Connect with us
Pubblicità

Ambiente Abitare

Gestione delle acque e contrasto al dissesto idrogeologico, confronto aperto con l’Autorità delle Alpi Orientali

Pubblicato

-

Confronto e collaborazione sono alla base del rapporto tra l’Autorità di Distretto delle Alpi Orientali e la Provincia autonoma di Trento.

Secondo quanto è stato confermato nel corso dell’incontro tra il segretario di nuova nomina Marina Colaizzi, il vicepresidente e assessore provinciale all’urbanistica e ambiente, l’assessore con delega alle foreste e bacini montani e i rappresentanti delle Agenzie e dei servizi provinciali interessati.

L’Autorità di Distretto delle Alpi Orientali (competente per i bacini idrografici Adige e Brenta, mentre Sarca e Chiese appartengono al Distretto del fiume Po) svolge attività di pianificazione necessarie per la difesa idrogeologica e la gestione del rischio di alluvioni e per la tutela delle risorse idriche e degli ambienti acquatici.

Pubblicità
Pubblicità

Colaizzi ha evidenziato quanto di buono è stato fatto in Trentino in questa direzione e l’impegno nella definizione della nuova pianificazione dei Piani di gestione delle acque e di rischio alluvioni che dovranno essere approvati prima di Natale e rappresenteranno la cornice di riferimento anche per l’accesso ad eventuali finanziamenti.

Nel corso del proprio intervento, i rappresentanti istituzionali della Provincia hanno ricordato come il Trentino abbia nel proprio ordinamento il Piano generale di utilizzazione delle acque pubbliche, che riguarda anche la difesa del suolo, il risanamento e l’ottimizzazione dell’uso della risorsa idrica, anche ai fini della prevenzione delle calamità.

La Provincia ha confermato il proprio impegno nel garantire la sicurezza idrogeologica del territorio anche attraverso l’approvazione della carta della pericolosità che interessa gli strumenti urbanistici dei territori, con i quali Piazza Dante intende continuare a dialogare, al fine di intervenire sulla base di esigenze concrete.

Pubblicità
Pubblicità

In questo modo l’azione di contrasto allo spopolamento delle località più lontane dai grandi centri può essere ancora più efficace. In Trentino esiste un sistema compiuto e organico di informazioni, strumenti, soggetti e procedure, adeguato a fronteggiare il rischio di alluvioni, le cui caratteristiche autonomistiche sono state riconosciute anche attraverso una direttiva dello Stato.

La tempesta Vaia ed altri eventi calamitosi come l’esondazione della Sarca hanno messo alla prova la struttura provinciale, che ha dimostrato in quei frangenti solidità e competenza. Caratteristiche fondamentali per garantire la sicurezza del Trentino e dei cittadini che lo abitano e realizzare interventi importanti anche con le risorse che potranno essere messe a disposizione attraverso il Pnrr.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]

Categorie

di tendenza