Connect with us
Pubblicità

Trento

Politiche familiari 2020: in Trentino + 30% di decessi. Diventiamo sempre più vecchi e una coppia su due scoppia

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Un incontro aperto a tutti gli interessati, per un focus sulla famiglia, il suo benessere e gli strumenti messi in campo sul nostro territorio per favorire i progetti di vita familiare.

Si è tenuto giovedì pomeriggio il seminario online per illustrare lo stato di attuazione della legge provinciale 1/2011, relatori Carlo Buzzi, docente del Dipartimento di Sociologia e ricerca sociale dell’Università di Trento, Giovanna Fambri, dirigente dell’Istituto di statistica della Provincia autonoma di Trento e Luciano Malfer, dirigente generale dell’Agenzia per la coesione sociale, la famiglia e la natalità.

La famiglia, nonostante la curva della denatalità, le difficoltà legate alla crisi economica e alla pandemia, l’invecchiamento della popolazione e i numeri ridotti delle giovani generazioni, è ancora un pilastro per la società trentina.

I dati presentati, pur evidenziando trasformazioni significative dell’istituto familiare, hanno mostrato una sorprendente controtendenza del nostro territorio su alcuni aspetti.

Ad esempio, per quanto riguarda la composizione delle famiglie, il Trentino rispetto ad altri territori ha visto crescere i nuclei con tre e più figli negli ultimi 10 anni; oltre la metà delle famiglie si dice soddisfatta per la propria situazione economica e gli indicatori del benessere familiare, oltre quello economico, mostrano che la qualità della vita familiare nel nostro territorio è ampiamente cresciuta nel tempo.

Ma continua a preoccupare la natalità e la demografia, per la prima volta infatti il 2020 in Trentino c’è un saldo negativo tra morti e nati. È indubbio che l’emergenza sanitaria e i conseguenti decessi abbiano lasciato il segno, ma non solo quelli relativi alla pandemia ma anche quelli legate ad altre patologie lasciate indietro negli ultimi 2 anni.

Pubblicità
Pubblicità

I morti in Trentino nel 2020 sono stati 6.600, quindi 1.500 in più rispetto agli anni precedenti (crescita del 30%). Il rapporto conferma che ci sono 2.600 trentini in meno, un calo che questa volta non è stato compensato dal saldo migratorio.

La casella nati conta circa 4.000 nati nel 2020, la fascia d’età più rappresentata in Trentino è quella dei 54enni. Gli Over 80 sono il 7% dell’intera  popolazione, ciò significa che se parametriamo il dato al 3,6% di 20 anni fa la nostra provincia diventa sempre più vecchia.

Interessanti i dati sui matrimoni dove le donne sposate nel 2.000 raggiungevano la media di 28 anni che ora si è alzata a 33 anni. A proposito, la sorpresa è che quasi il 40 % dei bambini nascono al di fuori del matrimonio e che sono raddoppiati i divorzi negli ultimi 20 anni. Una coppia su due praticamente scoppia. 

I nuclei famigliari sono composti per il 17% da 3 persone, il 16% da 4, il 4,5% da 5. Dato controtendenza rispetto al resto d’Italia sono le famiglie con tre figli  che segnano un +3%.

Due trentini su tre sono proprietari della casa in cui vivono, mentre il 43% delle famiglie vive con un solo reddito e un altro 43% con due redditi.

Durante la presentazione al di la dei dati, è stato detto che la famiglia è la categoria che ha di fatto garantito la tenuta del sistema sociale anche in tempo di pandemia, riuscendo ad essere in grado di riorganizzarsi in breve tempo di fronte alla difficili sfide di quest’ultimo anno e mezzo.

La crisi pandemica non ha fatto venire meno neanche il sostegno significativo delle politiche familiari attivate sul territorio, che hanno per obiettivo aiutare la famiglia non solo ad essere il primo soggetto fornitore di welfare, ma a darle gli strumenti per realizzare i propri progetti di vita. In proposito, il piano strategico dell’attuazione della legge 1/2011 è uno strumento fondamentale per rendere efficiente l’azione della macchina amministrativa.

Gli interventi riguardano il contrasto al calo demografico, i sostegni economici, la conciliazione vita/lavoro, l’aiuto alla transizione verso l’età adulta dei giovani. Il sistema trentinoqualità famiglia si conferma unico in Italia, anche grazie alla collaudata e crescente rete dei Distretti famiglia: sono oltre 900 le organizzazioni che aderiscono al welfare territoriale, come ad esempio musei, scuole, organizzazioni profit e non profit, in un’alleanza territoriale che punta a sviluppare progettualità amiche della famiglia.

Da non trascurare il ruolo dei Comuni trentini certificati comeamico della famiglia” che attraverso le attività sul territorio, approvano i piani famiglia e orientano le politiche di rete per mettere in campo opportunità per le famiglie trentine.

Accanto a queste realtà, ci sono anche le aziende ‘family friendly’ e un intero sistema che è andato nel tempo a configurare il nostro territorio come accogliente verso i progetti familiari, rafforzando anche l’attrattività.

Strumenti come i voucher sportivi e culturali, i buoni servizi e le premialità a favore delle organizzazioni certificate sono importanti segnali dell’unicità vincente del sistema delle politiche familiari trentine.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Cani Gatti & C45 minuti fa

“Lo sport non cancella l’odore! Trentino terra insanguinata”, striscioni animalisti allo stadio Euganeo di Padova

Bolzano49 minuti fa

Maxi sequestro di droga in un’azienda: un arresto

Bolzano57 minuti fa

Minibus si schianta a bordo della carreggiata

Valsugana e Primiero1 ora fa

Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino: il “Forum” della Carta Europea per il Turismo sostenibile ha approvato la Strategia e il Piano d’Azione

Rovereto e Vallagarina4 ore fa

Meraviglioso Natale in Vallarsa: ecco tutto il programma di dicembre

Arte e Cultura4 ore fa

Natale al Mart: ecco tutte le aperture di dicembre

Italia ed estero5 ore fa

Continuano gli sgomberi degli abuvisi in tutta Italia, Piantedosi: «Strategia per legalità e riqualificazione dei territori»

Rovereto e Vallagarina5 ore fa

Ex Alpe: approvato il Progetto Esecutivo

Val di Non – Sole – Paganella5 ore fa

Imbocca la pista chiusa e finisce sull’erba: sciatore 20 enne finisce al santa Chiara

Val di Non – Sole – Paganella6 ore fa

Paura nella notte a Cles: a fuoco un’abitazione in zona Spinazzeda

Italia ed estero6 ore fa

Abusivismo edilizio, i dati in Italia secondo il rapporto Bes

Alto Garda e Ledro7 ore fa

L’assessore Bisesti in visita alla sezione montessoriana della scuola primaria Zadra di Riva del Garda

Trento7 ore fa

Tedesco e certificazione linguistica: prosegue la collaborazione tra Provincia e Conferenza permanente dei Ministri dell’istruzione tedeschi

Fiemme, Fassa e Cembra7 ore fa

“Sport di cittadinanza”, a Tesero il terzo appuntamento

Valsugana e Primiero8 ore fa

Baselga di Piné, la fibra ottica arriverà entro il 2023

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento2 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Trento2 settimane fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Io la penso così…2 giorni fa

Coredo: «I maiali che mangiavano fango: il veterinario si dimetta»

Trento4 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento2 settimane fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento4 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Trento4 giorni fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Le ultime dal Web3 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento3 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Trento3 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

Trento3 settimane fa

Trento in lutto, è morto Rinaldo Detassis fondatore di Elettrocasa

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza