonomia»

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

La Commissione dei dodici ha avallato ieri la decisione della Provincia Autonoma di Trento di procedere autonomamente in materia di aperture domenicali dei negozi

Per il governatore del Trentino Maurizio Fugatti si tratta di un importante passo in avanti del riconoscimento della nostra autonomia, prima della pronuncia del consiglio dei ministri nel merito.

Nel testo approvato ieri dalla Commissione dei 12 si chiarisce innanzitutto che per tutelare le peculiarità sociali e culturali del territorio provinciale e garantire un equilibrato sviluppo economico, tenendo in considerazione anche la vocazione turistica dell’economia trentina, la Provincia autonoma regola attraverso una propria legge gli orari e i giorni di apertura e di chiusura, anche domenicale e festiva, degli esercizi commerciali.

Un altro importante passaggio nello schema di norma di attuazione, passaggio che recepisce le osservazioni proposte nella seduta di ieri, fa riferimento alla necessità della Provincia autonoma di ascoltare gli enti locali, le associazioni di categoria maggiormente rappresentative a livello provinciale nel settore del commercio e del turismo, nonché le associazioni e organizzazioni maggiormente rappresentative a livello provinciale in campo sindacale, ambientale e di tutela dei consumatori nella fase di preparazione e adozione di una futura legge provinciale in materia di aperture e chiusure degli esercizi commerciali.

Il voto decisivo all’interno della commissione dei 12 che da dato il parere favorevole è stato dato dal consigliere proviciale di Forza Italia Giorgio Leonardi. Sono stati 7 i sì, con 4 astenuti e un no.

Contro il parere positivo si è espresso l’avvocato meranese di nomina governativa Lukas Benedetti, astenuti invece  l’avvocata Rosa Michela Rizzi, l’ex governatore Trentino, Ugo Rossi (Azione), il consigliere provinciale bolzanino Carlo Vettori e il senatore Franco Dal Mas.

Pubblicità
Pubblicità

A favore, oltre al forzista Leonardi, si sono espressi il presidente Fabio Scalet, i rappresentanti della Svp, Manfred Schullian, Meinhard Durnwalder, e poi Gianfranco Postal, Franca Penasa e il leghista Roberto Calderoli.

Ed è proprio l’astensione al parere positivo dell’ex governatore Ugo Rossi che ha lasciato piuttosto perplessi molti addetti ai lavori. Uno di questi è stato il Roberto Paccher della Lega, Vice presidente del consiglio regionale  che ha voluto replicare alla scelta di Ugo Rossi: «La sua astensione stupisce perchè l’ex Governatore trentino a  parole dice di voler difendere e salvaguardare le prerogative dell’autonomia – scrive Paccher in un avreve nota – ma poi nei fatti si uniforma a Roma e alla volontà del governo. Quante volte, parlando di autonomia in Consiglio provinciale, lo abbiamo sentito lanciare appelli ad avere più coraggio? Lo stesso coraggio che oggi non ha avuto dimostrandosi incoerente con quello che dice. Insomma, né coraggioso, né autonomista».

Ugo Rossi nelle ultime settinane si era espresso sull’autonomia Trentina criticando le politiche della Lega a riguardo. «Povera Autonomia…. l’analisi del prof. Toniatti spiega bene quanto siamo regrediti e ci stimola ad essere uniti per riprendere il cammino» – aveva scritto sulla sua pagina social spiegando il perché aveva lasciato il partito autonomista per entrare nel parito di Calenda (Azione)

Era stato critico anche con gli ex amici autonomisti del Patt:  «Serve una chiara scelta di campo per il futuro del Trentino e questa scelta va fatta adesso con chiarezza e lungimiranza. Siamo a un bivio per la nostra autonomia».

Ugo Rossi ha spiegato la sua scelta di astenersi su una norma che in realtà favorisce l’attuazione dell’autonomia sul nostro territorio staccandosi così dalle ideologie e logiche statali  perché «È una norma inutile vista la sentenza della Corte costituzionale provocata dalla sciocchezza di Fugatti di aver voluto legiferare da solo mette una pietra tombale al tema delle chiusure domenicali»

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
rel="nofollow"Pubblicità

  • Pubblicità
    rel="nofollow"Pubblicità
Trento2 settimane fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Trento2 giorni fa

È finita la storia d’amore tra Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez

Valsugana e Primiero4 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Offerte lavoro2 settimane fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Vista su Rovereto3 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento2 settimane fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento4 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento4 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Giudicarie e Rendena6 giorni fa

Non ce l’ha fatta Luigi Poli: il gestore del Palaghiaccio di Pinzolo è morto ieri

Trento3 settimane fa

«Soliti noti», abusivismo a Villazzano: una storia tutta trentina

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Sviluppo turistico di Coredo, un gruppo di esercenti (e non) chiama a raccolta i cittadini: «Ora tocca a noi darci da fare»

Rovereto e Vallagarina6 giorni fa

Trovato morto in casa un 60 enne di Rovereto

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza