Connect with us
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

Cementificio di Sarche di Madruzzo: oggi l’incontro con le amministrazioni locali e il comitato

Pubblicato

-

Massima trasparenza nel comunicare ai cittadini e alle amministrazioni locali le informazioni relative alla riapertura della linea di cottura del cementificio di Sarche di Madruzzo e impegno per cercare un punto di equilibrio tra le esigenze produttive dell’azienda e la salvaguardia e valorizzazione di un territorio di pregio dal punto di vista agricolo e con grandi potenzialità in campo turistico.

Se ne è parlato questa mattina in un incontro che il vicepresidente della Provincia e assessore all’urbanistica, ambiente e cooperazione – assieme ai dirigenti provinciali Roberto Andreatta, del Dipartimento territorio e trasporti, ambiente, energia, cooperazione, Laura Pedron, del Dipartimento sviluppo economico, ricerca e lavoro e Gabriele Rampanelli di Appa, Settore Autorizzazioni e controlli – ha avuto con gli amministratori dei comuni di Madruzzo, Vallelaghi, Cavedine, il Commissario della Comunità della Valle dei Laghi e i rappresentanti del comitato “Salviamo la Valle dei Laghi”.

L’incontro seguiva quello che si era tenuto tra Provincia e Italcementi nei primi giorni di settembre.

Pubblicità
Pubblicità

Il confronto ha offerto ai tecnici provinciali l’opportunità di spiegare che per l’impianto di Sarche, secondo le intenzioni dell’azienda, è previsto il potenziamento degli impianti di trattamento delle emissioni, in particolare attraverso la modifica del sistema di abbattimento degli ossidi di azoto.

Inoltre è stato spiegato che l’impianto, già con le autorizzazioni attualmente in possesso, è adeguato alle BAT (Best Available Techniques) del 2013. Ad oggi, è stato inoltre chiarito, l’impianto non è autorizzato, e non ha presentato domanda di autorizzazione, ad utilizzare “Combustibile solido secondario”, materiale che deriva dalla lavorazione dei rifiuti.

Non è previsto inoltre l’aumento del quantitativo già previsto in autorizzazione di fanghi di depurazione essiccati da utilizzare come combustibile in sostituzione del pet-coke attualmente utilizzato, che è un prodotto derivante della lavorazione del petrolio.

Pubblicità
Pubblicità

In materia di controlli infine, il sito produttivo è sottoposto alle ispezioni periodiche previste dall’Autorizzazione integrata ambientale. È presente poi, è stato detto, un sistema di misurazione in continuo delle emissioni (SME) che sarà comunque rinnovato e i cui dati potrebbero essere messi a disposizione della cittadinanza.

Si è trattato di due incontri, è stato evidenziato, sia quello con l’azienda che quello di oggi con i rappresentanti della comunità, caratterizzati dall’apertura al dialogo e dalla volontà di collaborare tra i diversi soggetti coinvolti con l’obiettivo di cercare un punto di equilibrio tra le diverse esigenze e istanze.

Da parte della Provincia è stata anche manifestata la disponibilità a tenere incontri pubblici sul territorio per dare alla comunità tutte le informazioni relative alla riapertura dell’impianto produttivo.

Oggi è stato ricordato inoltre che nelle intenzioni dell’azienda vi sono anche un investimento di circa 5 milioni di euro e nuove assunzioni. Durante il confronto si è fatto riferimento anche ad una rivisitazione architettonica delle strutture, per un migliore inserimento nel paesaggio.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]

Categorie

di tendenza